×

Nous utilisons des cookies pour rendre LingQ meilleur. En visitant le site vous acceptez nos Politique des cookies.


image

"Cuore" di Edmondo De Amicis ("Heart"), Novembre - Il primo della classe. 25, venerdì

Novembre - Il primo della classe. 25, venerdì

Il primo della classe 25, venerdì Garrone s'attira l'affetto di tutti; Derossi, l'ammirazione.

Ha preso la prima medaglia, sarà sempre il primo anche quest'anno, nessuno può competer con lui, tutti riconoscono la sua superiorità in tutte le materie. È il primo in aritmetica, in grammatica, in composizione, in disegno, capisce ogni cosa al volo, ha una memoria meravigliosa, riesce in tutto senza sforzo, pare che lo studio sia un gioco per lui... Il maestro gli disse ieri: - Hai avuto dei grandi doni da Dio, non hai altro da fare che non sciuparli. - E per di più è grande, bello, con una gran corona di riccioli biondi, lesto che salta un banco appoggiandovi una mano su; e sa già tirare di scherma. Ha dodici anni, è figliuolo d'un negoziante, va sempre vestito di turchino con dei bottoni dorati, sempre vivo, allegro, grazioso con tutti, e aiuta quanti può all'esame, e nessuno ha mai osato fargli uno sgarbo o dirgli una brutta parola. Nobis e Franti soltanto lo guardano per traverso e Votini schizza invidia dagli occhi; ma egli non se n'accorge neppure. Tutti gli sorridono e lo pigliano per una mano o per un braccio quando va attorno a raccogliere i lavori, con quella sua maniera graziosa. Egli regala dei giornali illustrati, dei disegni, tutto quello che a casa regalano a lui, ha fatto per il calabrese una piccola carta geografica delle Calabrie; e dà tutto ridendo, senza badarci, come un gran signore, senza predilezioni per alcuno. È impossibile non invidiarlo, non sentirsi da meno di lui in ogni cosa. Ah! io pure, come Votini, l'invidio. E provo un'amarezza, quasi un certo dispetto contro di lui, qualche volta, quando stento a fare il lavoro a casa, e penso che a quell'ora egli l'ha già fatto, benissimo e senza fatica. Ma poi, quando torno alla scuola, a vederlo così bello, ridente, trionfante, a sentir come risponde alle interrogazioni del maestro franco e sicuro, e com'è cortese e come tutti gli voglion bene, allora ogni amarezza, ogni dispetto mi va via dal cuore, e mi vergogno d'aver provato quei sentimenti. Vorrei essergli sempre vicino allora; vorrei poter fare tutte le scuole con lui; la sua presenza, la sua voce mi mette coraggio, voglia di lavorare, allegrezza, piacere. Il maestro gli ha dato da copiare il racconto mensile che leggerà domani: La piccola vedetta lombarda ; egli lo copiava questa mattina, ed era commosso da quel fatto eroico, tutto acceso nel viso, cogli occhi umidi e con la bocca tremante; e io lo guardavo, com'era bello e nobile! Con che piacere gli avrei detto sul viso, francamente: - Derossi, tu vali in tutto più di me! Tu sei un uomo a confronto mio! Io ti rispetto e ti ammiro!

Novembre - Il primo della classe. 25, venerdì November - Klassenbester. 25, Freitag November - Top of the class. 25, Friday Noviembre - El mejor de la clase. 25, viernes November - De beste van de klas. 25, vrijdag Novembro - O melhor da turma. 25, sexta-feira

Il primo della classe 25, venerdì Primero en clase 25, viernes Garrone s’attira l’affetto di tutti; Derossi, l’ammirazione. |attracts||||| Garrone attracts everyone's affection; Derossi, admiration. Garrone atrae el cariño de todos; Derossi, admiración.

Ha preso la prima medaglia, sarà sempre il primo anche quest’anno, nessuno può competer con lui, tutti riconoscono la sua superiorità in tutte le materie. |||||||||||||compete||||||||||| He took the first medal, he will always be the first one again this year, nobody can compete with him, everyone recognizes his superiority in all subjects. È il primo in aritmetica, in grammatica, in composizione, in disegno, capisce ogni cosa al volo, ha una memoria meravigliosa, riesce in tutto senza sforzo, pare che lo studio sia un gioco per lui... Il maestro gli disse ieri: - Hai avuto dei grandi doni da Dio, non hai altro da fare che non sciuparli. |||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||waste He is the first in arithmetic, in grammar, in composition, in drawing, he understands everything on the fly, he has a wonderful memory, he manages everything effortlessly, it seems that studying is a game for him ... The teacher said to him yesterday: - You have had great gifts from God, you have nothing else to do than to spoil them. - E per di più è grande, bello, con una gran corona di riccioli biondi, lesto che salta un banco appoggiandovi una mano su; e sa già tirare di scherma. |||||||||||||||||||by resting|||||||||fencing - And what's more, it's big, beautiful, with a large crown of blond curls, swiftly jumping over a bench with one hand on it; and he already knows how to fencing. Ha dodici anni, è figliuolo d’un negoziante, va sempre vestito di turchino con dei bottoni dorati, sempre vivo, allegro, grazioso con tutti, e aiuta quanti può all’esame, e nessuno ha mai osato fargli uno sgarbo o dirgli una brutta parola. ||||||||||||||||||||||||||||||||||offense||||| He is twelve years old, the son of a shopkeeper, he always goes dressed in blue with gold buttons, always lively, cheerful, gracious with everyone, and helps as many as he can in the exam, and no one has ever dared to make him a rude thing or say a bad word to him. word. Tiene doce años, es hijo de comerciante, siempre va vestido de azul con botones dorados, siempre vivo, alegre, amable con todos, y ayuda a todos los que puede en el examen, y nadie se ha atrevido jamás. para ser grosero o decir una mala palabra. Nobis e Franti soltanto lo guardano per traverso e Votini schizza invidia dagli occhi; ma egli non se n’accorge neppure. ||||||||||||||||||notice| Only Nobis and Franti look askance at him and Votini shoots envy from his eyes; but he does not even notice it. Nobis y Franti solo lo miran de reojo y Votini arroja envidia de sus ojos; pero ni siquiera lo nota. Tutti gli sorridono e lo pigliano per una mano o per un braccio quando va attorno a raccogliere i lavori, con quella sua maniera graziosa. |||||take||||||||||||||||||| Everyone smiles at him and takes him by the hand or by the arm when he goes around collecting the work, in that gracious way of his. Todo el mundo le sonríe y le coge de la mano o del brazo cuando va a recoger la obra, de esa forma tan bonita que tiene. Egli regala dei giornali illustrati, dei disegni, tutto quello che a casa regalano a lui, ha fatto per il calabrese una piccola carta geografica delle Calabrie; e dà tutto ridendo, senza badarci, come un gran signore, senza predilezioni per alcuno. |||||||||||||||||||||||||||||||pay attention||||||preferences|| He gives illustrated newspapers, drawings, everything they give him at home, he made a small geographical map of Calabria for the Calabrian; and gives it all laughing, without paying attention, like a great gentleman, with no predilections for anyone. Regala periódicos ilustrados, dibujos, todo lo que le dan en casa, ha hecho un pequeño mapa geográfico de Calabria para los calabreses; y lo da todo de risa, a pesar de todo, como un gran caballero, sin predilección por nadie. È impossibile non invidiarlo, non sentirsi da meno di lui in ogni cosa. |||envy him||||||||| It is impossible not to envy him, not to feel inferior to him in everything. Es imposible no envidiarle, no sentirse menos que él en todo. Ah! ¡Ah! io pure, come Votini, l’invidio. ||||envy I too, like Votini, envy him. Yo también, como Votini, lo envidio. E provo un’amarezza, quasi un certo dispetto contro di lui, qualche volta, quando stento a fare il lavoro a casa, e penso che a quell’ora egli l’ha già fatto, benissimo e senza fatica. ||bitterness|||||||||||||||||||||||||||||| And I sometimes feel a bitterness, almost a certain spite against him, when I find it hard to do the work at home, and I think that by that time he has already done it, very well and effortlessly. Y siento una amargura, casi un cierto despecho contra él, a veces, cuando me cuesta hacer el trabajo en casa, y creo que en ese momento ya lo ha hecho, muy bien y sin esfuerzo. Ma poi, quando torno alla scuola, a vederlo così bello, ridente, trionfante, a sentir come risponde alle interrogazioni del maestro franco e sicuro, e com’è cortese e come tutti gli voglion bene, allora ogni amarezza, ogni dispetto mi va via dal cuore, e mi vergogno d’aver provato quei sentimenti. But then, when I go back to school, to see him so beautiful, laughing, triumphant, to hear how he answers the questions of the frank and confident teacher, and how courteous he is and how everyone loves him, then all bitterness, all spite goes away. from the heart, and I am ashamed of having felt those feelings. Vorrei essergli sempre vicino allora; vorrei poter fare tutte le scuole con lui; la sua presenza, la sua voce mi mette coraggio, voglia di lavorare, allegrezza, piacere. I wish I was always close to him then; I wish I could go to all the schools with him; his presence, his voice gives me courage, desire to work, happiness, pleasure. Il maestro gli ha dato da copiare il racconto mensile che leggerà domani: La piccola vedetta lombarda ; egli lo copiava questa mattina, ed era commosso da quel fatto eroico, tutto acceso nel viso, cogli occhi umidi e con la bocca tremante; e io lo guardavo, com’era bello e nobile! |||||||||||||||sentry||||||||||||||||||||||||||||||||| The teacher has given him to copy the monthly story that he will read tomorrow: The little Lombard lookout; he copied it this morning, and was moved by that heroic fact, all flushed in the face, with moist eyes and trembling mouth; and I looked at him, how beautiful and noble he was! Con che piacere gli avrei detto sul viso, francamente: - Derossi, tu vali in tutto più di me! |||||||||Derossi||||||| With what pleasure I would have said to his face, frankly: 'Derossi, you are worth more than me in everything!' Tu sei un uomo a confronto mio! You are a man compared to me! ¡Eres un hombre comparado conmigo! Io ti rispetto e ti ammiro! I respect and admire you! ¡Te respeto y te admiro!