×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

"Cuore" di Edmondo De Amicis ("Heart"), Aprile - Primavera. 1, sabato

Aprile - Primavera. 1, sabato

Primavera 1, sabato

Primo d'aprile! Tre soli mesi ancora. Questa è stata una delle più belle mattinate dell'anno. Io ero contento, nella scuola, perché Coretti m'aveva detto d'andar dopo domani a veder arrivare il Re, insieme con suo padre che lo conosce ; e perché mia madre m'avea promesso di condurmi lo stesso giorno a visitar l'Asilo infantile di Corso Valdocco. Anche ero contento perché il «muratorino» sta meglio, e perché ieri sera, passando, il maestro disse a mio padre: - Va bene, va bene. - E poi era una bella mattinata di primavera. Dalle finestre della scuola si vedeva il cielo azzurro, gli alberi del giardino tutti coperti di germogli, e le finestre delle case spalancate, colle cassette e i vasi già verdeggianti. Il maestro non rideva, perché non ride mai, ma era di buon umore, tanto che non gli appariva quasi più quella ruga diritta in mezzo alla fronte; e spiegava un problema sulla lavagna, celiando. E si vedeva che provava piacere a respirar l'aria del giardino che veniva per le finestre aperte, piena d'un buon odor fresco di terra e di foglie, che faceva pensare alle passeggiate in campagna. Mentre egli spiegava, si sentiva in una strada vicina un fabbro ferraio che batteva sull'incudine, e nella casa di faccia una donna che cantava per addormentare il bambino: lontano, nella caserma della Cernaia, suonavano le trombe. Tutti parevano contenti, persino Stardi. A un certo momento il fabbro si mise a picchiar più forte, la donna a cantar più alto. Il maestro s'interruppe e prestò l'orecchio. Poi disse lentamente guardando per la finestra: - Il cielo che sorride, una madre che canta, un galantuomo che lavora, dei ragazzi che studiano... ecco delle cose belle. - Quando uscimmo dalla classe, vedemmo che anche tutti gli altri erano allegri; tutti camminavano in fila pestando i piedi forte e canticchiando, come alla vigilia d'una vacanza di quattro giorni; le maestre scherzavano; quella della penna rossa saltellava dietro i suoi bimbi come una scolaretta; i parenti dei ragazzi discorrevano fra loro ridendo, e la madre di Crossi, l'erbaiola, ci aveva nelle ceste tanti mazzi di violette, che empivano di profumo tutto il camerone. Io non sentii mai tanta contentezza come questa mattina a veder mia madre che mi aspettava nella strada. E glielo dissi andandole incontro: - Sono contento: cos'è mai che mi fa così contento questa mattina? - E mia madre mi rispose sorridendo che era la bella stagione e la buona coscienza.

Aprile - Primavera. 1, sabato April - Frühling. 1, Samstag April - Spring. 1, Saturday Abril - Primavera. 1, Sábado Avril - Printemps. 1, samedi April - Lente. 1, zaterdag Abril - Primavera. 1, Sábado Апрель - весна. 1, суббота

Primavera 1, sabato Spring 1, Saturday

Primo d'aprile! April Fool's Day! Tre soli mesi ancora. Only three more months. Questa è stata una delle più belle mattinate dell'anno. This was one of the most beautiful mornings of the year. Io ero contento, nella scuola, perché Coretti m'aveva detto d'andar dopo domani a veder arrivare il Re, insieme con suo padre che lo conosce ; e perché mia madre m'avea promesso di condurmi lo stesso giorno a visitar l'Asilo infantile di Corso Valdocco. I was happy, in the school, because Coretti had told me to go after tomorrow to see the King arrive, together with his father who knows him ; and because my mother had promised to take me the same day to visit the Kindergarten in Corso Valdocco. Anche ero contento perché il «muratorino» sta meglio, e perché ieri sera, passando, il maestro disse a mio padre: - Va bene, va bene. I was also happy because the "masonino" is better, and because last night, passing by, the teacher said to my father: - All right, all right. - E poi era una bella mattinata di primavera. - Besides, it was a beautiful spring morning. Dalle finestre della scuola si vedeva il cielo azzurro, gli alberi del giardino tutti coperti di germogli, e le finestre delle case spalancate, colle cassette e i vasi già verdeggianti. From the windows of the school one could see the blue sky, the trees in the garden all covered with buds, and the windows of the houses wide open, with their boxes and pots already verdant. Il maestro non rideva, perché non ride mai, ma era di buon umore, tanto che non gli appariva quasi più quella ruga diritta in mezzo alla fronte; e spiegava un problema sulla lavagna, celiando. The teacher did not laugh, because he never laughs, but he was in a good mood, so much so that that straight wrinkle hardly appeared in the middle of his forehead; and he was explaining a problem on the blackboard, hiding. E si vedeva che provava piacere a respirar l'aria del giardino che veniva per le finestre aperte, piena d'un buon odor fresco di terra e di foglie, che faceva pensare alle passeggiate in campagna. And you could see that he took pleasure in breathing the garden air that came through the open windows, full of a good fresh smell of earth and leaves, which made one think of walks in the countryside. Mentre egli spiegava, si sentiva in una strada vicina un fabbro ferraio che batteva sull'incudine, e nella casa di faccia una donna che cantava per addormentare il bambino: lontano, nella caserma della Cernaia, suonavano le trombe. While he was explaining, a blacksmith could be heard in a nearby street beating on the anvil, and in the house opposite a woman singing to put her child to sleep: far away, in the Cernaia barracks, trumpets were sounding. Tutti parevano contenti, persino Stardi. Everyone seemed happy, even Stardi. A un certo momento il fabbro si mise a picchiar più forte, la donna a cantar più alto. At a certain moment the blacksmith began to beat louder, the woman to sing louder. Il maestro s'interruppe e prestò l'orecchio. The teacher interrupted and lent an ear. Poi disse lentamente guardando per la finestra: - Il cielo che sorride, una madre che canta, un galantuomo che lavora, dei ragazzi che studiano... ecco delle cose belle. Then he said slowly as he looked for the window: - The sky smiling, a mother singing, a gentleman working, boys studying ... here are beautiful things. - Quando uscimmo dalla classe, vedemmo che anche tutti gli altri erano allegri; tutti camminavano in fila pestando i piedi forte e canticchiando, come alla vigilia d'una vacanza di quattro giorni; le maestre scherzavano; quella della penna rossa saltellava dietro i suoi bimbi come una scolaretta; i parenti dei ragazzi discorrevano fra loro ridendo, e la madre di Crossi, l'erbaiola, ci aveva nelle ceste tanti mazzi di violette, che empivano di profumo tutto il camerone. - When we came out of the classroom, we saw that everyone else was cheerful too; everyone walked in a line stomping their feet loudly and humming, as if on the eve of a four-day vacation; the teachers were joking; the one with the red pen was prancing behind her children like a schoolgirl; the boys' relatives were talking to each other laughing, and Crossi's mother, the herbivore, had in her baskets many bunches of violets, which filled the whole big room with perfume. Io non sentii mai tanta contentezza come questa mattina a veder mia madre che mi aspettava nella strada. I never felt such contentment as I did this morning to see my mother waiting for me in the street. E glielo dissi andandole incontro: - Sono contento: cos'è mai che mi fa così contento questa mattina? And I told her as I went up to her: -I am happy: what on earth is it that makes me so happy this morning? - E mia madre mi rispose sorridendo che era la bella stagione e la buona coscienza. - And my mother smilingly replied that it was the good season and good conscience.