×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

Musica, Gabriella Ferri - La società dei magnaccioni

Gabriella Ferri - La società dei magnaccioni

La società dei magnaccioni

--

Fatece largo che passamo noi,

Sti giovanotti de sta Roma bella,

Semo regazzi fatti cor pennello,

E le regazze famo innamorà.

E le regazze famo innamorà.

--

Ma che ce frega, ma che ce importa,

Se l'oste ar vino c'ha messo l'acqua,

E noi je dimo, e noi je famo,

C'hai messo l'acqua, e nun te pagamo, ma però,

Noi semo quelli, che ja risponnemo n'coro,

è mejo er vino de li Castelli

Che de sta zozza società

--

Ma si per caso la socera more

se famo du spaghetti amatriciana,

bevemo un par de litri a mille gradi,

s'ambriacamo e n'ce pensamo più

s'ambriacamo e n'ce pensamo più.

--

Che ce arifrega che ce arimporta

Se l'oste ar vino ci ha messo l'acqua

E noi je dimo e noi je famo

C'hai messo l'acqua, e nun te pagamo, ma però,

Noi semo quelli, che ja risponnemo n'coro,

è mejo er vino de li Castelli

Che de sta zozza società

--

Ce piacciono li polli

Li abbacchi e le galline

Perché non c'hanno spine

Nun so' come er baccalà

La società dei magnaccioni

La società della gioventù

A noi ce piace de magna e beve

E nun ce piace de lavorà

--

Portace 'nantro litro

Che noi se lo bevemo

E poi jarrisponnemo

--

Embe' embe' che c'è

E quanno er vino embe'

C'arriva al gozzo embe'

Ar gargarozzo embe'

Ce fa 'n figozzo embe'

Pe falla corta pe falla breve

Mio caro oste portace da beve

Da beve da beve


Gabriella Ferri - La società dei magnaccioni Gabriella Ferri - The society of the magnaccioni

La società dei magnaccioni

--

Fatece largo che passamo noi, Make way for us to pass,

Sti giovanotti de sta Roma bella, Sti young men of this beautiful Rome,

Semo regazzi fatti cor pennello, Semo regazzi made with a brush,

E le regazze famo innamorà. And the famous girls will fall in love.

E le regazze famo innamorà. And the famous girls will fall in love.

--

Ma che ce frega, ma che ce importa, What do we care, what do we care,

Se l'oste ar vino c'ha messo l'acqua, If the landlord of wine has put water in it,

E noi je dimo, e noi je famo,

C'hai messo l'acqua, e nun te pagamo, ma però,

Noi semo quelli, che ja risponnemo n'coro,

è mejo er vino de li Castelli

Che de sta zozza società

--

Ma si per caso la socera more

se famo du spaghetti amatriciana,

bevemo un par de litri a mille gradi,

s'ambriacamo e n'ce pensamo più

s'ambriacamo e n'ce pensamo più.

--

Che ce arifrega che ce arimporta

Se l'oste ar vino ci ha messo l'acqua

E noi je dimo e noi je famo

C'hai messo l'acqua, e nun te pagamo, ma però,

Noi semo quelli, che ja risponnemo n'coro,

è mejo er vino de li Castelli

Che de sta zozza società

--

Ce piacciono li polli

Li abbacchi e le galline

Perché non c'hanno spine

Nun so' come er baccalà

La società dei magnaccioni

La società della gioventù

A noi ce piace de magna e beve

E nun ce piace de lavorà

--

Portace 'nantro litro

Che noi se lo bevemo

E poi jarrisponnemo And then jarrisponnemo

--

Embe' embe' che c'è Embe 'embe' that there is

E quanno er vino embe' And when the wine embe '

C'arriva al gozzo embe' It arrives at the gozzo embe '

Ar gargarozzo embe' Ar gargarozzo embe '

Ce fa 'n figozzo embe'

Pe falla corta pe falla breve

Mio caro oste portace da beve

Da beve da beve