×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

Podcast Italiano subtitled, Il nostro San Valentino - Vlog - Learn Italian, with subs

Il nostro San Valentino - Vlog - Learn Italian, with subs

- Come va? Come state? È da un po' che non registravo un vlog, perché è da un po' che

non faccio niente, che sono sempre a casa, ventiquattro ore su ventiquattro (o quasi).

- Meglio? - Pronta.

D: Erika, stavo dicendo che è da mesi che non facciamo un vlog. Non so se mi ricordo come si fa.

D: Se non sbaglio l'ultimo vlog risale a novembre scorso,

ti ricordi? Quando erano state appena imposte le mascherine…

E: Ah, è vero, eravamo a Torino, forse? D: …obbligatorie. Sono passati… quanti?

Cinque mesi, tipo? E: Eh, sì.

D: Adesso c'è un po' più di libertà. Qua in Italia c'è un sistema di zone in base

al livello di pericolo, adesso siamo di nuovo in zona gialla, che significa che possiamo spostarci

all'interno della regione, ma non possiamo uscire dalla regione. Sono un po' chiaro,

vero? Quindi adesso faremo… faremo un giro, insomma, per cambiare un po' aria.

E: Per fare una passeggiata in un posto un po' diverso.

D: Esatto. E… vi porteremo… vi porteremo con noi, se mi ricorderò come si fanno questi video.

Io ed Erika abbiamo deciso di fare una gita all'interno della nostra regione (anche

perché non si può uscire dalla propria regione al momento). Abbiamo deciso di visitare Biella, una

piccola (ma storica) cittadina nel Piemonte del Nord, in cui io personalmente non ero mai stato.

D: Erika, cosa stavi dicendo? E: No, stavo dicendo che,

diciamo che hanno un po' stufato quei discorsi del tipo “Ah, eravamo felici e non lo sapevamo”.

Però dicevo “cavolo, cioè questo una volta era la normalità” e adesso è l'eccezione,

cioè abbiamo dovuto approfittare di questo momento di libertà per venire a pochi chilometri,

alla fine. D: Sì.

D: Io ed Erika guardiamo tutti i negozi come se fossero qualcosa di incredibile.

E: Uau, guarda questa libreria! D: Ci stiamo rendendo conto che

forse non usciamo da un po' di tempo e qualsiasi cosa ci

sembra degna di nota. E: Ci meraviglia.

D: Questa scritta darà fastidio a tante persone.

D: Anche questa scritta darà fastidio a un po' di persone tra voi.

D: A Biella ci sono dei mini-portici. D: Che giorno è oggi, Erika?

E: Oggi è il 14 febbraio, ovvero… San Valentino.

Non sapevo assolutamente niente di Biella, ma l'ho trovata una cittadina molto carina. Biella ha

alcuni luoghi d'interesse, come per esempio quello che vedete qui: la Cattedrale di Santo Stefano,

costruita a partire dal 1402 e ristrutturata in stile neogotico alla fine del diciottesimo secolo.

È abbastanza… abbastanza carina, devo dire, non c'ero mai venuto, però mi sta piacendo finora.

Potrebbe forse essere il fatto che dopo - novembre, dicembre, gennaio, febbraio. No,

tre mesi, non ci mesi - che non esci di casa… E: Davide, dai, dicci il tuo parere su San

Valentino, questa festività così, un po' controversa. Cosa ne pensi,

pensi che sia commerciale? D: Mah… un po' come Halloween,

è una festa che non è tipicamente italiana, mi sembra, che però adesso è un'occasione per

vendere prodotti. Non lo so, non ho niente in particolare contro questa festività.

E: Niente polemiche per fare più views, mi spiace. D: E tu Erika, che cosa ne pensi di San Valentino?

E: Ma, io penso più o meno come te, che non ci sia niente di che, mi sembra una festa come un'altra,

come la Festa della Mamma, la festa della Papà. Alla fine cosa c'è di male nel festeggiare gli

innamorati, cosa ci fanno di male? D: Ma noi la festeggiamo?

E: Sapete cosa sono queste… questi piccoli pezzi di carti che si vedono

per terra. Non si chiamano confetti. D: No, si chiamano coriandoli,

in italiano. Ciò significa che c'è appena stato carnevale.

E: Comunque non abbiamo parlato del fatto che da quando siamo diventati zona gialla

il primo weekend ha fatto un tempo terribile, terribile, pioveva sabbia del Sahara, davvero. E

questo weekend fa un freddo becco, cioè, fa freddissimo. Però almeno c'è il sole,

e quindi abbiamo deciso di uscire. In questo video non vi faccio vedere niente di speciale, me ne rendo conto. Ma, vi dico la verità, dopo un'eternità passata chiuso

in casa, una gita, seppur semplice come questa, è come una boccata d'aria fresca.

Dopo una breve passeggiata siamo andati in un bar. Entrare in un

locale dopo vari mesi ha generato in me sentimenti contrastanti. Da un lato mi

sentivo un po' strano a stare in una stanza chiusa con così tante persone, così vicine;

dall'altro lato però andare a prendermi un caffè come in tempi normali mi ha fatto piacere.

D: Sei soddisfatta di questa tappa? E: Sì, dai, è stato rilassante.

Niente di che, però rilassante. D: Non entravo in un locale da novembre.

Poi siamo andati a Candelo, un luogo molto interessante poco lontano da Biella di cui

non avevo mai sentito parlare. Candello è un ricetto: ora Erika ci spiega che cos'è.

-Praticamente è, diciamo, una zona fortificata da delle mura, con una forma pentagonale. E

praticamente ci sono tutte queste cellule, cioè questi edifici, circa 200 (duecento) mi sembra,

che venivano utilizzati in tempo di pace per proteggere i beni più preziosi della comunità,

ovvero vino e granaglie (quindi grano) e invece di tempo di guerra ovviamente come rifugio,

diciamo. Quindi praticamente questi edifici da quello che ho capito non

erano abitati in pianta stabile, ma era più una specie di magazzino,

se ho capito bene. Questo è uno di quelli meglio conservati, e quindi più iconici del Piemonte.

D: Spesso si dice che in Italia le strade sono strette, ma non capisco proprio perché.

Mi sembra una cosa falsa, comunque abbiamo strade grandi a Torino, cioè, si passa bene.

D: Diciamo che non è adatta ai claustrofobici. D: Non ero mai stato in un ricetto,

devo dire la verità.

E: Non sapevo neanche che esistesse questo posto, devo dire. Incredibile.

D: Esatto, questa è l'Italia, esistono posti del genere e noi nemmeno lo sappiamo. Così,

un posto vecchio seicento (600) anni. D: queste aperture in italiano si chiamano

“feritoie”, perché ti permettono di ferire, di attaccare gli avversari in tutta sicurezza.

Dal ricetto si apre un bel panorama sulle Alpi,

che in questa stagione sono innevate. Sono davvero uno spettacolo.

Tornando da Candelo abbiamo avuto un incontro con un esemplare della fauna locale.

E:

Siamo sulla via del ritorno, già in autostrada. Approfittiamo per salutarvi. È

stata una bella gita, devo dire, molto riposante, è stato bello rivedere, insomma,

un po' di facce nuove e un po' di posti un po' diversi dal solito. Anche perché

non sappiamo questa libertà fino a quando potrà durare, quindi ne abbiamo approfittato,

diciamo. Speriamo vi sia piaciuto venire con noi in questa passeggiata, speriamo di avervi

tenuto compagnia con questo video e di avervi insegnato qualcosa e ci vediamo, alla prossima.

Grazie per aver visto questo vlog. Ditemi: nei vostri paesi qual è la situazione? Potete uscire

di casa, andare in giro? Scrivetemi nei commenti. Vi ricordo che se vi interessano materiali bonus

relativi a questo video li trovate nel mio Podcast Italiano Club su Patreon. A proposito,

ringrazio tutti i membri che vedete sullo schermo. Siete già più di 600 e, davvero, non potrei essere

più felice e grato. Un grazie di cuore. Detto questo, ci vediamo nel prossimo video. Ciao ciao!


Il nostro San Valentino - Vlog - Learn Italian, with subs Unser Valentinstag - Vlog - Italienisch lernen, mit Untertiteln Our Valentine's Day - Vlog - Learn Italian, with subs Nuestro San Valentín - Vlog - Aprender italiano, con subs Notre Saint-Valentin - Vlog - Apprendre l'italien, avec des sous-marins O nosso Dia dos Namorados - Vlog - Aprender italiano, com subs Vår alla hjärtans dag - Vlog - Lär dig italienska, med subs

- Come va? Come state? È da un po' che non  registravo un vlog, perché è da un po' che - How are you? How are you? It's been a while since I logged a vlog, because it's been a while since

non faccio niente, che sono sempre a casa,  ventiquattro ore su ventiquattro (o quasi). I do nothing, that I am always at home, twenty-four hours a day (or almost).

- Meglio? - Pronta. - Better? - Ready.

D: Erika, stavo dicendo che è da mesi che non  facciamo un vlog. Non so se mi ricordo come si fa. Q: Erika, I was saying that we haven't done a vlog for months. I don't know if I remember how.

D: Se non sbaglio l'ultimo  vlog risale a novembre scorso, Q: If I'm not mistaken, the last vlog dates back to last November,

ti ricordi? Quando erano state  appena imposte le mascherine… do you remember? When the masks had just been imposed ...

E: Ah, è vero, eravamo a Torino, forse? D: …obbligatorie. Sono passati… quanti? E: Ah, it's true, we were in Turin, perhaps? D:… mandatory. It's been ... how many?

Cinque mesi, tipo? E: Eh, sì. Five months, like? E: Eh, yes.

D: Adesso c'è un po' più di libertà. Qua  in Italia c'è un sistema di zone in base D: Now there is a little more freedom. Here in Italy there is a system of zones based on

al livello di pericolo, adesso siamo di nuovo in  zona gialla, che significa che possiamo spostarci at the danger level, we are now in the yellow zone again, which means we can move

all'interno della regione, ma non possiamo  uscire dalla regione. Sono un po' chiaro,

vero? Quindi adesso faremo… faremo un  giro, insomma, per cambiare un po' aria.

E: Per fare una passeggiata  in un posto un po' diverso.

D: Esatto. E… vi porteremo… vi porteremo con  noi, se mi ricorderò come si fanno questi video.

Io ed Erika abbiamo deciso di fare una gita  all'interno della nostra regione (anche Erika and I decided to take a trip within our region (also

perché non si può uscire dalla propria regione al  momento). Abbiamo deciso di visitare Biella, una

piccola (ma storica) cittadina nel Piemonte del  Nord, in cui io personalmente non ero mai stato.

D: Erika, cosa stavi dicendo? E: No, stavo dicendo che, D: Erika, what were you saying? E: No, I was saying that,

diciamo che hanno un po' stufato quei discorsi  del tipo “Ah, eravamo felici e non lo sapevamo”. let's just say they got a little tired of those "Ah, we were happy and didn't know it" speeches.

Però dicevo “cavolo, cioè questo una volta  era la normalità” e adesso è l'eccezione, But I said "man, that was once the norm" and now it's the exception,

cioè abbiamo dovuto approfittare di questo  momento di libertà per venire a pochi chilometri, that is, we had to take advantage of this moment of freedom to come within a few miles,

alla fine. D: Sì.

D: Io ed Erika guardiamo tutti i negozi  come se fossero qualcosa di incredibile.

E: Uau, guarda questa libreria! D: Ci stiamo rendendo conto che

forse non usciamo da un po'  di tempo e qualsiasi cosa ci

sembra degna di nota. E: Ci meraviglia. looks noteworthy. E: It amazes us.

D: Questa scritta darà fastidio a tante persone.

D: Anche questa scritta darà  fastidio a un po' di persone tra voi.

D: A Biella ci sono dei mini-portici. D: Che giorno è oggi, Erika?

E: Oggi è il 14 febbraio, ovvero… San Valentino.

Non sapevo assolutamente niente di Biella, ma  l'ho trovata una cittadina molto carina. Biella ha I knew absolutely nothing about Biella, but I found it a very nice town. Biella has

alcuni luoghi d'interesse, come per esempio quello  che vedete qui: la Cattedrale di Santo Stefano,

costruita a partire dal 1402 e ristrutturata in  stile neogotico alla fine del diciottesimo secolo.

È abbastanza… abbastanza carina, devo dire, non  c'ero mai venuto, però mi sta piacendo finora.

Potrebbe forse essere il fatto che dopo -  novembre, dicembre, gennaio, febbraio. No, It could perhaps be the fact that after - November, December, January, February. No,

tre mesi, non ci mesi - che non esci di casa… E: Davide, dai, dicci il tuo parere su San three months, not months - you don't leave the house ... E: Davide, come on, tell us your opinion on San

Valentino, questa festività così,  un po' controversa. Cosa ne pensi,

pensi che sia commerciale? D: Mah… un po' come Halloween,

è una festa che non è tipicamente italiana,  mi sembra, che però adesso è un'occasione per

vendere prodotti. Non lo so, non ho niente  in particolare contro questa festività. sell products. I don't know, I have nothing in particular against this holiday.

E: Niente polemiche per fare più views, mi spiace. D: E tu Erika, che cosa ne pensi di San Valentino? E: No controversy to make more views, sorry. Q: And you Erika, what do you think about Valentine's Day?

E: Ma, io penso più o meno come te, che non ci sia  niente di che, mi sembra una festa come un'altra,

come la Festa della Mamma, la festa della Papà.  Alla fine cosa c'è di male nel festeggiare gli

innamorati, cosa ci fanno di male? D: Ma noi la festeggiamo?

E: Sapete cosa sono queste… questi  piccoli pezzi di carti che si vedono E : Tu sais ce que c'est… ces petits bouts de papier que tu vois

per terra. Non si chiamano confetti. D: No, si chiamano coriandoli, on the ground. They are not called confetti. D: No, they're called confetti, par terre. On ne les appelle pas des confettis. D : Non, ils s'appellent des confettis,

in italiano. Ciò significa che  c'è appena stato carnevale.

E: Comunque non abbiamo parlato del fatto  che da quando siamo diventati zona gialla

il primo weekend ha fatto un tempo terribile,  terribile, pioveva sabbia del Sahara, davvero. E the first weekend was terrible, terrible, it was raining sand from the Sahara, really. And

questo weekend fa un freddo becco, cioè,  fa freddissimo. Però almeno c'è il sole,

e quindi abbiamo deciso di uscire. In questo video non vi faccio vedere niente di speciale, me ne rendo conto. Ma, vi  dico la verità, dopo un'eternità passata chiuso

in casa, una gita, seppur semplice come  questa, è come una boccata d'aria fresca. at home, a trip, even as simple as this one, is like a breath of fresh air.

Dopo una breve passeggiata siamo  andati in un bar. Entrare in un

locale dopo vari mesi ha generato in me  sentimenti contrastanti. Da un lato mi

sentivo un po' strano a stare in una stanza  chiusa con così tante persone, così vicine; I felt a little strange being in a closed room with so many people, so close together;

dall'altro lato però andare a prendermi un  caffè come in tempi normali mi ha fatto piacere. on the other hand, however, I was pleased to go get a coffee as in normal times.

D: Sei soddisfatta di questa tappa? E: Sì, dai, è stato rilassante. Q: Are you satisfied with this stage? E: Yes, come on, it was relaxing.

Niente di che, però rilassante. D: Non entravo in un locale da novembre.

Poi siamo andati a Candelo, un luogo molto  interessante poco lontano da Biella di cui Then we went to Candelo, a very interesting place not far from Biella whose

non avevo mai sentito parlare. Candello è  un ricetto: ora Erika ci spiega che cos'è. I had never heard of. Candello is a shelter: now Erika explains what it is.

-Praticamente è, diciamo, una zona fortificata  da delle mura, con una forma pentagonale. E -Practically it is, let's say, an area fortified by walls, with a pentagonal shape. E

praticamente ci sono tutte queste cellule, cioè  questi edifici, circa 200 (duecento) mi sembra, basically there are all these cells, that is, these buildings, about 200 (two hundred) I think,

che venivano utilizzati in tempo di pace per  proteggere i beni più preziosi della comunità, which were used in peacetime to protect the community's most valuable assets,

ovvero vino e granaglie (quindi grano) e invece  di tempo di guerra ovviamente come rifugio, i.e. wine and grain (so wheat) and instead of wartime obviously as shelter,

diciamo. Quindi praticamente questi  edifici da quello che ho capito non let's say. So basically these buildings from what I understand do not

erano abitati in pianta stabile,  ma era più una specie di magazzino, were inhabited on a permanent basis, but it was more like a warehouse,

se ho capito bene. Questo è uno di quelli meglio  conservati, e quindi più iconici del Piemonte. if I understand correctly. This is one of the best preserved, and therefore most iconic ones in the Piedmont.

D: Spesso si dice che in Italia le strade  sono strette, ma non capisco proprio perché. Q: It is often said that the roads in Italy are narrow, but I really don't understand why.

Mi sembra una cosa falsa, comunque abbiamo  strade grandi a Torino, cioè, si passa bene. This seems to me to be false, however we have big streets in Turin, I mean, it passes well.

D: Diciamo che non è adatta ai claustrofobici. D: Non ero mai stato in un ricetto, Q: Let's say it is not suitable for claustrophobics. D: I had never been in a shelter,

devo dire la verità. I have to tell the truth.

E: Non sapevo neanche che esistesse  questo posto, devo dire. Incredibile. E: I didn't even know this place existed, I must say. Unbelievable.

D: Esatto, questa è l'Italia, esistono posti  del genere e noi nemmeno lo sappiamo. Così,

un posto vecchio seicento (600) anni. D: queste aperture in italiano si chiamano a place six hundred (600) years old. D: these openings in Italian are called

“feritoie”, perché ti permettono di ferire,  di attaccare gli avversari in tutta sicurezza. “Loopholes”, because they allow you to injure, to attack opponents in complete safety.

Dal ricetto si apre un bel panorama sulle Alpi, From the shelter there is a beautiful view of the Alps,

che in questa stagione sono innevate.  Sono davvero uno spettacolo. which in this season are covered with snow. They are truly a sight.

Tornando da Candelo abbiamo avuto un  incontro con un esemplare della fauna locale. Returning from Candelo we had a meeting with a specimen of the local fauna.

E:

Siamo sulla via del ritorno, già in  autostrada. Approfittiamo per salutarvi. È We are on the way back, already on the highway. We take this opportunity to greet you. IS

stata una bella gita, devo dire, molto  riposante, è stato bello rivedere, insomma, it was a nice trip, I must say, very restful, it was nice to see again, in short,

un po' di facce nuove e un po' di posti  un po' diversi dal solito. Anche perché

non sappiamo questa libertà fino a quando  potrà durare, quindi ne abbiamo approfittato, we don't know this freedom as long as it can last, so we took advantage of it,

diciamo. Speriamo vi sia piaciuto venire con  noi in questa passeggiata, speriamo di avervi

tenuto compagnia con questo video e di avervi  insegnato qualcosa e ci vediamo, alla prossima.

Grazie per aver visto questo vlog. Ditemi: nei  vostri paesi qual è la situazione? Potete uscire

di casa, andare in giro? Scrivetemi nei commenti.  Vi ricordo che se vi interessano materiali bonus

relativi a questo video li trovate nel mio  Podcast Italiano Club su Patreon. A proposito,

ringrazio tutti i membri che vedete sullo schermo.  Siete già più di 600 e, davvero, non potrei essere thank all the members you see on the screen. You are already over 600 and, really, I couldn't be

più felice e grato. Un grazie di cuore. Detto  questo, ci vediamo nel prossimo video. Ciao ciao!