×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

Learn Italian with Lucrezia 2020, I ask a polyglot to answer your questions (subs)

I ask a polyglot to answer your questions (subs)

[Lucrezia] La prima domanda te la fa Alexandra, che ti chiede se hai

uno o due ricordi belli legati al fatto che tu parli varie lingue.

[Luca] Ok. Allora, sì, due cose da condividere: una è una storia d'amore e l'altra una storia di amicizia.

Noi siamo qua al Gianicolo, che bellissimo giusto qua sotto

a Trastevere, che un quartiere bellissimo di Roma,

mi ricordo che ero seduto in questa piazza che si chiama (Piazza) Santa Maria in Trastevere

dove le persone si riuniscono di solito anche di sera per bere e chiacchierare

e mi ricordo che a un certo punto, dietro di me, perché eravamo tutti seduti - io con i miei amici, e a un certo punto sento

un ruttone gigantesco che viene da una ragazza tra l'altro, mi giro, dico: "Oh, that's one loud burp!" in inglese, no?

Un rutto piuttosto fragoroso e questa ragazza si mette a ridere e mi chiede "ah ma tu sei americano?"

e io le dico "no, solo italiano" e da lì

l'amico che stava vicino è diventato uno dei miei migliori amici e questo grazie al fatto che ho detto "that's one loud burp"

in inglese in quel modo e poi quindi sono diventato amico. Io penso sempre che

siamo sempre circondati di persone che potenzialmente potrebbero diventare i nostri amici.

[Lucrezia] E la storia d'amore? [Luca] E la storia d'amore! La storia d'amore invece quando stavo a

Praga nel 2007 con due amici e ad un certo punto stavo nella hall di questo ostello e vedo tre ragazze francesi che stavano parlando fra loro,

cominciamo a parlare, in quei momenti scatta, no..ho detto "vous êtes françaises?", siete francesi?, e loro mi hanno chiesto appunto

"ma tu sei francese", "ma perché parli francese bene", bla bla e una di queste ragazze è diventata la mia

ragazza per cinque anni. Quindi è stato molto romantico

e molto bello grazie al francese e all'inglese.

[Lucrezia] Allora, la seconda domanda invece viene da Ilya, che ti chiede se la tua personalità cambia in base alla lingua che parli.

[Luca] Allora, io rispondevo sempre di sì, dicevo sempre che mi sento diverso

quando parlo un'altra lingua, ma secondo me non è proprio così, nel senso che secondo me quello che succede

è la seguente cosa: immaginatevi - io uso sempre questa metafora, la metafora del prisma. Il prisma viene colpito da una luce e si vedono le componenti primarie del prisma. Parlare tante lingue

per me è come mostrare i diversi lati della mia personalità, quindi sono sempre io, però la mia personalità è filtrata attraverso la cultura e il suono, il suono della lingua.

[Lucrezia] Allora la terza domanda è:

consiglieresti di imparare più lingue contemporaneamente?

[Luca] Io normalmente sconsiglio di imparare due lingue allo stesso tempo, perché

più lingue si imparano allo stesso tempo e più tempo ed energia dovresti impiegare. Io sono dell'idea che se vuoi imparare una lingua, la dovresti imparare

tutti i santi giorni. Quindi farne due tutti i santi giorni è difficile, punto primo. Punto secondo, se hai tempo da

investire nell'apprendimento delle lingue, hai un'esperienza pur sempre nell'apprendimento delle lingue e

diciamo non scegli due lingue che sono troppo simili, come l'italiano e lo spagnolo, il tedesco e l'olandese, il russo e il polacco,

allora potrebbe anche andare bene quindi la risposta è dipende da tutta una serie di circostanze.

Una cosa importante da evidenziare è che io sconsiglio

comunque di imparare due lingue troppo simili, perché di solito confliggono nella tua testa, perché hanno strutture simili, quindi il tuo cervello va a pescare

strutture simili e poi tu ti ingarbugli tutto mentalmente. [Lucrezia] E questo mi porta in realtà alla quarta domanda.

Allora, come fare appunto per non confondere lingue della stessa famiglia?

[Luca] Diciamo che, in generale, per evitare di confondere due lingue che sono simili, quello che faccio è la seguente cosa:

imparo una lingua sempre ad un livello che mi permette di

identificarmi con quella lingua. Finché non hai costruito quello che io definisco

"nucleo linguistico", non passo ad un'altra lingua simile. Se io imparassi da zero sia lo spagnolo sia il francese, sarebbe un disastro, punto primo.

Ma se io, per esempio, emigro in Spagna e già conosco il francese e parlo lo spagnolo tutti i giorni, l'errore da evitare è dimenticarsi il francese non usandolo mai. Quindi la risposta è, se vuoi

diciamo, per non confondere le due lingue, primo, devi stabilire due identità differenti per evitare anche di

perderle - dovresti cercare di usare tutte e due. Nella nostra testa ci sono due meccanismi: quello di immagazzinamento e quello di recupero; quando parli poco

una lingua, quel robottino che va a prendere le

informazioni si rompe e quindi non ti vengono più le parole in quella lingua. E poi un'altra cosa che faccio per evitare di confonderle è sostanzialmente stabilire un identità precisa in ogni lingua specifica.

[Lucrezia] Un'altra domanda è come fai a trovare persone con cui parlare le varie lingue? [Luca} Di persone ce ne stanno ovunque, qua ne passano a frotte. [Lucrezia] Sì, però la domanda era "consigli per una persona introversa".

[Luca] Ecco! Sì, perché io parlerei a chiunque! Cioè io mi giro e parlo. [Lucrezia] Però mettiti nei panni di una persona che è molto timida e introversa, come si fa? [Luca] Anzitutto, vorrei permettere questo. Io non so se credere al fatto che ci sono persone introverse o estroverse.

O meglio, ci sono sicuramente persone che sono più timide di altre, però il consiglio base è che - anche io ero timido,

non sembra, ma ero abbastanza introverso.

Secondo me, l'esperienza cambia le persone.

Ovviamente per cambiare dovresti un minimo buttarti. Per le persone particolarmente timide, quello che consiglierei di fare è fare le cose per gradi.

Ho letto di recente, in un commento che mi ha colpito, di una persona che ha scritto:

"Sono così timida che l'idea anche di assumere un insegnante su una piattaforma mi terrorizza".

Io invece direi che quella è l'opzione che uno potrebbe scegliere. E cioè:

Adesso, attualmente ci sono un sacco di

piattaforme che puoi utilizzare per cercare un insegnante che ti vada a genio e questo/a insegnante che ti va a genio

lo puoi vedere, puoi vedere una persona che parla, presentarsi, puoi vedere le

recensioni che vengono lasciate delle altre persone, se ti dà fiducia, secondo me dovresti prendere il coraggio a due mani

e fare una prima conversazione di 15-30 minuti con questa persona. Non è difficile,

sarai su Skype, sarai a casa tua.

[Lucrezia] Puoi riattaccare quando vuoi. [Luca] Se sei nel panico attacca e dici che dovevi andare di corsa al bagno.

Però eviterei di buttarsi in situazioni che ti stressano troppo, quindi prendere prima una situazione in cui puoi gestire

questa conversazione. Non devi per forza parlare nella lingua *che impari*, anche per rilassarti, poi se sei americano puoi parlare in inglese,

se invece parli un'altra lingua, parli nella tua lingua madre a quella persona - se quella persona parla quella lingua.

Importante è avere una lingua di tramite se è possibile, ti rilassi, comincia a dire le tue prime parole.

Appuntatevi, magari prima di parlare, qualcosa di cui volete parlare. "Voglio parlare di questo, questo e questo" in maniera tale che sapete di cosa parlate, perché sennò...

[Lucrezia] Come avanzare da un livello B2 a un livello C1?

Perché spesso ci si trova bloccati, no? Tra vari livelli.

Adesso noi parliamo di livelli per facilitare un po' la conversazione, per avere dei punti di riferimento.

[Luca] Come se fa? [Lucrezia] Esatto, come se fa a 'nna avanti? [Luca] Come si fa ad andare avanti? Traduzione dal romanesco.

La domanda è un po' complessa e richiede un po' di articolazione,

ma cercherò di andare al punto. È normale innanzitutto, quello che hai detto tu è molto interessante, usiamo i livelli A1, B2, C2 come riferimento, ma sono etichette. In realtà lo spettro dell'apprendimento è uno spettro continuo, non è che tu salti da una zona ad un'altra

e improvvisamente fai "ah, ero A2 ieri, oggi sono B2". B2 significa - per dare un riferimento - che uno parla la lingua

fluentemente, cioè con disinvoltura. Ma questo non significa che hai una

padronanza totale della lingua, anzi, lungi dall'aver raggiunto un livello madrelingua. Il consiglio che do è molto semplice: tutti

si trovano prima o poi ad avere l'impressione di essere rimasti incastrati,

bloccati in un certo livello, non vi preoccupate.

del fatto di "oh, ma quand'è che raggiungo il livello successivo?",

perché se continuate a lavorare, ci arriverete. A patto che ogni volta che studiate una lingua, imparate la lingua,

abbiate in mente di fare qualcosa di leggermente diverso da quello che avete fatto il giorno prima.

Ci sono due tipi di pratiche: la pratica normale e quella deliberata. La pratica normale è semplicemente,

per esempio, per lo speaking "ok, vado su Skype, faccio una conversazione" oppure

parlo con te in francese ,parliamo per il gusto di parlare, cose che faresti normalmente quando si tratta di parlare,

leggere, eccetera, eccetera. Poi però c'è la pratica deliberata, un concetto inventato da un signore che si chiama Ericcson, che consiste

nell'usare la lingua - questo vale per tutte le abilità, ma in particolare per l'apprendimento delle lingue - usare la lingua in maniera tale da

progredire. Un esempio concreto: se io e te parliamo in francese

tutti i giorni così, certo migliori un po' perché comunque è pratica. Ma se io e te ci mettiamo su

Skype oppure facciamo una lezione 1-1 e tu decidi prima di cosa parlare, poi ti cerchi le parole, mi fai un

discorso, io ti do il feedback, ti correggo qui e lì, tu riascolti,

quello che hai fatto, ti auto-correggi, ci lavori sopra. La pratica deliberata significa

registrare, prepararsi, è un lavoro in più che ovviamente richiede una certa energia mentale, ma ti

spinge dove tu rimani incastrato. Quindi quello che io faccio con le lingue è lavorare poco tutti i giorni, ma mirato.

Quindi lo faccio con l'ungherese, lo faccio con il greco due volte a settimana,

però quando faccio quei trenta minuti, sono trenta minuti fatti bene, con una preparazione previa. [Lucrezia] Un lavoro consapevole.

[Luca] Bravissima. [Lucrezia] Siamo arrivati all'ultima domanda. In realtà non è una domanda, è un'affermazione.

Allora, l'input e l''output, l'importanza dell'equilibrio.

[Luca] La base dovrebbe essere l'input, perché più input fai e meglio è. Non puoi far uscire qualcosa se prima non

entra nelle orecchie, giusto? [Lucrezia] Esattamente.

[Luca] Grazie a internet

l'input lo puoi prendere ovunque, qualsiasi cosa che ti viene in mente.

Parlare o scrivere è un po' più difficile, perché per parlare puoi sempre parlare da solo, che è un ottimo consiglio, però parlare con qualcuno

significa avere un'interazione significativa, è quindi importante.

Direi che la risposta è:

dipende dalla zona di apprendimento in cui sei. Se sei un principiante io farei

l'80/90 per cento di input; se sei intermedio comincerei a fare un 70-30,

sempre 70 di input e 30 per cento di output. L'input è la cosa fondamentale,

l'output, una volta che cominci a parlare poi dipende da te, se vivi nel paese parlerai un sacco, se non vivi in quel

paese parlerei di meno, dipende dalle circostanze.

[Lucrezia] Perfetto, grazie!

[Luca] Prego! [Lucrezia] Grazie per aver risposto a queste domande.

[Luca] È stato un piacere. [Lucrezia] E spero che sia utile per voi, spero che sia utile

sia per quanto riguarda il contenuto sia per, diciamo, fare un piccolo esercizio di ascolto.

E vi abbiamo messo alla prova, perché abbiamo scelto un posto molto trafficato.

[Luca] Baci e abbracci dal Gianicolo. [Lucrezia] Ciao!

I ask a polyglot to answer your questions (subs) Ich bitte einen Polyglotten, Ihre Fragen zu beantworten (Untertitel) I ask a polyglot to answer your questions (subs) Jag ber en polyglott att svara på dina frågor (subs)

[Lucrezia] La prima domanda te la fa Alexandra, che ti chiede se hai [Lucrezia] Alexandra stellt dir die erste Frage, ob du das hast [Lucrezia] Alexandra asks you the first question, asking you if you have [Lucrezia] Alexandra stiller deg det første spørsmålet og spør om du har gjort det

uno o due ricordi belli legati al fatto che tu parli varie lingue. ein oder zwei gute Erinnerungen an die Tatsache, dass Sie mehrere Sprachen sprechen. one or two good memories related to the fact that you speak several languages. uno o dos buenos recuerdos relacionados con el hecho de que hablas varios idiomas. ett eller to gode minner knyttet til det faktum at du snakker flere språk.

[Luca] Ok. Allora, sì, due cose da condividere: una è una storia d'amore e l'altra una storia di amicizia. [Luca] Okay. Also, ja, zwei Dinge zu teilen: Das eine ist eine Liebesgeschichte und das andere eine Freundschaftsgeschichte. [Luca] Ok. So, yes, two things to share: one is a love story and the other a story of friendship. [Luca] Ok. Så ja, to ting å dele: den ene er en kjærlighetshistorie og den andre en historie om vennskap.

Noi siamo qua al Gianicolo, che bellissimo giusto qua sotto Wir sind hier auf dem Gianicolo, wie schön direkt darunter We are here on the Gianicolo, how beautiful just below Vi er her på Gianicolo, så vakkert rett nedenfor

a Trastevere, che un quartiere bellissimo di Roma, in Trastevere, was für ein schöner Stadtteil von Rom, in Trastevere, what a beautiful district of Rome, i Trastevere, for et vakkert distrikt i Roma,

mi ricordo che ero seduto in questa piazza che si chiama (Piazza) Santa Maria in Trastevere I remember I was sitting in this square called (Piazza) Santa Maria in Trastevere Jeg husker jeg satt på dette torget (Piazza) Santa Maria i Trastevere

dove le persone si riuniscono di solito anche di sera per bere e chiacchierare where people also usually gather in the evening to drink and chat der folk vanligvis samles om kvelden for å drikke og prate

e mi ricordo che a un certo punto, dietro di me, perché eravamo tutti seduti - io con i miei amici, e a un certo punto sento und ich erinnere mich, dass irgendwann hinter mir, weil wir alle saßen – ich mit meinen Freunden, und irgendwann fühle ich mich and I remember that at some point, behind me, because we were all sitting - me with my friends, and at some point I feel og jeg husker på et eller annet tidspunkt, bak meg, fordi vi alle satt - meg med vennene mine, og på et tidspunkt

un ruttone gigantesco che viene da una ragazza tra l'altro, mi giro, dico: "Oh, that's one loud burp!" in inglese, no? a giant burp coming from a girl by the way, I turn around, say, "Oh, that's one loud burp!" in English, right? un rot géant venant d'une fille au fait, je me retourne en disant: "Oh, c'est un rot!" en anglais, non? en gigantisk burp som kommer fra en jente forresten, jeg snur meg og sier: "Å, det er en høy burp!" på engelsk, ikke sant?

Un rutto piuttosto fragoroso e questa ragazza si mette a ridere e mi chiede "ah ma tu sei americano?" Ein ziemlich donnerndes Rülpsen und dieses Mädchen fängt an zu lachen und fragt mich "ah bist du Amerikanerin?" A rather thunderous belch and this girl starts laughing and asks me "ah are you American?" Un rot plutôt bruyant et cette fille rit et me demande "ah êtes-vous américain?" En ganske høy burp og denne jenta ler og spør meg "ah er du amerikaner?"

e io le dico "no, solo italiano" e da lì und ich sage ihr "nein, nur italienisch" und von da an and I tell her "no, only Italian" and from there y le digo "no, solo italiano" y de ahí og jeg sier til henne "nei, bare italiensk" og derfra

l'amico che stava vicino è diventato uno dei miei migliori amici e questo grazie al fatto che ho detto "that's one loud burp" der Freund, der mir nahe stand, ist einer meiner besten Freunde geworden und das liegt daran, dass ich sagte "das ist ein lauter Rülpser" the friend who was close has become one of my best friends and this is thanks to the fact that I said "that's one loud burp" vennen som var i nærheten ble en av mine beste venner, og dette er takket være det faktum at jeg sa "det er en høy burp"

in inglese in quel modo e poi quindi sono diventato amico. Io penso sempre che in English like that and then I became friends. I always think that

siamo sempre circondati di persone che potenzialmente potrebbero diventare i nostri amici. we are always surrounded by people who could potentially become our friends. vi er alltid omgitt av mennesker som potensielt kan bli våre venner.

[Lucrezia] E la storia d'amore? [Luca] E la storia d'amore! La storia d'amore invece quando stavo a [Lucrezia] And the love story? [Luca] And the love story! The love story instead when I was in [Lucrezia] Og kjærlighetshistorien? [Luca] Og kjærlighetshistorien! Kjærlighetshistorien i stedet da jeg var inne

Praga nel 2007 con due amici e ad un certo punto stavo nella hall di questo ostello e vedo tre ragazze francesi che stavano parlando fra loro, Prague in 2007 with two friends and at one point I was standing in the lobby of this hostel and I see three French girls who were talking to each other, Praha i 2007 med to venner, og på et tidspunkt sto jeg i lobbyen på dette vandrerhjemmet, og jeg ser tre franske jenter som snakket med hverandre,

cominciamo a parlare, in quei momenti scatta, no..ho detto "vous êtes françaises?", siete francesi?, e loro mi hanno chiesto appunto we start talking, in those moments it clicks, no .. I said "vous êtes françaises?", are you French ?, and they asked me precisely vi begynner å snakke, i de øyeblikkene klikker det, nei .. Jeg sa "vous êtes françaises?", er du fransk?, og de spurte meg nøyaktig

"ma tu sei francese", "ma perché parli francese bene", bla bla e una di queste ragazze è diventata la mia "but you're French", "but because you speak French well", blah blah and one of these girls became mine "men du er fransk", "men fordi du snakker fransk godt", ble bla bla og en av disse jentene mine

ragazza per cinque anni. Quindi è stato molto romantico girl for five years. So it was very romantic jente i fem år. Så det var veldig romantisk

e molto bello grazie al francese e all'inglese. and very nice thanks to French and English. og veldig hyggelig takk til fransk og engelsk.

[Lucrezia] Allora, la seconda domanda invece viene da Ilya, che ti chiede se la tua personalità cambia in base alla lingua che parli. [Lucrezia] So, the second question instead comes from Ilya, who asks you if your personality changes according to the language you speak. [Lucrezia] Så, det andre spørsmålet kommer i stedet fra Ilya, som spør deg om personligheten din endres i henhold til språket du snakker.

[Luca] Allora, io rispondevo sempre di sì, dicevo sempre che mi sento diverso [Luca] So, I always answered yes, I always said that I feel different [Luca] Så svarte jeg alltid ja, jeg sa alltid at jeg føler meg annerledes

quando parlo un'altra lingua, ma secondo me non è proprio così, nel senso che secondo me quello che succede when I speak another language, but in my opinion it is not really like that, in the sense that in my opinion what happens når jeg snakker et annet språk, men etter min mening er det egentlig ikke slik, i den forstand at det som skjer etter min mening

è la seguente cosa: immaginatevi - io uso sempre questa is the following thing: imagine - I always use this er følgende: forestill deg - jeg bruker alltid dette metafora, la metafora del prisma. Il prisma viene colpito da una luce e si vedono le componenti primarie del prisma. Parlare tante lingue Metapher, die Metapher des Prismas. Das Prisma wird von einem Licht getroffen und die Hauptkomponenten des Prismas werden gesehen. Viele Sprachen sprechen metaphor, the metaphor of the prism. The prism is hit by a light and the primary components of the prism are seen. Speaking many languages metafor, metaforen til prismen. Prismen blir rammet av et lys, og de primære komponentene i prismen blir sett. Snakker mange språk

per me è come mostrare i diversi lati della mia personalità, quindi sono sempre io, for me it's like showing the different sides of my personality, so it's always me, for meg er det som å vise de forskjellige sidene av personligheten min, så det er alltid meg, però la mia personalità è filtrata attraverso la cultura e il suono, il suono della lingua. however my personality is filtered through culture and sound, the sound of language. men personligheten min blir filtrert gjennom kultur og lyd, lyden av språk.

[Lucrezia] Allora la terza domanda è: [Lucrezia] So the third question is: [Lucrezia] Så det tredje spørsmålet er:

consiglieresti di imparare più lingue contemporaneamente? would you recommend learning multiple languages at the same time? vil du anbefale å lære flere språk samtidig?

[Luca] Io normalmente sconsiglio di imparare due lingue allo stesso tempo, perché [Luke] I normally advise against learning two languages at the same time, because

più lingue si imparano allo stesso tempo e più tempo ed energia dovresti impiegare. Io sono dell'idea che se vuoi imparare una lingua, la dovresti imparare the more languages you learn at the same time, the more time and energy you should spend. I am of the opinion that if you want to learn a language, you should learn it plus vous apprenez de langues en même temps, plus vous devriez consacrer de temps et d'énergie. Je suis d'avis que si vous voulez apprendre une langue, vous devez l'apprendre jo flere språk du lærer samtidig, jo mer tid og energi bør du bruke. Jeg er av den oppfatning at hvis du vil lære et språk, bør du lære det

tutti i santi giorni. Quindi farne due tutti i santi giorni è difficile, punto primo. Punto secondo, se hai tempo da every holy day. So doing two every single day is difficult, first point. Second point, if you have time from hver hellige dag. Å gjøre to hver eneste dag er vanskelig, første poeng. Andre poeng, hvis du har tid fra

investire nell'apprendimento delle lingue, hai un'esperienza pur sempre nell'apprendimento delle lingue e invest in language learning, you still have experience in language learning e invester i språkopplæring, har du fortsatt erfaring med språkopplæring e

diciamo non scegli due lingue che sono troppo simili, come l'italiano e lo spagnolo, il tedesco e l'olandese, il russo e il polacco, let's say don't choose two languages that are too similar, like Italian and Spanish, German and Dutch, Russian and Polish, la oss si ikke velg to språk som er for like, for eksempel italiensk og spansk, tysk og nederlandsk, russisk og polsk,

allora potrebbe anche andare bene quindi la risposta è dipende da tutta una serie di circostanze. dann könnte es genauso gut in Ordnung sein, also ist die Antwort, dass es von einer Vielzahl von Umständen abhängt. then it might as well be fine so the answer depends on a whole range of circumstances. da kan det like godt være greit, så svaret er at det avhenger av en rekke forhold.

Una cosa importante da evidenziare è che io sconsiglio An important thing to note is that I advise against it Una cosa importante a tener en cuenta es que desaconsejo En viktig ting å merke seg er at jeg fraråder det

comunque di imparare due lingue troppo simili, perché di solito confliggono nella tua testa, perché hanno strutture simili, quindi il tuo cervello va a pescare anyway to learn two languages that are too similar, because they usually conflict in your head, because they have similar structures, so your brain goes fishing en tout cas pour apprendre deux langues qui sont trop similaires, car elles sont généralement en conflit dans votre tête, car elles ont des structures similaires, donc votre cerveau va à la pêche uansett for å lære to språk for like, fordi de vanligvis kommer i konflikt i hodet ditt, fordi de har lignende strukturer, så hjernen din fiske

strutture simili e poi tu ti ingarbugli tutto mentalmente. [Lucrezia] E questo mi porta in realtà alla quarta domanda. similar structures and then you mentally entangle everything. [Lucrezia] And this actually brings me to the fourth question. des structures similaires et vous enchevêtrez tout mentalement [Lucrezia] Et cela m'amène en fait à la quatrième question. lignende strukturer og så floker du alt mentalt. [Lucrezia] Og dette bringer meg faktisk til det fjerde spørsmålet.

Allora, come fare appunto per non confondere lingue della stessa famiglia? So, how to avoid confusing languages of the same family? Så hvordan kan jeg unngå å forvirre språk fra samme familie?

[Luca] Diciamo che, in generale, per evitare di confondere due lingue che sono simili, quello che faccio è la seguente cosa: [Luke] Let's say that, in general, to avoid confusing two languages that are similar, what I do is the following: [Luke] La oss si at generelt, for å unngå å forveksle to språk som er like, er det jeg gjør følgende:

imparo una lingua sempre ad un livello che mi permette di I always learn a language at a level that allows me to Jeg lærer alltid et språk på et nivå som lar meg

identificarmi con quella lingua. Finché non hai costruito quello che io definisco identify myself with that language. Until you have built what I define m'identifier avec cette langue. Jusqu'à ce que tu as construit ce que je définis identifisere meg med det språket. Inntil du har bygget det jeg definerer

"nucleo linguistico", non passo ad un'altra lingua simile. Se io imparassi da zero sia lo spagnolo sia il francese, sarebbe un disastro, punto primo. "linguistic core", I do not pass to another similar language. If I learned both Spanish and French from scratch, it would be a disaster, first point. "språklig kjerne", jeg går ikke over til et annet lignende språk. Hvis jeg lærte både spansk og fransk fra bunnen av, ville det være en katastrofe, første poeng.

Ma se io, per esempio, emigro in Spagna e già conosco il francese e parlo lo spagnolo tutti i giorni, But if I, for example, emigrate to Spain and already know French and speak Spanish every day, Men hvis jeg for eksempel utvandrer til Spania og allerede kan fransk og snakker spansk hver dag, l'errore da evitare è dimenticarsi il francese non usandolo mai. Quindi la risposta è, se vuoi Der Fehler, den Sie vermeiden sollten, besteht darin, Französisch zu vergessen und es niemals zu verwenden. Die Antwort lautet also, wenn Sie wollen the mistake to avoid is to forget French and never use it. So the answer is, if you want feilen å unngå er å glemme fransk og aldri bruke den. Så svaret er, hvis du vil

diciamo, per non confondere le due lingue, primo, devi stabilire due identità differenti per evitare anche di let's say, in order not to confuse the two languages, first, you have to establish two different identities to avoid even la oss si, for ikke å forvirre de to språkene, må du først etablere to forskjellige identiteter for å unngå jevnhet

perderle - dovresti cercare di usare tutte e due. Nella nostra testa ci sono due meccanismi: quello di immagazzinamento e quello di recupero; quando parli poco lose them - you should try to use both of them. In our head there are two mechanisms: that of storage and that of recovery; when you speak little perdez-les - vous devriez essayer d'utiliser les deux. Dans notre tête, il y a deux mécanismes: celui du stockage et celui de la récupération; quand tu parles peu miste dem - du bør prøve å bruke begge deler. I hodet vårt er det to mekanismer: lagring og gjenoppretting; når du snakker lite

una lingua, quel robottino che va a prendere le eine Sprache, dieser kleine Roboter, der die holt a language, that little robot that fetches the un lenguaje, ese pequeño robot que busca el et språk, den roboten som henter

informazioni si rompe e quindi non ti vengono più le parole in quella lingua. E poi un'altra cosa che faccio per evitare di information breaks down and therefore you no longer come up with words in that language. And then another thing I do to avoid informasjon brytes sammen, og derfor kommer du ikke lenger med ord på det språket. Og så en annen ting jeg gjør for å unngå confonderle è sostanzialmente stabilire un identità precisa in ogni lingua specifica. to confuse them is basically establishing a precise identity in each specific language. å forvirre dem er i utgangspunktet å etablere en presis identitet på hvert enkelt språk.

[Lucrezia] Un'altra domanda è come fai a trovare persone con cui parlare le varie lingue? [Luca} Di persone ce ne stanno ovunque, qua ne passano a frotte. [Lucrezia] Eine andere Frage ist, wie findet man Leute, mit denen man verschiedene Sprachen spricht? [Luca} Überall sind Menschen, hier kommen sie in Scharen vorbei. [Lucrezia] Another question is how do you find people to speak various languages with? [Luca} There are people everywhere, here they pass in droves. [Lucrezia] Otra pregunta es ¿cómo encuentras gente con quien hablar varios idiomas? [Luca} Hay gente por todas partes, por aquí pasan en masa. [Lucrezia] Une autre question est de savoir comment trouver des personnes avec qui parler plusieurs langues? [Luca} Il y a des gens partout, ici ils passent en masse. [Lucrezia] Et annet spørsmål er hvordan finner du folk å snakke forskjellige språk med? [Luca} Det er mennesker overalt, her passerer de i hopetall. [Lucrezia] Sì, però la domanda era "consigli per una persona introversa". [Lucrezia] Yes, but the question was "advice for an introverted person". [Lucrezia] Ja, men spørsmålet var "råd til en introvert person".

[Luca] Ecco! Sì, perché io parlerei a chiunque! Cioè io mi giro e parlo. [Lucrezia] Però mettiti nei panni di una persona che è molto timida e introversa, come si fa? [Luca] Hier! Ja, weil ich mit jedem reden würde! Das heißt, ich drehe mich um und rede. [Lucrezia] Aber versetzen Sie sich in die Lage einer Person, die sehr schüchtern und introvertiert ist, wie macht man das? [Luca] Here! Yes, because I would talk to anyone! That is, I turn around and talk. [Lucrezia] But put yourself in the shoes of someone who is very shy and introverted, how do you do it? [Luca] Ici! Oui, parce que je parlerais à n'importe qui! Autrement dit, je me retourne et parle. [Lucrezia] Mais mettez-vous dans la peau d'une personne très timide et introvertie, comment faites-vous? [Luca] Her! Ja, fordi jeg ville snakke med hvem som helst! Jeg mener, jeg snur meg og snakker. [Lucrezia] Men sett deg selv i skoene til en person som er veldig sjenert og innadvendt, hvordan gjør du det? [Luca] Anzitutto, vorrei permettere questo. Io non so se credere al fatto che ci sono persone introverse o estroverse. [Luca] Zunächst möchte ich dies zulassen. Ich weiß nicht, ob ich glauben soll, dass es introvertierte oder extrovertierte Menschen gibt. [Luca] First of all, I would like to allow this. I don't know whether to believe that there are introverted or extroverted people. [Luca] Først og fremst vil jeg tillate dette. Jeg vet ikke om jeg skal tro at det er introverte eller utadvendte mennesker.

O meglio, ci sono sicuramente persone che sono più timide di altre, però il consiglio base è che - anche io ero timido, Or rather, there are certainly people who are more shy than others, but the basic advice is that - I was shy too, Eller rettere sagt, det er sikkert mennesker som er mer sjenerte enn andre, men det grunnleggende rådet er at - jeg var også sjenert,

non sembra, ma ero abbastanza introverso. it doesn't seem like it, but I was quite introverted.

Secondo me, l'esperienza cambia le persone. Meiner Meinung nach verändert Erfahrung Menschen. In my opinion, experience changes people. Etter min mening forandrer erfaring mennesker.

Ovviamente per cambiare dovresti un minimo buttarti. Per le persone particolarmente timide, quello che consiglierei di fare è fare le cose per gradi. Offensichtlich sollte man sich zumindest werfen, um sich zu ändern. Für besonders schüchterne Menschen würde ich empfehlen, die Dinge Schritt für Schritt zu tun. Obviously to change you should at least throw yourself. For people who are particularly shy, what I would recommend doing is doing things step by step. Åpenbart for å endre, bør du i det minste kaste deg. For folk som er spesielt sjenerte, er det jeg vil anbefale å gjøre ting trinn for trinn.

Ho letto di recente, in un commento che mi ha colpito, di una persona che ha scritto: I recently read, in a comment that struck me, by a person who wrote: Recientemente leí, en un comentario que me llamó la atención, de una persona que escribió: Jeg har nylig lest, i en kommentar som slo meg, av en person som skrev:

"Sono così timida che l'idea anche di assumere un insegnante su una piattaforma mi terrorizza". "I'm so shy that even the idea of hiring a teacher on a platform terrifies me." "Jeg er så sjenert at selv ideen om å ansette en lærer på en plattform skremmer meg."

Io invece direi che quella è l'opzione che uno potrebbe scegliere. E cioè: But I would say that that is the option one could choose. That is: Men jeg vil si at det er alternativet man kan velge. Det er:

Adesso, attualmente ci sono un sacco di Now, currently there are a lot of Nå, for øyeblikket er det mange

piattaforme che puoi utilizzare per cercare un insegnante che ti vada a genio e questo/a insegnante che ti va a genio platforms that you can use to find a teacher you like and this teacher you like plattformer som du kan bruke til å finne en lærer du liker og denne læreren du liker

lo puoi vedere, puoi vedere una persona che parla, presentarsi, puoi vedere le you can see it, you can see a person talking, introduce himself, you can see the du kan se det, du kan se en person snakke, presentere seg selv, du kan se

recensioni che vengono lasciate delle altre persone, se ti dà fiducia, secondo me dovresti prendere il coraggio a due mani reviews that are left by other people, if it gives you confidence, in my opinion you should take courage in both hands anmeldelser som er igjen av andre mennesker, hvis det gir deg selvtillit, bør du etter min mening ta motet i begge hender

e fare una prima conversazione di 15-30 minuti con questa persona. Non è difficile, and have a first conversation of 15-30 minutes with this person. It is not difficult,

sarai su Skype, sarai a casa tua. you will be on Skype, you will be at your home. estarás en Skype, estarás en tu casa. du vil være på Skype, du vil være hjemme hos deg.

[Lucrezia] Puoi riattaccare quando vuoi. [Luca] Se sei nel panico attacca e dici che dovevi andare di corsa al bagno. [Lucrezia] You can hang up whenever you want. [Luca] If you are in a panic, attack and say that you had to run to the bathroom. [Lucrezia] Puedes colgar cuando quieras. [Luca] Si estás en pánico, ataca y di que tenías que ir corriendo al baño. [Lucrezia] Du kan legge på når du vil. [Luca] Hvis du er i panikk, angrip og si at du måtte løpe på do.

Però eviterei di buttarsi in situazioni che ti stressano troppo, quindi prendere prima una situazione in cui puoi gestire But I would avoid throwing yourself into situations that stress you too much, so take a situation that you can handle first Men jeg vil unngå å kaste deg i situasjoner som stresser deg for mye, så ta først en situasjon som du kan takle

questa conversazione. Non devi per forza parlare nella lingua *che impari*, anche per rilassarti, poi se sei americano puoi parlare in inglese, denne samtalen. Du trenger ikke å snakke på språket * du lærer *, ikke engang å slappe av, så hvis du er amerikansk kan du snakke på engelsk,

se invece parli un'altra lingua, parli nella tua lingua madre a quella persona - se quella persona parla quella lingua. hvis du snakker et annet språk, snakker du på morsmålet ditt til den personen - hvis vedkommende snakker det språket.

Importante è avere una lingua di tramite se è possibile, ti rilassi, comincia a dire le tue prime parole. Det er viktig å ha et språk som mellomledd hvis det er mulig, du slapper av, begynner å si de første ordene dine.

Appuntatevi, magari prima di parlare, qualcosa di cui volete parlare. "Voglio parlare di questo, questo e questo" in maniera tale che sapete di cosa parlate, perché sennò... Make a note, perhaps before speaking, of something you want to talk about. "I want to talk about this, this and this" in such a way that you know what you are talking about, because otherwise ... Prenez note, peut-être avant de parler, de quelque chose dont vous voulez parler. "Je veux parler de ceci, ceci et cela" de telle manière que vous sachiez de quoi vous parlez, car sinon ... Noter noe du kanskje vil snakke om, kanskje før du snakker. "Jeg vil snakke om dette, dette og dette" på en slik måte at du vet hva du snakker om, for ellers ...

[Lucrezia] Come avanzare da un livello B2 a un livello C1? [Lucrezia] Hvordan gå videre fra et B2-nivå til et C1-nivå?

Perché spesso ci si trova bloccati, no? Tra vari livelli. Why do you often find yourself stuck, right? Between various levels. Hvorfor blir du ofte fast, ikke sant? Mellom forskjellige nivåer.

Adesso noi parliamo di livelli per facilitare un po' la conversazione, per avere dei punti di riferimento. Now we talk about levels to facilitate the conversation a little, to have points of reference. Nå snakker vi om nivåer for å lette samtalen litt, for å ha referansepunkter.

[Luca] Come se fa? [Lucrezia] Esatto, come se fa a 'nna avanti? [Luca] Come si fa ad andare avanti? Traduzione dal romanesco. [Luca] As if he does? [Lucrezia] Exactly, as if he goes forward? [Luca] How do you go on? Translated from the Roman dialect. [Luca] Som om han gjør det? [Lucrezia] Akkurat som om han går videre? [Luke] Hvordan går du videre? Oversatt fra den romerske dialekten.

La domanda è un po' complessa e richiede un po' di articolazione, The question is a bit complex and requires some articulation, Spørsmålet er litt komplekst og krever litt artikulasjon,

ma cercherò di andare al punto. È normale innanzitutto, quello che hai detto tu è molto interessante, usiamo i livelli A1, B2, C2 come but I'll try to get to the point. It is normal first of all, what you said is very interesting, we use levels A1, B2, C2 as men jeg prøver å komme til poenget. Det er normalt først og fremst, det du sa er veldig interessant, vi bruker nivåene A1, B2, C2 som riferimento, ma sono etichette. In realtà lo spettro dell'apprendimento è uno spettro continuo, non è che tu salti da una zona ad un'altra reference, but they are labels. In reality the learning spectrum is a continuous spectrum, it is not that you jump from one area to another referencia, pero son etiquetas. En realidad el espectro de aprendizaje es un espectro continuo, no es que saltes de un área a otra referanse, men de er merkelapper. I realiteten er læringsspekteret et kontinuerlig spektrum, det er ikke det at du hopper fra et område til et annet

e improvvisamente fai "ah, ero A2 ieri, oggi sono B2". B2 significa - per dare un riferimento - che uno parla la lingua and suddenly you go "ah, I was A2 yesterday, today I'm B2". B2 means - to give a reference - that one speaks the language og plutselig går du "ah, jeg var A2 i går, i dag er jeg B2". B2 betyr - å gi en referanse - at man snakker språket

fluentemente, cioè con disinvoltura. Ma questo non significa che hai una fluently, that is, with ease. But that doesn't mean you have one flytende, det vil si med letthet. Men det betyr ikke at du har en

padronanza totale della lingua, anzi, lungi dall'aver raggiunto un livello madrelingua. Il consiglio che do è molto semplice: tutti total command of the language, indeed, far from having reached a mother tongue level. The advice I give is very simple: everyone total beherskelse av språket, faktisk langt fra å ha nådd morsmålsnivå. Rådene jeg gir er veldig enkle: alle

si trovano prima o poi ad avere l'impressione di essere rimasti incastrati, sooner or later they find themselves feeling stuck, tôt ou tard, ils se sentent coincés, før eller senere føler de seg fast,

bloccati in un certo livello, non vi preoccupate. stuck in a certain level, don't worry. fast i et visst nivå, ikke bekymre deg.

del fatto di "oh, ma quand'è che raggiungo il livello successivo?", of "oh, but when do I get to the next level?", av "åh, men når kommer jeg til neste nivå?",

perché se continuate a lavorare, ci arriverete. A patto che ogni volta che studiate una lingua, imparate la lingua, because if you keep working, you will get there. As long as every time you study a language, you learn the language, porque si sigues trabajando, lo conseguirás. Siempre que cada vez que estudies un idioma, aprendas el idioma, fordi hvis du fortsetter å jobbe, kommer du dit. Så lenge hver gang du studerer et språk, lærer du språket,

abbiate in mente di fare qualcosa di leggermente diverso da quello che avete fatto il giorno prima. have in mind to do something slightly different than what you did the day before. planlegger å gjøre noe litt annerledes enn det du gjorde dagen før.

Ci sono due tipi di pratiche: la pratica normale e quella deliberata. La pratica normale è semplicemente, There are two types of practices: normal practice and deliberate practice. Normal practice is simply, Det er to typer praksis: normal praksis og bevisst praksis. Normal praksis er rett og slett,

per esempio, per lo speaking "ok, vado su Skype, faccio una conversazione" oppure for example, for speaking "ok, I'll go on Skype, have a conversation" or for eksempel for å snakke "ok, jeg går på Skype, har en samtale" eller

parlo con te in francese ,parliamo per il gusto di parlare, cose che faresti normalmente quando si tratta di parlare, Jeg snakker til deg på fransk, vi snakker for å snakke, ting du normalt ville gjort når det gjelder å snakke,

leggere, eccetera, eccetera. Poi però c'è la pratica deliberata, un concetto inventato da un signore che si chiama Ericcson, che consiste reading, etc., etc. But then there is deliberate practice, a concept invented by a gentleman named Ericcson, which consists lesing, etc., etc. Men så er det bevisst praksis, et konsept oppfunnet av en gentleman ved navn Ericcson, som består

nell'usare la lingua - questo vale per tutte le abilità, ma in particolare per l'apprendimento delle lingue - usare la lingua in maniera tale da in using the language - this applies to all skills, but especially for language learning - to use the language in a way that i å bruke språket - dette gjelder alle ferdigheter, men spesielt for språkopplæring - å bruke språket på en slik måte at

progredire. Un esempio concreto: se io e te parliamo in francese to progress. A concrete example: if you and I speak French

tutti i giorni così, certo migliori un po' perché comunque è pratica. Ma se io e te ci mettiamo su every day like this, you certainly improve a little because it is practical anyway. But if you and I get up there

Skype oppure facciamo una lezione 1-1 e tu decidi prima di cosa parlare, poi ti cerchi le parole, mi fai un Skype or we do a 1-1 lesson and you decide first what to talk about, then you look for words, you give me a

discorso, io ti do il feedback, ti correggo qui e lì, tu riascolti, speech, I give you the feedback, I correct you here and there, you listen again,

quello che hai fatto, ti auto-correggi, ci lavori sopra. La pratica deliberata significa what you've done, you self-correct, you work on it. Deliberate practice means

registrare, prepararsi, è un lavoro in più che ovviamente richiede una certa energia mentale, ma ti recording, preparing, is an extra job that obviously requires some mental energy, but you

spinge dove tu rimani incastrato. Quindi quello che io faccio con le lingue è lavorare poco tutti i giorni, ma mirato. pushes where you get stuck. So what I do with languages is to work a little every day, but focused. pousse là où vous êtes coincé. Donc ce que je fais avec les langues, c'est de travailler un peu tous les jours, mais concentré.

Quindi lo faccio con l'ungherese, lo faccio con il greco due volte a settimana,

però quando faccio quei trenta minuti, sono trenta minuti fatti bene, con una preparazione previa. [Lucrezia] Un lavoro consapevole. mais quand je fais ces trente minutes, ce sont trente minutes bien faites, avec une préparation préalable. [Lucrezia] Un travail conscient.

[Luca] Bravissima. [Lucrezia] Siamo arrivati all'ultima domanda. In realtà non è una domanda, è un'affermazione.

Allora, l'input e l''output, l'importanza dell'equilibrio.

[Luca] La base dovrebbe essere l'input, perché più input fai e meglio è. Non puoi far uscire qualcosa se prima non [Luca] The base should be the input, because the more input you make the better. You can't get something out if you don't

entra nelle orecchie, giusto? [Lucrezia] Esattamente. kommer i ørene, ikke sant? [Lucrezia] Akkurat.

[Luca] Grazie a internet

l'input lo puoi prendere ovunque, qualsiasi cosa che ti viene in mente. du kan ta innspill hvor som helst, alt du kan tenke deg.

Parlare o scrivere è un po' più difficile, perché per parlare puoi sempre parlare da solo, che è un ottimo consiglio, però parlare con qualcuno Å snakke eller skrive er litt vanskeligere, for å snakke kan du alltid snakke til deg selv, noe som er et godt råd, men snakk med noen

significa avere un'interazione significativa, è quindi importante. det betyr å ha et meningsfylt samspill, så det er viktig.

Direi che la risposta è:

dipende dalla zona di apprendimento in cui sei. Se sei un principiante io farei det avhenger av læringssonen du befinner deg i. Hvis du er nybegynner, vil jeg

l'80/90 per cento di input; se sei intermedio comincerei a fare un 70-30, 80/90 prosent av innspillene; hvis du er mellom, vil jeg begynne å gjøre en 70-30,

sempre 70 di input e 30 per cento di output. L'input è la cosa fondamentale, alltid 70 av input og 30 prosent av output. Inngang er nøkkelen,

l'output, una volta che cominci a parlare poi dipende da te, se vivi nel paese parlerai un sacco, se non vivi in quel når du begynner å snakke, er det opp til deg. Hvis du bor i landet vil du snakke mye, hvis du ikke bor der

paese parlerei di meno, dipende dalle circostanze. land ville jeg snakket mindre, det kommer an på omstendighetene.

[Lucrezia] Perfetto, grazie! [Lucrezia] Perfekt, takk!

[Luca] Prego! [Lucrezia] Grazie per aver risposto a queste domande. [Luca] Du er velkommen! [Lucrezia] Takk for at du har svart på disse spørsmålene.

[Luca] È stato un piacere. [Lucrezia] E spero che sia utile per voi, spero che sia utile [Luca] Det var en glede. [Lucrezia] Og jeg håper det er nyttig for deg, jeg håper det er nyttig

sia per quanto riguarda il contenuto sia per, diciamo, fare un piccolo esercizio di ascolto. både når det gjelder innhold og, la oss si, gjør en liten lytteøvelse.

E vi abbiamo messo alla prova, perché abbiamo scelto un posto molto trafficato. Og vi testet deg fordi vi valgte et veldig travelt sted.

[Luca] Baci e abbracci dal Gianicolo. [Lucrezia] Ciao! [Luca] Kyss og klemmer fra Janiculum. [Lucrezia] Hei!