×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

Giornale per i bambini : Antologia {Autori Vari}, 1. Come andò

1. Come andò

Ferdinando Martini: Come andò...

Nr. 1 (7 luglio 1881), p. 1-2.

O fossero stanchi di aver giuocato troppo a moscacieca o veramente avessero voglia di leggere, fatto sta che quella sera i ragazzi presero ognuno un libro e se ne andarono in un angolo remoto del giardino. Subito che furono accoccolati sull'erba, Carlo che era il più grande e il più prepotente e che aveva preso da poco l'esame di quarta elementare, aprì la sua brava storia romana e alla Mariuccia che aveva un anno meno di lui:

— Siamo rimasti - disse - a Spurio Cassio.

— Chi era? domandò la Nina.

— Zitta - mormorò Topolino - sarà un brutto gigante di quelli che fanno male a' bambini che poi viene la fata bianca... Ma la Nina non fu persuasa: e alzatasi e messe le mani sul libro che Carlo teneva aperto sopra le ginocchia, ridomandò:

— È vero che Spu... questo che hai nominato, era un gigante di quelli...

— Chetati, seccatrice.

— Me l'ha detto Topolino.

— Topolino è un seccatore anche lui, conchiuse Carlo; e prima che la Nina avesse tempo di replicare cominciò a leggere:

«Spurio Cassio era il personaggio più insigne del tempo suo»...

— Che vuol dire insigne? — interruppe Topolino.

— Se non lo sai — rispose Michele, un altro dè grandi, cercalo sul vocabolario.

— Io non ce l'ho il vocabolario.

— Insigne, insigne... Come si fa, gridò Carlo, a non sapere quel che vuol dire insigne? vuol dire alto, generoso.

— Forte, ricco, brava persona — ribadì Michele.

— Senti, senti, osservò spalancando gli occhi la Nina, quante cose vuol dire!

— Costui, — continuò Carlo, — destò le ire della propria casa.

— Dice casta — osservò la Mariuccia che teneva dietro cogli occhi alla lettura.

— O casa o casta, è la stessa; proponendo la legge che fu detta legge agraria...

— No, smetti, questa non è divertente, — osservò Topolino, — non si capisce nulla. Tutte parolaccie...

— Ma che parolaccie: se non le capisci è colpa tua.

— Questo poi no — gridò la Mariuccia. — Topolino ha ragione: se è un libro che lo dobbiamo leggere noi, bisognerebbe che ci mettessero delle parole che le intendiamo, o se no bisognerebbe ce le spiegassero. La Nina e Topolino incoraggiati da quell'uscita che la Mariuccia aveva fatta, mettendosi tanto di mani sui fianchi, gridarono in coro:

— Questa no! questa no! Una novella!

— Quella del gatto stivalato!

— Quella dei quattro maghi e del pastore!

— Ma che novella, s'alzò a dire Michele — voi altri non sognate altro che novelle. C'era una volta un re...

— Che aveva tre figliuole — continuò Carlo.

— La più piccina si chiamava Rosetta, aggiunse la Mariuccia. Poi tutte e tre insieme strascicando le parole:

— E era bella come un occhio di sole...

La Nina e Topolino capirono la canzonatura: e senza fiatare e combinandosi in uno stesso pensiero s'alzarono, presero i loro libri e fecero per andarsene.

— Ecco subito i permalosi! guardateli lì, se non si fa a modo loro, subito se ne vanno. Dove andate, si può sapere?

E Topolino con un dito fra' denti e guardando cogli occhi fissi Michele che l'interrogava: — Via, — rispose.

— Via, — confermò la Nina.

— A far che?

— A leggere da noi.

— Da noi.

— Vadano, — disse la Mariuccia, facendo una reverenza.

La Nina e Topolino non se lo fecero dire due volte: e infilarono il viale abbracciati, portando seco i loro libri di novelle dov'erano raccontate le avventure di Poghettino e i portenti dell'Uccellino blu. Ma il piacere di leggere què racconti, che, tanto li avevano letti e riletti, dovevano oramai sapere a memoria, non appariva loro come un piacere completo. In fondo, in fondo sarebbero stati volentieri anche loro coi più grandi; desiderio che traluceva in una lacrimina ond'erano inumiditi gli occhi di Topolino e nell'aria di imbroncimento che al viso della Nina davano le ciglia aggrottate e le labbra sporgenti.

Quando il babbo, che dal terrazzo gli aveva visti andar via cogli altri, dallo stesso luogo li scorse tornare a quel modo:

— Che c'è? Che è stato? Vi siete leticati secondo il solito?

— Carlo ci canzona.

— La Mariuccia ci fa le reverenze.

Subito appena udirono pronunziata l'accusa, gli accusati in tre salti furono dirimpetto al giudice, ossia al babbo.

— Non è vero, disse Carlo, io volevo leggere la storia romana e loro non vogliono sentire che novelle.

— No — replicò singhiozzando Topolino — io sto a sentire tutto... ma io certe parole... e poi lui non spiega... e oggi c'era uno Spu... Spu... che... Io anche le bestie mi divertono... se avessi un bel libro di bestie...

— Ah! sicuro — interruppe Michele — si leggerebbe anche noi.

— Bene! Vi comprerò il libro delle bestie.

— No senti — disse la Mariuccia — un libro si legge presto e poi quando s'è letto una volta o due si sa a mente e non si guarda più. Compraci... Sai, babbo quelle bimbe americane che erano ai bagni con noi l'anno passato? Sai, loro ogni settimana avevano dal postino un libro. No un libro...

— Un giornale?

— Sì un giornale...

— Ah! già...

— Oh! tu avessi visto, babbo mio, com'era bello!

— Oh — gridarono tutti in coro i ragazzi — com'era bello.

— Senti, — seguitò la Mariuccia — c'erano tante figure e tante cose da leggere: in una pagina c'era una novella e in un'altra raccontavano quel che fanno certi animali e in un'altra una cosa di storia...

— E le vite dè fanciulli celebri.

— E tante poesie carine da impararsi a mente.

— E la descrizione di certe fabbriche ove fanno i mobili, gli aghi.

— E tanti viaggi in Africa, in Asia.

— C'era fino il teatro dei burattini — soggiunse Topolino.

— Ma che burattini! — replicò Carlo.

— Sì, sì i burattini. Me ne ricordo. C'era una figurina d'un teatrino con tanti bambini.

— Ha ragione Topolino.

— Ah! com'era bello.

E tutti in coro:

— Compraci quello, babbo, compraci quello...

— Figliuoli miei, quello è impossibile ve lo compri...

— Perché?

— Perché in Italia non c'è...

— Perché non lo fanno?

— Perché perché... — conchiuse il babbo — il perché non lo so nemmeno io... Andate siate buoni e se codesti libri non gl'intendete o li sapete a memoria, ve ne comprerò degli altri.

*

In un'altra occasione quella promessa avrebbe messo di molto buon umore i ragazzi: ma quel giorno non fece loro né caldo né freddo. Ormai la Mariuccia aveva ridestato nelle menti loro il ricordo del bel giornale americano veduto ai bagni, e il desiderio di averlo tanto più vivo quanto era più difficile l'appagarlo.

E intanto il babbo rimuginava le domande ultime dei bambini.

— Perché non c'è? Perché non lo fanno?

— E aggiunse del suo: Perché quel che si fa per i bambini in America, in Inghilterra, in Francia, non s'ha da fare in Italia?

Tante volte si fece queste interrogazioni, che alla fine giudicò utile di rispondere non colle parole ma co' fatti. E la risposta, ragazzi miei, eccola qui.


1. Come andò 1\. Wie es gelaufen ist 1\. How it went 1\. Как это было

Ferdinando Martini: Come andò... Ferdinando Martini: How did it go ... Фердинандо Мартини: Как все прошло...

Nr. Nr. номер 1 (7 luglio 1881), p. 1 (7 July 1881), p. 1 (7 июля 1881 г.), с. 1-2. 1-2. 1-2.

O fossero stanchi di aver giuocato troppo a moscacieca o veramente avessero voglia di leggere, fatto sta che quella sera i ragazzi presero ognuno un libro e se ne andarono in un angolo remoto del giardino. Either they were tired of having played too much in the dark or really wanted to read, the fact is that that night the boys each took a book and went to a remote corner of the garden. Soit ils en avaient marre d'avoir trop joué les yeux bandés, soit ils voulaient vraiment lire, le fait est que ce soir-là les garçons prirent chacun un livre et se rendirent dans un coin reculé du jardin. То ли они устали играть вслепую, то ли очень хотели читать, дело в том, что в тот вечер мальчики взяли каждый по книге и отправились в дальний уголок сада. 要么厌倦了玩太多盲鱼,要么真的很想看书,事实是那天晚上,男孩们各自拿着一本书,走到了花园的一个偏僻角落。 Subito che furono accoccolati sull’erba, Carlo che era il più grande e il più prepotente e che aveva preso da poco l’esame di quarta elementare, aprì la sua brava storia romana e alla Mariuccia che aveva un anno meno di lui: Sobald sie im Gras hockten, eröffnete Carlo, der Größte und Arroganteste, der gerade die Prüfung der vierten Klasse abgelegt hatte, seine gute römische Geschichte und Mariuccia, die ein Jahr jünger war als er: As soon as they were huddled on the grass, Carlo, who was the biggest and most arrogant and who had just taken the fourth grade exam, opened his good Roman history and Mariuccia, who was a year younger than him: Как только они присели на траву, Карло, самый крупный и заносчивый, только что сдавший экзамен в четвертом классе, открыл свою добрую римскую историю и Мариучче, которая была на год младше его: 刚蹲在草地上,身形最大、最嚣张、最近刚考完四年级的卡洛,就打开了自己的好罗马史,对着比他小一岁的马里乌西亚:

— Siamo rimasti - disse - a Spurio Cassio. „Wir sind geblieben“, sagte er, „bei Spurius Cassio.“ "We are," he said, "at Spurius Cassio. «Мы остановились, — сказал он, — у Спурия Кассио». “我们留下来,”他说,“给斯普里乌斯·卡西奥。”

— Chi era? - Who was? - Кто был? - 谁是? domandò la Nina. fragte Nina. Nina asked. — спросила Нина. 尼娜问道。

— Zitta - mormorò Topolino - sarà un brutto gigante di quelli che fanno male a' bambini che poi viene la fata bianca... - Halt die Klappe - murmelte Mickey - es wird ein hässlicher Riese von denen sein, die Kinder verletzen, der dann die weiße Fee kommt ... "Shut up," murmured Mickey Mouse, "it will be an ugly giant of those who hurt children, who then comes the white fairy ..." - Заткнись, - пробормотал Микки, - это будет уродливый великан из тех, кто обижает детей, кто потом придет белая фея... - 闭嘴 - 米奇喃喃道 - 这将是那些伤害孩子的丑陋巨人,然后是白色仙女...... Ma la Nina non fu persuasa: e alzatasi e messe le mani sul libro che Carlo teneva aperto sopra le ginocchia, ridomandò: Aber Nina ließ sich nicht überzeugen: und stand auf, legte ihre Hände auf das Buch, das Carlo über seinen Knien offen hielt, und fragte noch einmal: But Nina was not persuaded: and getting up and putting her hands on the book that Carlo kept open above her knees, she replied: Но Нину это не убедило: встав и положив руки на книгу, которую Карло держал раскрытой над коленями, она снова спросила: 但尼娜并没有被说服:她站起身,把手放在卡洛放在膝盖上的那本书上,她又问道:

— È vero che Spu... questo che hai nominato, era un gigante di quelli... - Es ist wahr, dass Spu ... dieser, den Sie genannt haben, ein Riese von diesen war ... - It's true that Spu ... this you named, was a giant of those ... - Верно, что Спу... этот, которого ты назвал, был великаном из тех...

— Chetati, seccatrice. - Leise, lästig. - Chetati, annoying. - Тихо, неприятно.

— Me l’ha detto Topolino. - Mickey Mouse told me. - Микки сказал мне.

— Topolino è un seccatore anche lui, conchiuse Carlo; e prima che la Nina avesse tempo di replicare cominciò a leggere: - Mickey is a nuisance too, he concluded Carlo; and before Nina had time to reply, he began to read: - Микки-Маус тоже мешает, - заключил Карло; и прежде чем Нина успела ответить, она начала читать:

«Spurio Cassio era il personaggio più insigne del tempo suo»... «Spurio Cassio was the most distinguished character of his time» ... «Спурий Кассио был самой выдающейся личностью своего времени»...

— Che vuol dire insigne? - What does it mean? - Что значит отличился? — interruppe Topolino. - interrupted Mickey Mouse.

— Se non lo sai — rispose Michele, un altro dè grandi, cercalo sul vocabolario. - If you do not know it - replied Michele, another great god, look for him on the dictionary.

— Io non ce l’ho il vocabolario. - I don't have the vocabulary.

— Insigne, insigne... Come si fa, gridò Carlo, a non sapere quel che vuol dire insigne? "Distinguished, distinguished ... How can you, cried Carlo, not know what distinguished means?" vuol dire alto, generoso. it means high, generous.

— Forte, ricco, brava persona — ribadì Michele. "Strong, rich, good person," Michele said.

— Senti, senti, osservò spalancando gli occhi la Nina, quante cose vuol dire! - Listen, look, she looked at Nina's eyes wide, how many things it means!

— Costui, — continuò Carlo, — destò le ire della propria casa. „Dieser Mann“, fuhr Carlo fort, „erregte den Zorn seines eigenen Hauses.“ "This man," continued Carlo, "aroused the wrath of his home.

— Dice casta — osservò la Mariuccia che teneva dietro cogli occhi alla lettura. "He says caste," remarked Mariuccia, who was keeping a close eye on the reading.

— O casa o casta, è la stessa; proponendo la legge che fu detta legge agraria... - Entweder Haus oder Kaste, es ist dasselbe; das Gesetz vorschlagen, das Agrargesetz genannt wurde ... - O house or caste, it is the same; proposing the law that was called agrarian law ...

— No, smetti, questa non è divertente, — osservò Topolino, — non si capisce nulla. - Nein, hör auf, das ist nicht lustig, - bemerkte Micky Maus, - du verstehst nichts. - No, stop, this is not funny, - observed Mickey Mouse, - you do not understand anything. Tutte parolaccie... Alles böse Worte ... All bad words ... 所有的坏话...

— Ma che parolaccie: se non le capisci è colpa tua. - Was für schlimme Worte: Wer sie nicht versteht, ist selber schuld. - What bad words: if you don't understand them it's your fault. - 什么坏话:如果你不理解它们,那是你的错。

— Questo poi no — gridò la Mariuccia. „Das nicht“, rief Mariuccia. "Not that," Mariuccia cried. “不是那样的,”Mariuccia 叫道。 — Topolino ha ragione: se è un libro che lo dobbiamo leggere noi, bisognerebbe che ci mettessero delle parole che le intendiamo, o se no bisognerebbe ce le spiegassero. - Micky Maus hat Recht: Wenn es ein Buch ist, das wir lesen müssen, sollten wir einige Wörter hineinsetzen, damit wir sie verstehen, oder wenn nicht, sollten wir sie uns erklären. - Mickey Mouse is right: if it is a book that we have to read, we should put some words in it that we understand them, or if not we should explain them to us. - 米老鼠是对的:如果这是一本我们必须阅读的书,我们应该在里面写一些我们理解的词,或者如果不是我们应该向我们解释它们。 La Nina e Topolino incoraggiati da quell’uscita che la Mariuccia aveva fatta, mettendosi tanto di mani sui fianchi, gridarono in coro: Nina und Mickey, ermutigt von Mariuccias Abgang, stemmten beide Hände in die Hüften und riefen im Chor: Nina and Mickey, encouraged by the exit Mariuccia had made, putting their hands on their hips, shouted in chorus: 尼娜和米奇被马里乌西亚的退出所鼓舞,双手叉腰,齐声喊道:

— Questa no! - Das Nein! - This no! - 这不! questa no! this no! 这不! Una novella! A novel! 一本小说!

— Quella del gatto stivalato! - That of the booted cat! - 那只靴子猫!

— Quella dei quattro maghi e del pastore! - That of the four magicians and the shepherd! - 四个魔术师和牧羊人的那个!

— Ma che novella, s’alzò a dire Michele — voi altri non sognate altro che novelle. - Was für Neuigkeiten, stand Michele auf, um zu sagen - ihr anderen träumt von nichts als Neuigkeiten. - What news, Michele got up to say - you others dream of nothing but news. - 什么消息,米歇尔站起来说 - 你们其他人的梦想只有新闻。 C’era una volta un re... Once upon a time there was a king ... 从前有一个国王...

— Che aveva tre figliuole — continuò Carlo. "That he had three daughters," continued Carlo. “他有三个女儿,”卡洛继续说。

— La più piccina si chiamava Rosetta, aggiunse la Mariuccia. - The youngest was called Rosetta, Mariuccia added. - Mariuccia 补充说,最小的被称为 Rosetta。 Poi tutte e tre insieme strascicando le parole: Dann zeichnen alle drei zusammen die Worte: Then all three together, drawing the words: 然后三个人一起画出一句话:

— E era bella come un occhio di sole... - And she was as beautiful as a sun's eye ... - 她像太阳的眼睛一样美丽......

La Nina e Topolino capirono la canzonatura: e senza fiatare e combinandosi in uno stesso pensiero s’alzarono, presero i loro libri e fecero per andarsene. Nina und Micky Maus verstanden den Spott: und ohne ein Wort und in demselben Gedanken vereint, standen sie auf, nahmen ihre Bücher und machten sich auf den Weg. Nina and Mickey Mouse understood the mockery: and without a word and combining in the same thought they got up, took their books and started to leave. 尼娜和米老鼠听懂了其中的嘲讽:二话不说,同心合意地起身,拿起书本,准备离开。

— Ecco subito i permalosi! - Hier sind die Heiklen! - Here are the touchy ones! - 这里是敏感的! guardateli lì, se non si fa a modo loro, subito se ne vanno. look at them there, if you don't have their way, they immediately leave. 看看他们那里,如果你没有他们的方式,他们会立即离开。 Dove andate, si può sapere? Wohin gehst du, kannst du es wissen? Where are you going, can you know?

E Topolino con un dito fra' denti e guardando cogli occhi fissi Michele che l’interrogava: Und Mickey Mouse mit einem Finger zwischen den Zähnen und starrte Michele an, der ihn befragte: And Mickey Mouse with a finger between his teeth and looking with fixed eyes at Michele who questioned him: — Via, — rispose. "Come on," he replied.

— Via, — confermò la Nina.

— A far che? - To do what?

— A leggere da noi. - To read to us.

— Da noi. - With us.

— Vadano, — disse la Mariuccia, facendo una reverenza. "Lassen Sie sie gehen," sagte Mariuccia mit einer Ehrfurcht. "Let them go," said Mariuccia, with a reverence.

La Nina e Topolino non se lo fecero dire due volte: e infilarono il viale abbracciati, portando seco i loro libri di novelle dov’erano raccontate le avventure di Poghettino e i portenti dell’Uccellino blu. Nina und Topolino ließen sich das nicht zweimal sagen: Sie betraten die Allee, umarmten sich und nahmen ihre Kurzgeschichtenbücher mit, in denen die Abenteuer von Poghettino und die Omen des Blauen Vogels erzählt wurden. Nina and Topolino did not let themselves be told twice: and they entered the avenue embracing each other, taking with them their books of short stories where the adventures of Poghettino and the portents of the Blue Bird were told. Ma il piacere di leggere què racconti, che, tanto li avevano letti e riletti, dovevano oramai sapere a memoria, non appariva loro come un piacere completo. Aber das Vergnügen, diese Geschichten zu lesen, die sie so oft gelesen und wieder gelesen hatten und die sie nun auswendig kennen mussten, erschien ihnen nicht als vollkommenes Vergnügen. But the pleasure of reading these stories, which they had read and reread so much, by now they had to know by heart, did not appear to them as a complete pleasure. In fondo, in fondo sarebbero stati volentieri anche loro coi più grandi; desiderio che traluceva in una lacrimina ond’erano inumiditi gli occhi di Topolino e nell’aria di imbroncimento che al viso della Nina davano le ciglia aggrottate e le labbra sporgenti. Schließlich wären sie ja auch gern bei den Älteren gewesen; Verlangen, das in einer Träne schien, wo Mickys Augen befeuchtet waren, und in der finsteren Luft, die gerunzelte Wimpern und hervorstehende Lippen Ninas Gesicht verliehen. After all, after all they would have been gladly too with the older ones; a wish that shone in a tear from the eyes of Mickey Mouse and into the air of frowning that gave Nina's face frowning and protruding lips.

Quando il babbo, che dal terrazzo gli aveva visti andar via cogli altri, dallo stesso luogo li scorse tornare a quel modo: Als sein Vater, der ihn mit den anderen von der Terrasse weggehen sah, sah er sie von derselben Stelle auf diese Weise zurückkehren: When his father, who had seen him go away from the terrace with the others, from the same place he saw them return in that way:

— Che c’è? - Was ist los? - What's up? Che è stato? Was war es? What was it? Vi siete leticati secondo il solito? Hast du wie üblich leticize? Did you leticize as usual?

— Carlo ci canzona. - Carlo neckt uns. - Carlo teases us.

— La Mariuccia ci fa le reverenze. - Mariuccia pays us reverences.

Subito appena udirono pronunziata l’accusa, gli accusati in tre salti furono dirimpetto al giudice, ossia al babbo. Als sie die Anklage hörten, waren die Angeklagten mit drei Sprüngen vor dem Richter, also dem Vater. As soon as they heard the accusation pronounced, the accused in three leaps were in front of the judge, that is to say to the father.

— Non è vero, disse Carlo, io volevo leggere la storia romana e loro non vogliono sentire che novelle. - That's not true, said Carlo, I wanted to read Roman history and they don't want to hear anything but news.

— No — replicò singhiozzando Topolino — io sto a sentire tutto... ma io certe parole... e poi lui non spiega... e oggi c’era uno Spu... Spu... che... Io anche le bestie mi divertono... se avessi un bel libro di bestie... - Nein - antwortete Mickey schluchzend - Ich höre mir alles an ... aber ich habe bestimmte Wörter ... und dann erklärt er es nicht ... und heute gab es eine Spu ... Spu ... die ... ich Auch Bestien amüsieren mich ... wenn ich ein gutes Buch über Bestien hätte ... - No - Mickey replied sobbing - I listen to everything ... but I have certain words ... and then he doesn't explain ... and today there was a Spu ... Spu ... who ... I too beasts amuse me ... if I had a good book of beasts ...

— Ah! sicuro — interruppe Michele — si leggerebbe anche noi. sure - interrupted Michele - we would read too.

— Bene! Vi comprerò il libro delle bestie. I'll buy you the book of beasts.

— No senti — disse la Mariuccia — un libro si legge presto e poi quando s’è letto una volta o due si sa a mente e non si guarda più. "No," said Mariuccia, "you hear a book, you read it soon and then when you read it once or twice you know it and you do not look at it anymore. Compraci... Sai, babbo quelle bimbe americane che erano ai bagni con noi l’anno passato? Kaufen Sie uns ... Weißt du, Papa, diese amerikanischen Mädchen, die letztes Jahr mit uns im Badezimmer waren? Buy us ... You know, dad, those American girls who were in the bathroom with us last year? Sai, loro ogni settimana avevano dal postino un libro. Weißt du, sie haben jede Woche ein Buch vom Postboten bekommen. You know, they had a book from the postman every week. No un libro... Not a book...

— Un giornale? - A newspaper?

— Sì un giornale...

— Ah! già...

— Oh! tu avessi visto, babbo mio, com’era bello! Du hattest gesehen, mein Vater, wie schön er war! you had seen, my father, how beautiful he was!

— Oh — gridarono tutti in coro i ragazzi — com’era bello. "Oh", riefen die Jungs alle im Chor, "wie schön war das." "Oh," the boys all shouted in chorus, "how beautiful it was."

— Senti, — seguitò la Mariuccia — c’erano tante figure e tante cose da leggere: in una pagina c’era una novella e in un’altra raccontavano quel che fanno certi animali e in un’altra una cosa di storia... - Hören Sie, - fuhr Mariuccia fort - es gab so viele Figuren und so viele Dinge zu lesen: Auf einer Seite war eine Geschichte und auf einer anderen erzählten sie, was bestimmte Tiere tun, und auf einer anderen etwas Geschichte ... - Listen, - Mariuccia went on - there were so many pictures and so many things to read: on one page there was a story and in another they told what certain animals do and in another a thing of history ...

— E le vite dè fanciulli celebri. - Und das Leben berühmter Kinder. - And the lives of famous children.

— E tante poesie carine da impararsi a mente. - And lots of cute poems to learn in your head.

— E la descrizione di certe fabbriche ove fanno i mobili, gli aghi. - Und die Beschreibung bestimmter Fabriken, in denen Möbel und Nadeln hergestellt werden. - And the description of certain factories where they make furniture, needles.

— E tanti viaggi in Africa, in Asia. - And many trips to Africa, Asia.

— C’era fino il teatro dei burattini — soggiunse Topolino. "There was up to the puppet theater," added Mickey.

— Ma che burattini! — replicò Carlo.

— Sì, sì i burattini. Me ne ricordo. I remember. C’era una figurina d’un teatrino con tanti bambini. There was a figurine of a theater with many children.

— Ha ragione Topolino.

— Ah! com’era bello.

E tutti in coro:

— Compraci quello, babbo, compraci quello... "Buy us that, papa, buy us that..."

— Figliuoli miei, quello è impossibile ve lo compri... - Meine Kinder, das ist unmöglich, man kann es kaufen ... - My children, that is impossible, you can buy it ...

— Perché?

— Perché in Italia non c’è... — Because in Italy there is no…

— Perché non lo fanno? "Why don't they do it?"

— Perché perché... — conchiuse il babbo — il perché non lo so nemmeno io... Andate siate buoni e se codesti libri non gl’intendete o li sapete a memoria, ve ne comprerò degli altri. - Weil warum ... - schloss der Vater - warum weiß ich auch nicht ... Sei brav, und wenn du diese Bücher nicht verstehst oder auswendig kannst, kaufe ich dir andere. - Because why ... - concluded the father - why I don't even know ... Go, be good and if you don't understand these books or know them by heart, I'll buy you some others.

***

In un’altra occasione quella promessa avrebbe messo di molto buon umore i ragazzi: ma quel giorno non fece loro né caldo né freddo. Bei einer anderen Gelegenheit hätte dieses Versprechen die Jungen in sehr gute Laune versetzt: aber an diesem Tag wurde es ihnen weder heiß noch kalt. On another occasion that promise would have put the boys in a very good mood: but that day it made them neither hot nor cold. Ormai la Mariuccia aveva ridestato nelle menti loro il ricordo del bel giornale americano veduto ai bagni, e il desiderio di averlo tanto più vivo quanto era più difficile l’appagarlo. Inzwischen hatte Mariuccia in ihren Köpfen die Erinnerung an die schöne amerikanische Zeitung geweckt, die sie im Badezimmer gesehen hatten, und den Wunsch, sie umso lebendiger zu haben, je schwieriger es war, sie zu befriedigen. By now Mariuccia had awakened in their minds the memory of the beautiful American newspaper they had seen in the bathrooms, and the desire to have it all the more alive the more difficult it was to satisfy it.

E intanto il babbo rimuginava le domande ultime dei bambini. Und währenddessen grübelte der Vater über die letzten Fragen der Kinder nach. And meanwhile the father mulled over the last questions of the children.

— Perché non c’è? Perché non lo fanno?

— E aggiunse del suo: Perché quel che si fa per i bambini in America, in Inghilterra, in Francia, non s’ha da fare in Italia? Und er fügte von sich aus hinzu: Warum soll das, was in Amerika, in England, in Frankreich für Kinder getan wird, in Italien nicht getan werden? And he added of his own: Why what is done for children in America, in England, in France, is not to be done in Italy?

Tante volte si fece queste interrogazioni, che alla fine giudicò utile di rispondere non colle parole ma co' fatti. So oft stellte er sich diese Fragen, dass er es am Ende sinnvoll fand, sie nicht mit Worten, sondern mit Taten zu beantworten. So many times he asked himself these questions that in the end he found it useful to answer not with words but with deeds. E la risposta, ragazzi miei, eccola qui. Und die Antwort, meine Jungs, hier ist sie. And the answer, my boys, here it is.