×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

La storia di Italo by Podcast Italiano, La storia di Italo - Capitolo Cinque

La storia di Italo - Capitolo Cinque

[INTRODUZIONE] Ciao a tutti. Benvenuti o bentornati su Podcast Italiano. Questo è il quarto capitolo de “La Storia di Italo”, una storia di livello principiante per chi impara l'italiano. La storia è scritta e narrata da me, Davide Gemello, ed Erika Porreca. La musica è scritta da me. Se non avete sentito il primo, il secondo, il terzo ed il quarto episodio, ascoltateli prima di ascoltare questo. Leggete anche la trascrizione e la traduzione di questo episodio in inglese su podcastitaliano.com. Buon ascolto!

Esco dal negozio di sartoria con la testa piena di pensieri e domande. La più importante è: troverò mai mio padre? Non so nemmeno se vive ancora a Torino. Non so nemmeno se è vivo. Forse ho sbagliato tutto. Ho perso un po' del mio entusiasmo, ma non voglio mollare. Prima di uscire dalla sartoria, Marta mi ha consigliato di cercare il nome Carlo Rastrelli sulla “guida telefonica”.

Entro in un bar, ordino un cappuccino – “un cappuccino per favore” – e chiedo se hanno una guida telefonica. Mi danno un librone che contiene nomi, numeri e indirizzi di tutti gli abitanti di Torino in ordine alfabetico.

Apro la pagina della lettera R, cerco il nome Rastrelli: ci sono tre persone di nome Carlo Rastrelli che vivono a Torino. Copio su un foglio i numeri e gli indirizzi.

Improvvisamente, mi sento molto stanco. Voglio chiamare questi numeri, ma lo farò domani. Un po' per paura di ricevere altri no, un po' perché la giornata di oggi è stata già molto difficile.

Torno in albergo e, senza cenare, mi sdraio sul letto, sfinito. Quando mi sveglio, il giorno dopo, piove.

Torino è coperta da un cielo grigio e cupo, e questo peggiora il mio umore. Guardo i numeri e gli indirizzi che ho copiato dalla guida telefonica. Coraggio, mi dico.

Dal telefono dell'albergo chiamo il primo numero della lista. Squilla, il mio cuore batte forte. Squilla ancora e il mio cuore batte ancora più forte. Nessuna risposta. Impreco.

Chiamo il secondo numero. Risponde una voce femminile: “Si, pronto?” “Pronto, buongiorno, sto cercando il signor Carlo Rastrelli”

La voce della donna cambia tono, sembra preoccupata. “No… non c'è in questo momento. Mi spiace, arrivederci” “No, aspetti!” la prego. “E' importante”

Inizio a spiegare la mia storia, che ormai so dire a memoria. “Si, effettivamente Carlo ha lavorato alla Fiat per molti anni” mi conferma. “Allora potrebbe essere lui!” dico felicissimo. “Quando posso richiamarlo?”

“Guardi.. forse sarebbe meglio parlarne di persona. Venga a casa, le offro un tè” mi risponde la donna, che ha detto di essere la seconda moglie di Carlo, quindi non mia madre. La sua voce è tremante. “Posso venire anche subito” dico.

Un'ora dopo, arrivo all'indirizzo che avevo trovato sulla guida. A Torino piove fortissimo. Suono il campanello. Mi apre una donna bionda, di circa 60 anni. “Claudia, piacere”, dalla sua voce capisco che è con lei che ho parlato al telefono prima. “Piacere, Italo”.

Ci stringiamo la mano, mi siedo sul divano e la donna mi offre del tè. Poi, con franchezza, mi dice: “Carlo è scomparso” Non posso crederci, chiedo spiegazioni.

Mi porge un biglietto, dove leggo una scritta in corsivo: “Perdonami. Carlo” Sono sconvolto. Come è possibile? “Dobbiamo cercarlo” dico, e Claudia è d'accordo con me. “C'è una persona che voglio avvisare e che può aiutarci” mi dice poi. “Chi?”

“L'ex moglie di Carlo. Siamo in buoni rapporti, ho il suo numero e il suo indirizzo.” “Come… come si chiama?” subito penso che se si chiama Paola, potrebbe essere mia madre. “Paola”

Il mio cuore inizia a battere fortissimo. Sono emozionatissimo. Non voglio illudermi, ma ci sono tanti indizi a mio favore. Claudia chiama subito Paola, che ci invita a casa sua. Abita poco lontano. Con la macchina di Claudia arriviamo in fretta davanti al suo palazzo. Prima di suonare il campanello, faccio un bel respiro. Poi un altro.

Paola apre il portone, saliamo le scale fino al terzo piano. Paola ci sente arrivare, apre la porta e la vedo. Non so spiegare in che modo, ma mi somiglia, mi somiglia moltissimo. Mi somiglia troppo. Sarà il naso all'insù, saranno gli occhi azzurrissimi e così simili ai miei.

Anche lei è colpita nel vedermi. “Sono… sono Italo” le dico. Sente il mio accento straniero, sente il mio nome, vede il mio viso. Scoppia in lacrime e mi abbraccia.

Non c'è bisogno di spiegazioni, non c'è bisogno di parole. Ci stringiamo fortissimo, anche io inizio a piangere.

“Non ci credo, non ci credo…” dice Paola, anzi mia madre, tra i singhiozzi. “Ti ho aspettato, ti ho aspettato per così tanti anni… mi sei mancato tanto, tanto!”

Non ho mai provato così tanta felicità nella mia vita. Anche il sole fuori è tornato a splendere Piango ancora e rido come un bambino. Sono così contento di averla ritrovata, di aver ritrovato mia madre.

“Ti ho trovata, mamma” “Sei ritornato, figlio mio” Sono così contento che lei sia altrettanto felice. Non ci sono dubbi: è lei. Ci siamo riconosciuti immediatamente, e io ho sentito qualcosa scaldarsi dentro il petto. Anche lei, scommetto. La gioia di questo istante non si può descrivere a parole.

Dopo questo abbraccio, però, so che ci sarà un problema serio da affrontare: mio padre è scomparso, non sappiamo dove e non sappiamo perché.

Ma per un attimo, nell'attimo di questo abbraccio, ogni problema smette di esistere. Mi sento solo felice e completamente al sicuro… il suo profumo e la sua pelle mi riportano improvvisamente alla mente abbracci dimenticati di quasi trent'anni fa. E, per un attimo, sembra che quel tempo non sia mai trascorso.

[EPILOGO]

D. Siamo dunque arrivati alla fine de ‘La storia di Italo' e sono in compagnia di Erika. Se questo fosse un film questi sarebbero i titoli di coda, uno schermo nero con tutti i nomi che hanno partecipato alla produzione. In realtà siamo solamente due (tre se aggiungiamo Elisa che ha partecipato e che voglio anche ringraziare). Voglio ringraziare voi ascoltatori che avete ci avete sostenuto nella creazione di questo progetto molto ambizioso, comunque creativo e originale per noi. Volevo ringraziare Erika che ha scritto la maggior parte della della storia. Volevo chiederti la tua esperienza, com'è stato per te cimentarsi in questo progetto?

E. Sicuramente molto divertente. Innanzitutto scrivere la storia, che è una cosa che mi è piaciuto tantissimo fare, perché comunque bisognava inventarla da zero e bisognava creare i personaggi, bisognava scrivere in un italiano semplice (o almeno ci abbiamo provato).. insomma, bisognava fare tante cose che non avevo mai fatto, quindi è stato molto divertente. È stato anche divertente poi fare le varie voci, con più o meno successo, ma è stato è stato simpatico .

D. Scriveteci il vostro parere sulla storia, come vi è sembrata, sulla difficoltà dell'italiano, sulla nostra interpretazione, sulla musica, sugli effetti sonori, perché ci interessa per migliorare in futuro e adattarci alle vostre esigenze. Condividete questa storia con chi sta imparando l'italiano. Questo è molto importante per noi, perché personalmente questo il progetto di cui sono maggiormente orgoglioso. Vorrei anche chiedervi di lasciare delle recensioni su iTunes, perché queste ci aiutano molto. Menzionate ‘la storia di Italo', scrivete che se volete imparare l'italiano e siete principianti potete farlo su Podcast Italiano.

E. E soprattutto ringraziate Davide per il lavoro enorme che ha fatto con la musica e gli effetti sonori. Ah, ragazzi ancora una cosa..

D. Ci stavamo dimenticando, Erika. Ci vediamo nella seconda stagione della storia di Italo. Ciao!


La storia di Italo - Capitolo Cinque

[INTRODUZIONE] Ciao a tutti. [EINLEITUNG] Hallo allerseits. [INTRODUCTION] Hello everyone. [はじめに]みなさん、こんにちは。 [INNLEDNING] Hei alle sammen. Benvenuti o bentornati su Podcast Italiano. Willkommen oder willkommen zurück zum italienischen Podcast. Welcome or welcome back to Podcast Italiano. Velkommen eller velkommen tilbake til italiensk podcast. Questo è il quarto capitolo de “La Storia di Italo”, una storia di livello principiante per chi impara l'italiano. Dies ist das vierte Kapitel von „The Story of Italo“, einer Anfängergeschichte für diejenigen, die Italienisch lernen. This is the fourth chapter of “The Story of Italo”, a beginner level story for those who learn Italian. Dette er det fjerde kapittelet i "Historien om Italo", en nybegynnernivåhistorie for de som lærer italiensk. Detta är det fjärde kapitlet i "La Storia di Italo", en historia på nybörjarnivå för dem som lär sig italienska. La storia è scritta e narrata da me, Davide Gemello, ed Erika Porreca. Die Geschichte wird von mir, Davide Gemello und Erika Porreca geschrieben und erzählt. Berättelsen är skriven och berättad av mig, Davide Gemello och Erika Porreca. La musica è scritta da me. Musik är skriven av mig. Se non avete sentito il primo, il secondo, il terzo ed il quarto episodio, ascoltateli prima di ascoltare questo. Wenn Sie die erste, zweite, dritte und vierte Folge noch nicht gehört haben, hören Sie sie sich an, bevor Sie diese anhören. Om du inte har hört de första, andra, tredje och fjärde avsnitten, lyssna på dem innan du lyssnar på detta. Leggete anche la trascrizione e la traduzione di questo episodio in inglese su podcastitaliano.com. Les også transkripsjonen og oversettelsen av denne episoden på engelsk på podcastitaliano.com. Buon ascolto! Hören Sie gut zu!

Esco dal negozio di sartoria con la testa piena di pensieri e domande. Ich verlasse die Schneiderei mit einem Kopf voller Gedanken und Fragen. I leave the tailor shop with my head full of thoughts and questions. Jeg forlater skredderbutikken med hodet fullt av tanker og spørsmål. La più importante è: troverò mai mio padre? Das Wichtigste ist: Werde ich jemals meinen Vater finden? The most important is: will I ever find my father? Det viktigste er: vil jeg noen gang finne faren min? Non so nemmeno se vive ancora a Torino. Ich weiß nicht einmal, ob er noch in Turin lebt. I don't even know if he still lives in Turin. Jeg vet ikke en gang om han fortsatt bor i Torino. Non so nemmeno se è vivo. Ich weiß nicht einmal, ob er lebt. I don't even know if he's alive. Forse ho sbagliato tutto. Vielleicht habe ich alles falsch verstanden. Maybe I did it all wrong. Kanskje jeg fikk alt feil. Ho perso un po' del mio entusiasmo, ma non voglio mollare. I have lost some of my enthusiasm, but I don't want to give up. Jeg har mistet noe av entusiasmen, men jeg vil ikke gi opp. Prima di uscire dalla sartoria, Marta mi ha consigliato di cercare il nome Carlo Rastrelli sulla “guida telefonica”. Bevor Marta die Schneiderei verließ, riet sie mir, im „Telefonbuch“ nach dem Namen Carlo Rastrelli zu suchen. Before leaving the tailor shop, Marta advised me to look for the name Carlo Rastrelli on the "phone book".

Entro in un bar, ordino un cappuccino – “un cappuccino per favore” – e chiedo se hanno una guida telefonica. Ich gehe in eine Bar, bestelle einen Cappuccino - "bitte einen Cappuccino" - und frage, ob sie ein Telefonbuch haben. I walk into a bar, order a cappuccino - "a cappuccino please" - and ask if they have a phone book. Mi danno un librone che contiene nomi, numeri e indirizzi di tutti gli abitanti di Torino in ordine alfabetico. Sie geben mir ein großes Buch, das die Namen, Nummern und Adressen aller Einwohner Turins in alphabetischer Reihenfolge enthält. They give me a book that contains the names, numbers and addresses of all the inhabitants of Turin in alphabetical order.

Apro la pagina della lettera R, cerco il nome Rastrelli: ci sono tre persone di nome Carlo Rastrelli che vivono a Torino. Ich öffne die Seite des Buchstabens R, ich suche nach dem Namen Rastrelli: Es gibt drei Leute namens Carlo Rastrelli, die in Turin leben. I open the page of the letter R, I look for the name Rastrelli: there are three people named Carlo Rastrelli who live in Turin. Copio su un foglio i numeri e gli indirizzi. Ich kopiere die Nummern und Adressen auf ein Stück Papier. I copy the numbers and addresses on a sheet. Jeg kopierer tallene og adressene på et papir.

Improvvisamente, mi sento molto stanco. Plötzlich fühle ich mich sehr müde. Suddenly, I feel very tired. Plutselig føler jeg meg veldig sliten. Voglio chiamare questi numeri, ma lo farò domani. Ich möchte diese Nummern anrufen, aber ich werde es morgen tun. I want to call these numbers, but I will do it tomorrow. Jeg vil ringe disse numrene, men jeg gjør det i morgen. Un po' per paura di ricevere altri no, un po' perché la giornata di oggi è stata già molto difficile. Teilweise aus Angst, andere zu empfangen, nein, teils, weil der heutige Tag schon sehr schwierig war. Partly out of fear of receiving others, not partly because today was already very difficult. Litt av frykt for å ta imot andre ikke, litt fordi i dag allerede var veldig vanskelig.

Torno in albergo e, senza cenare, mi sdraio sul letto, sfinito. Ich gehe zurück ins Hotel und lege mich erschöpft auf das Bett, ohne zu Abend zu essen. I go back to the hotel and, without dinner, I lie down on the bed, exhausted. Quando mi sveglio, il giorno dopo, piove. When I wake up, the next day, it rains. Når jeg våkner dagen etter, regner det.

Torino è coperta da un cielo grigio e cupo, e questo peggiora il mio umore. Turin ist von einem grauen und düsteren Himmel bedeckt, was meine Stimmung verschlechtert. Turin is covered by a gray and gloomy sky, and this worsens my mood. Torino er dekket av en grå og dyster himmel, og dette gjør humøret mitt verre. Guardo i numeri e gli indirizzi che ho copiato dalla guida telefonica. Ich schaue mir die Nummern und Adressen an, die ich aus dem Telefonbuch kopiert habe. I look at the numbers and addresses that I copied from the phone book. Jeg ser på numrene og adressene jeg kopierte fra telefonboken. Coraggio, mi dico. Komm schon, sage ich mir. Come on, I tell myself. Kom igjen, sier jeg til meg selv.

Dal telefono dell'albergo chiamo il primo numero della lista. Vom Hoteltelefon aus rufe ich die erste Nummer auf der Liste an. From the hotel phone I call the first number on the list. Squilla, il mio cuore batte forte. Es klingelt, mein Herz schlägt schnell. It rings, my heart beats fast. Det ringer, hjertet mitt banker fort. Squilla ancora e il mio cuore batte ancora più forte. Es klingelt wieder und mein Herz schlägt noch schneller. It still rings and my heart beats even faster. Nessuna risposta. Keine Antwort. No reply. Impreco. Ich verfluche.

Chiamo il secondo numero. Ich rufe die zweite Nummer an. I call the second number. Risponde una voce femminile: “Si, pronto?” “Pronto, buongiorno, sto cercando il signor Carlo Rastrelli” Eine weibliche Stimme antwortet: "Ja, hallo?" "Hallo, guten Morgen, ich suche Herrn Carlo Rastrelli" A female voice replies: "Yes, ready?" "Hello, good morning, I'm looking for Mr. Carlo Rastrelli"

La voce della donna cambia tono, sembra preoccupata. Die Stimme der Frau ändert ihren Ton, sie scheint besorgt zu sein. Her voice changes tone, she seems worried. Kvinnens stemme skifter tone, hun virker bekymret. “No… non c'è in questo momento. „Nein… es ist gerade nicht da. "No ... it's not there at the moment. Mi spiace, arrivederci” “No, aspetti!” la prego. Es tut mir leid, auf Wiedersehen. "„ Nein, warte! " Bitte. I'm sorry, goodbye. "" No, wait! " Beklager, farvel "" Nei, vent! " vær så snill. “E' importante” "It's important"

Inizio a spiegare la mia storia, che ormai so dire a memoria. Ich beginne meine Geschichte zu erklären, die ich jetzt auswendig kann. I begin to explain my story, which I can now memorize. Jeg begynner å forklare historien min, som jeg nå kan fortelle utenat. “Si, effettivamente Carlo ha lavorato alla Fiat per molti anni” mi conferma. "Ja, Carlo hat tatsächlich viele Jahre bei Fiat gearbeitet", bestätigt er. "Yes, Carlo actually worked at Fiat for many years," he confirms. "Ja, Carlo jobbet faktisk i Fiat i mange år," bekrefter han. “Allora potrebbe essere lui!” dico felicissimo. "Dann könnte es er sein!" Ich sage sehr glücklich. "Then it could be him!" I say very happy. “Quando posso richiamarlo?” "Wann kann ich ihn zurückrufen?" "When can I call him back?" "Når kan jeg ringe ham tilbake?"

“Guardi.. forse sarebbe meglio parlarne di persona. „Schau… vielleicht wäre es besser, persönlich darüber zu sprechen. "Look ... maybe it would be better to talk about it in person. Venga a casa, le offro un tè” mi risponde la donna, che ha detto di essere la seconda moglie di Carlo, quindi non mia madre. Komm nach Hause, ich kaufe dir Tee “, antwortete die Frau, die sagte, sie sei Carlos zweite Frau, also nicht meine Mutter. Come home, I'll offer you some tea, "replies the woman, who said she was Carlo's second wife, so not my mother. Kom hjem, jeg skal kjøpe deg te ”, svarer kvinnen, som sa at hun er Carlos andre kone, så ikke moren min. La sua voce è tremante. Seine Stimme ist zittrig. Her voice is trembling. “Posso venire anche subito” dico. "Ich kann auch sofort kommen", sage ich. "I can come right away too," I say. "Jeg kan også komme med en gang" sier jeg.

Un'ora dopo, arrivo all'indirizzo che avevo trovato sulla guida. Eine Stunde später komme ich zu der Adresse, die ich im Reiseführer gefunden habe. An hour later, I arrive at the address I found on the guide. En time senere kommer jeg til adressen jeg fant i guideboken. A Torino piove fortissimo. In Turin regnet es sehr stark. In Turin it rains very heavily. I Torino regner det veldig hardt. Suono il campanello. Ich klingele. I ring the bell. Jeg ringer på bjellen. Mi apre una donna bionda, di circa 60 anni. Eine blonde Frau, ungefähr 60 Jahre alt, öffnet es. A blonde woman, about 60 years old, opens me. “Claudia, piacere”, dalla sua voce capisco che è con lei che ho parlato al telefono prima. "Claudia, schön dich kennenzulernen", aus ihrer Stimme verstehe ich, dass sie diejenige ist, mit der ich vorher telefoniert habe. "Claudia, pleasure", from her voice I understand that it is with her that I spoke on the phone before. "Claudia, hyggelig å møte deg", fra stemmen hennes forstår jeg at hun er den jeg snakket med på telefonen før. “Piacere, Italo”. "Nice to meet you, Italo".

Ci stringiamo la mano, mi siedo sul divano e la donna mi offre del tè. We shake hands, I sit on the sofa and the woman offers me some tea. Vi håndhilser, jeg sitter i sofaen og kvinnen tilbyr meg te. Poi, con franchezza, mi dice: “Carlo è scomparso” Non posso crederci, chiedo spiegazioni. Dann sagt er mir ehrlich gesagt: "Carlo fehlt" Ich kann es nicht glauben, ich bitte um Erklärungen. Then, frankly, he says to me: "Carlo has disappeared" I can't believe it, I ask for explanations. Så, ærlig talt, forteller han meg: "Carlo mangler" Jeg kan ikke tro det, jeg ber om forklaringer.

Mi porge un biglietto, dove leggo una scritta in corsivo: “Perdonami. Er gibt mir eine Notiz, in der ich eine kursive Inschrift lese: „Vergib mir. He gives me a ticket, where I read an italicized text: “Forgive me. Han gir meg et notat, der jeg leser en inskripsjon: “Tilgi meg. Carlo” Sono sconvolto. Carlo “Ich bin schockiert. Carlo ”I am shocked. Carlo ”Jeg er sjokkert. Come è possibile? Wie ist es möglich? How is it possible? “Dobbiamo cercarlo” dico, e Claudia è d'accordo con me. "Wir müssen ihn suchen", sage ich und Claudia stimmt mir zu. "We have to look for him," I say, and Claudia agrees with me. "Vi må se etter ham", sier jeg, og Claudia er enig med meg. “C'è una persona che voglio avvisare e che può aiutarci” mi dice poi. "Es gibt eine Person, die ich warnen möchte und die uns helfen kann", sagt er mir dann. "There is a person I want to notify and who can help us," he says then. "Det er en person jeg vil advare og som kan hjelpe oss," forteller han meg. “Chi?” "WHO?" "Who?"

“L'ex moglie di Carlo. „Carlos Exfrau. “Carlo's ex-wife. “Carlos ekskone. Siamo in buoni rapporti, ho il suo numero e il suo indirizzo.” “Come… come si chiama?” subito penso che se si chiama Paola, potrebbe essere mia madre. Wir sind zu guten Konditionen, ich habe Ihre Nummer und Adresse. " "Was ... wie ist sein Name?" Ich denke sofort, wenn sie Paola heißt, könnte sie meine Mutter sein. We are on good terms, I have her number and address. "" What ... what's her name? "I immediately think that if her name is Paola, she could be my mother. “Paola”

Il mio cuore inizia a battere fortissimo. Mein Herz beginnt sehr schnell zu schlagen. My heart starts beating fast. Sono emozionatissimo. I am very excited. Non voglio illudermi, ma ci sono tanti indizi a mio favore. Ich möchte mich nicht täuschen, aber es gibt viele Hinweise zu meinen Gunsten. I don't want to delude myself, but there are many clues in my favor. Jeg vil ikke lure meg selv, men det er mange ledetråder i min favør. Claudia chiama subito Paola, che ci invita a casa sua. Claudia ruft sofort Paola an, die uns zu sich nach Hause einlädt. Claudia immediately calls Paola, who invites us to her home. Abita poco lontano. Er wohnt in der Nähe. He lives not far away. Han bor i nærheten. Con la macchina di Claudia arriviamo in fretta davanti al suo palazzo. Mit Claudias Auto kommen wir schnell vor ihrem Gebäude an. With Claudia's car we arrive quickly in front of her building. Med Claudias bil kommer vi raskt foran bygningen hennes. Prima di suonare il campanello, faccio un bel respiro. Bevor ich klingele, atme ich tief ein. Before I ring the bell, I take a deep breath. Før jeg ringer på bjellen, tar jeg pusten dypt. Poi un altro. Dann ein anderer. Then another.

Paola apre il portone, saliamo le scale fino al terzo piano. Paola öffnet die Tür, wir gehen die Treppe zum dritten Stock hinauf. Paola opens the door, we go up the stairs to the third floor. Paola åpner døren, vi går opp trappene til tredje etasje. Paola ci sente arrivare, apre la porta e la vedo. Paola hört uns kommen, öffnet die Tür und ich sehe sie. Paola hears us coming, opens the door and I see her. Paola hører oss komme, åpner døren og jeg ser henne. Non so spiegare in che modo, ma mi somiglia, mi somiglia moltissimo. I can't explain how, but it looks like me, it looks like me very much. Jeg kan ikke forklare hvordan, men det ser ut som meg, det ser veldig ut som meg. Mi somiglia troppo. It looks too much like me. Sarà il naso all'insù, saranno gli occhi azzurrissimi e così simili ai miei. It will be the nose upwards, the eyes will be very blue and so similar to mine.

Anche lei è colpita nel vedermi. She is also struck to see me. Hun er også imponert over å se meg. “Sono… sono Italo” le dico. "I'm ... I'm Italo" I tell her. Sente il mio accento straniero, sente il mio nome, vede il mio viso. He hears my foreign accent, he hears my name, he sees my face. Han hører min utenlandske aksent, hører navnet mitt, ser ansiktet mitt. Scoppia in lacrime e mi abbraccia. Burst into tears and hug me. Han brister i tårer og klemmer meg.

Non c'è bisogno di spiegazioni, non c'è bisogno di parole. There is no need for explanations, no need for words. Det er ikke behov for forklaringer, ikke behov for ord. Ci stringiamo fortissimo, anche io inizio a piangere. We hug tight, I too start to cry. Vi klemmer veldig tett, også jeg begynner å gråte

“Non ci credo, non ci credo…” dice Paola, anzi mia madre, tra i singhiozzi. "I don't believe it, I don't believe it ..." says Paola, or rather my mother, between sobs. "Jeg tror ikke det, jeg tror ikke det ..." sier Paola, faktisk moren min, mellom hulkene. “Ti ho aspettato, ti ho aspettato per così tanti anni… mi sei mancato tanto, tanto!” "I waited for you, I waited for you for so many years ... I missed you a lot, a lot!" "Jeg har ventet på deg, jeg har ventet på deg i så mange år ... Jeg har savnet deg så, så mye!"

Non ho mai provato così tanta felicità nella mia vita. I have never experienced so much happiness in my life. Jeg har aldri følt så mye lykke i livet mitt. Anche il sole fuori  è tornato a splendere Piango ancora e rido come un bambino. Even the sun outside has returned to shine I cry again and laugh like a child. Selv solen utenfor skinner igjen. Jeg gråter igjen og ler som et barn. Sono così contento di averla ritrovata, di aver ritrovato mia madre. I'm so glad I found her, I found my mother again. Jeg er så glad for å ha funnet henne, å ha funnet moren min.

“Ti ho trovata, mamma” “Sei ritornato, figlio mio” Sono così contento che lei sia altrettanto felice. "Ich habe dich gefunden, Mama." "Du bist zurückgekehrt, mein Sohn." Ich bin so froh, dass sie genauso glücklich ist. "I found you, mom" "You are back, my son" I am so glad that she is just as happy. "Jeg fant deg, mamma" "Du har kommet tilbake, sønnen min." Jeg er så glad hun er like glad. Non ci sono dubbi: è lei. Es besteht kein Zweifel: Sie ist es. There is no doubt: it's her. Ci siamo riconosciuti immediatamente, e io ho sentito qualcosa scaldarsi dentro il petto. Wir erkannten uns sofort und ich fühlte etwas Warmes in meiner Brust. We recognized each other immediately, and I felt something warm inside my chest. Vi kjente igjen hverandre umiddelbart, og jeg følte noe varmt inni brystet. Anche lei, scommetto. Ich wette auch Sie. You too, I bet. Du satser også. La gioia di questo istante non si può descrivere a parole. Die Freude an diesem Moment kann nicht in Worten beschrieben werden. The joy of this moment cannot be described in words.

Dopo questo abbraccio, però, so che ci sarà un problema serio da affrontare: mio padre è scomparso, non sappiamo dove e non sappiamo perché. Nach dieser Umarmung weiß ich jedoch, dass es ein ernstes Problem geben wird: Mein Vater ist verschwunden, wir wissen nicht wo und wir wissen nicht warum. After this hug, however, I know there will be a serious problem to face: my father has disappeared, we don't know where and we don't know why. Etter denne klemmen vet jeg imidlertid at det vil være et alvorlig problem å møte: faren min har forsvunnet, vi vet ikke hvor og vi vet ikke hvorfor.

Ma per un attimo, nell'attimo di questo abbraccio, ogni problema smette di esistere. Aber für einen Moment, im Moment dieser Umarmung, hört jedes Problem auf zu existieren. But for a moment, in the moment of this embrace, every problem ceases to exist. Men et øyeblikk, i øyeblikket av denne omfavnelsen, slutter hvert problem å eksistere. Mi sento solo felice e completamente al sicuro… il suo profumo e la sua pelle mi riportano improvvisamente alla mente abbracci dimenticati di quasi trent'anni fa. Ich fühle mich einfach glücklich und vollkommen sicher ... ihr Geruch und ihre Haut erinnern mich plötzlich an vergessene Umarmungen von vor fast dreißig Jahren. I just feel happy and completely safe ... its scent and skin suddenly bring to mind forgotten hugs from almost thirty years ago. Jeg føler meg bare glad og helt trygg ... hennes duft og huden minner meg plutselig på glemte klemmer fra nesten tretti år siden. E, per un attimo, sembra che quel tempo non sia mai trascorso. Und für einen Moment scheint es, dass die Zeit nie vergangen ist. And, for a moment, it seems that that time has never passed.

[EPILOGO] [EPILOGUE]

D. Siamo dunque arrivati alla fine de ‘La storia di Italo' e sono in compagnia di Erika. F. Wir haben daher das Ende von "Die Geschichte von Italo" erreicht und ich bin in der Gesellschaft von Erika. D. We have therefore reached the end of 'La storia di Italo' and I am in the company of Erika. Se questo fosse un film questi sarebbero i titoli di coda, uno schermo nero con tutti i nomi che  hanno partecipato alla produzione. Wenn dies ein Film wäre, wären dies die Credits, eine schwarze Leinwand mit allen Namen, die an der Produktion beteiligt waren. If this were a film these would be the credits, a black screen with all the names that participated in the production. Hvis dette var en film, ville dette være studiepoengene, en svart skjerm med alle navnene som deltok i produksjonen. In realtà siamo solamente due (tre se aggiungiamo Elisa che ha partecipato e che voglio anche ringraziare). In Wirklichkeit sind wir nur zwei (drei, wenn wir Elisa hinzufügen, die teilgenommen hat und der ich auch danken möchte). In reality we are only two (three if we add Elisa who participated and whom I also want to thank). I virkeligheten er vi bare to (tre hvis vi legger til Elisa som deltok og som jeg også vil takke). Voglio ringraziare voi ascoltatori che avete ci avete sostenuto nella creazione di questo progetto molto ambizioso, comunque creativo e originale per noi. Ich möchte mich bei den Zuhörern bedanken, die uns bei der Erstellung dieses sehr ehrgeizigen, jedoch kreativen und originellen Projekts für uns unterstützt haben. I want to thank you listeners who have supported us in creating this very ambitious project, however creative and original for us. Jeg vil takke dere lyttere som har støttet oss i å lage dette veldig ambisiøse, uansett hvor kreative og originale prosjektet for oss. Volevo ringraziare Erika che ha scritto la maggior parte della della storia. Ich wollte Erika danken, die den größten Teil der Geschichte geschrieben hat. I wanted to thank Erika who wrote most of the story. Volevo chiederti la tua esperienza, com'è stato per te cimentarsi in questo progetto? Ich wollte Sie nach Ihren Erfahrungen fragen, wie war es für Sie, sich an diesem Projekt zu versuchen? I wanted to ask you about your experience, how was it for you to try this project? Jeg ønsket å spørre deg om din erfaring, hvordan var det for deg å prøve deg på dette prosjektet?

E. Sicuramente molto divertente. E. Auf jeden Fall viel Spaß. E. Definitely a lot of fun. E. Definitivt mye moro. Innanzitutto  scrivere la storia, che è una cosa che mi è piaciuto tantissimo fare, perché comunque bisognava inventarla da zero e bisognava creare i personaggi, bisognava scrivere in un italiano semplice (o almeno ci abbiamo provato).. insomma, bisognava fare tante cose che non avevo mai fatto, quindi è stato molto divertente. Zuallererst habe ich die Geschichte geschrieben, was mir sehr gut gefallen hat, denn auf jeden Fall musste man sie von Grund auf neu erfinden und die Charaktere erstellen, man musste in einfachem Italienisch schreiben (oder zumindest haben wir es versucht). Kurz gesagt, du musstest viele Dinge tun, die ich noch nie getan habe, also hat es viel Spaß gemacht. First of all, writing the story, which is something I really liked doing, because in any case you had to invent it from scratch and you had to create the characters, you had to write in simple Italian (or at least we tried) .. in short, you had to do many things that I never did, so it was a lot of fun. Først og fremst å skrive historien, noe som jeg likte å gjøre, for i alle fall måtte du oppfinne den fra bunnen av og du måtte lage tegnene, du måtte skrive på enkel italiensk (eller i det minste prøvde vi). .. kort sagt, du måtte gjøre mange ting som jeg aldri hadde gjort det, så det var veldig gøy. È stato anche divertente poi fare le varie voci, con più o meno successo, ma è stato è stato simpatico . Es hat auch Spaß gemacht, die verschiedenen Stimmen mit mehr oder weniger Erfolg zu spielen, aber es war schön. It was also fun to do the various voices, with more or less success, but it was nice. Det var også gøy å gjøre de forskjellige stemmene, med mer eller mindre suksess, men det var hyggelig.

D. Scriveteci il vostro parere sulla storia, come vi è sembrata, sulla difficoltà dell'italiano, sulla nostra interpretazione, sulla musica, sugli effetti sonori, perché ci interessa per migliorare in futuro e adattarci alle vostre esigenze. D. Schreiben Sie uns Ihre Meinung zur Geschichte, wie es Ihnen schien, zur Schwierigkeit des Italienischen, zu unserer Interpretation, zur Musik, zu den Soundeffekten, denn wir sind daran interessiert, uns in Zukunft zu verbessern und uns an Ihre Bedürfnisse anzupassen. D. Write us your opinion on history, as it seemed to you, on the difficulty of Italian, on our interpretation, on music, on sound effects, because we are interested in improving in the future and adapting to your needs. D. Skriv oss din mening om historien, slik den virket for deg, om italienskens vanskeligheter, om vår tolkning, om musikken, om lydeffektene, fordi vi er interessert i å forbedre oss i fremtiden og tilpasse deg dine behov. Condividete questa storia con chi sta imparando l'italiano. Teilen Sie diese Geschichte mit jedem, der Italienisch lernt. Share this story with those who are learning Italian. Del denne historien med alle som lærer italiensk. Questo è molto importante per noi, perché personalmente questo il progetto di cui sono maggiormente orgoglioso. Das ist uns sehr wichtig, denn persönlich ist dies das Projekt, auf das ich besonders stolz bin. This is very important for us, because personally this is the project I am most proud of. Dette er veldig viktig for oss, for personlig er dette prosjektet jeg er mest stolt av. Vorrei anche chiedervi di lasciare delle recensioni su iTunes, perché queste ci aiutano molto. Ich möchte Sie auch bitten, Bewertungen bei iTunes zu hinterlassen, da diese uns sehr helfen. I would also like to ask you to leave reviews on iTunes, because these help us a lot. Jeg vil også be deg om å legge igjen anmeldelser på iTunes, fordi de hjelper oss mye. Menzionate ‘la storia di Italo', scrivete che se volete imparare l'italiano e siete principianti potete farlo su Podcast Italiano. Erwähnen Sie 'die Geschichte von Italo' und schreiben Sie, dass Sie Italienisch lernen können, wenn Sie Italienisch lernen möchten und Anfänger sind. Mention 'the history of Italo', write that if you want to learn Italian and are beginners you can do it on the Italian Podcast. Nevn 'historien om Italo', skriv at hvis du vil lære italiensk og er nybegynner, kan du gjøre det på Podcast Italiano.

E. E soprattutto ringraziate Davide per il lavoro enorme che ha fatto con la musica e gli effetti sonori. E. Und vor allem danke Davide für die enorme Arbeit, die er mit Musik und Soundeffekten geleistet hat. E. And above all, thank Davide for the enormous work he has done with music and sound effects. E. Og fremfor alt, takk Davide for det enorme arbeidet han har gjort med musikk og lydeffekter. Ah, ragazzi ancora una cosa.. Ah, Jungs noch eine Sache .. Ah, guys one more thing .. Ah, gutter en ting til ..

D. Ci stavamo dimenticando, Erika. D. Wir haben vergessen, Erika. D. We were forgetting, Erika. D. Vi glemte, Erika. Ci vediamo nella seconda stagione della storia di Italo. Wir sehen uns in der zweiten Staffel von Italos Geschichte. See you in the second season of Italo's story. Vi sees i den andre sesongen av Italos historie. Ciao! Hello!