×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

La Divina Commedia di Dante by Dante Alighieri. (Excerpts), Canto IX

Canto IX

Quel color che vilta` di fuor mi pinse veggendo il duca mio tornare in volta, piu` tosto dentro il suo novo ristrinse.

Attento si fermo` com'uom ch'ascolta; chè l'occhio nol potea menare a lunga per l'aere nero e per la nebbia folta. «Pur a noi converra` vincer la punga», comincio` el, «se non... Tal ne s'offerse. Oh quanto tarda a me ch'altri qui giunga!». I' vidi ben si` com'ei ricoperse lo cominciar con l'altro che poi venne, che fur parole a le prime diverse; ma nondimen paura il suo dir dienne, perch'io traeva la parola tronca forse a peggior sentenzia che non tenne. «In questo fondo de la trista conca discende mai alcun del primo grado, che sol per pena ha la speranza cionca?».

Questa question fec'io; e quei «Di rado incontra», mi rispuose, «che di noi faccia il cammino alcun per qual io vado. Ver e` ch'altra fiata qua giu` fui, congiurato da quella Eriton cruda che richiamava l'ombre a' corpi sui. Di poco era di me la carne nuda, ch'ella mi fece intrar dentr'a quel muro, per trarne un spirto del cerchio di Giuda. Quell'e` 'l piu` basso loco e 'l piu` oscuro, e 'l piu` lontan dal ciel che tutto gira: ben so 'l cammin; pero` ti fa sicuro. Questa palude che 'l gran puzzo spira cigne dintorno la citta` dolente, u' non potemo intrare omai sanz'ira». E altro disse, ma non l'ho a mente; pero` che l'occhio m'avea tutto tratto ver' l'alta torre a la cima rovente, dove in un punto furon dritte ratto tre furie infernal di sangue tinte, che membra feminine avieno e atto,

e con idre verdissime eran cinte; serpentelli e ceraste avien per crine, onde le fiere tempie erano avvinte.

E quei, che ben conobbe le meschine de la regina de l'etterno pianto, «Guarda», mi disse, «le feroci Erine. Quest'e` Megera dal sinistro canto; quella che piange dal destro e` Aletto; Tesifon e` nel mezzo»; e tacque a tanto. Con l'unghie si fendea ciascuna il petto; battiensi a palme, e gridavan si` alto, ch'i' mi strinsi al poeta per sospetto. «Vegna Medusa: si` 'l farem di smalto», dicevan tutte riguardando in giuso; «mal non vengiammo in Teseo l'assalto». «Volgiti 'n dietro e tien lo viso chiuso; chè se 'l Gorgon si mostra e tu 'l vedessi, nulla sarebbe di tornar mai suso». Cosi` disse 'l maestro; ed elli stessi mi volse, e non si tenne a le mie mani, che con le sue ancor non mi chiudessi. O voi ch'avete li 'ntelletti sani, mirate la dottrina che s'asconde sotto 'l velame de li versi strani. E gia` venia su per le torbide onde un fracasso d'un suon, pien di spavento, per cui tremavano amendue le sponde, non altrimenti fatto che d'un vento impetuoso per li avversi ardori, che fier la selva e sanz'alcun rattento li rami schianta, abbatte e porta fori; dinanzi polveroso va superbo, e fa fuggir le fiere e li pastori.

Gli occhi mi sciolse e disse: «Or drizza il nerbo del viso su per quella schiuma antica per indi ove quel fummo e` piu` acerbo».

Come le rane innanzi a la nimica biscia per l'acqua si dileguan tutte, fin ch'a la terra ciascuna s'abbica, vid'io piu` di mille anime distrutte fuggir cosi` dinanzi ad un ch'al passo passava Stige con le piante asciutte. Dal volto rimovea quell'aere grasso, menando la sinistra innanzi spesso; e sol di quell'angoscia parea lasso. Ben m'accorsi ch'elli era da ciel messo, e volsimi al maestro; e quei fè segno ch'i' stessi queto ed inchinassi ad esso. Ahi quanto mi parea pien di disdegno! Venne a la porta, e con una verghetta l'aperse, che non v'ebbe alcun ritegno. «O cacciati del ciel, gente dispetta», comincio` elli in su l'orribil soglia, «ond'esta oltracotanza in voi s'alletta? Perchè recalcitrate a quella voglia a cui non puote il fin mai esser mozzo, e che piu` volte v'ha cresciuta doglia? Che giova ne le fata dar di cozzo? Cerbero vostro, se ben vi ricorda, ne porta ancor pelato il mento e 'l gozzo». Poi si rivolse per la strada lorda, e non fè motto a noi, ma fè sembiante d'omo cui altra cura stringa e morda che quella di colui che li e` davante; e noi movemmo i piedi inver' la terra, sicuri appresso le parole sante. Dentro li 'ntrammo sanz'alcuna guerra; e io, ch'avea di riguardar disio la condizion che tal fortezza serra, com'io fui dentro, l'occhio intorno invio; e veggio ad ogne man grande campagna piena di duolo e di tormento rio. Si` come ad Arli, ove Rodano stagna, si` com'a Pola, presso del Carnaro ch'Italia chiude e suoi termini bagna, fanno i sepulcri tutt'il loco varo, cosi` facevan quivi d'ogne parte, salvo che 'l modo v'era piu` amaro; chè tra gli avelli fiamme erano sparte, per le quali eran si` del tutto accesi, che ferro piu` non chiede verun'arte. Tutti li lor coperchi eran sospesi, e fuor n'uscivan si` duri lamenti, che ben parean di miseri e d'offesi. E io: «Maestro, quai son quelle genti che, seppellite dentro da quell'arche, si fan sentir coi sospiri dolenti?». Ed elli a me: «Qui son li eresiarche con lor seguaci, d'ogne setta, e molto piu` che non credi son le tombe carche. Simile qui con simile e` sepolto, e i monimenti son piu` e men caldi». E poi ch'a la man destra si fu volto, passammo tra i martiri e li alti spaldi.


Canto IX Canto IX Canto IX

Quel color che vilta` di fuor mi pinse veggendo il duca mio tornare in volta, piu` tosto dentro il suo novo ristrinse. That color that cowardice from outside pinned me seeing my duke return in time, sooner shrunk inside its new.

Attento si fermo` com’uom ch’ascolta; chè l’occhio nol potea menare a lunga per l’aere nero e per la nebbia folta. Attentive he stopped like a man who listens; because the eye could not lead a long time because of the black air and the thick fog. «Pur a noi converra` vincer la punga», comincio` el, «se non... Tal ne s’offerse. «It will be better for us to win the sting», el began, «if not ... Tal was offended. Oh quanto tarda a me ch’altri qui giunga!». Oh how late it takes me for others to arrive here! ». I' vidi ben si` com’ei ricoperse lo cominciar con l’altro che poi venne, che fur parole a le prime diverse; I saw very well how he covered it, beginning with the other who then came, who were words to the first different ones; ma nondimen paura il suo dir dienne, perch’io traeva la parola tronca forse a peggior sentenzia che non tenne. but nevertheless he was afraid of his saying, because I drew the word truncated perhaps to the worst sentence that he did not keep. «In questo fondo de la trista conca discende mai alcun del primo grado, che sol per pena ha la speranza cionca?». "In this fund of the sad valley does anyone of the first degree ever descend, who only for pain has the hope all the time?".

Questa question fec’io; e quei «Di rado incontra», mi rispuose, «che di noi faccia il cammino alcun per qual io vado. This question I asked; and those «He seldom meets», he replied to me, «who make the path of us by which I go. Ver e` ch’altra fiata qua giu` fui, congiurato da quella Eriton cruda che richiamava l’ombre a' corpi sui. Ver it is that another breath down here I was, conspired by that crude Eriton that called the shadows to the bodies on. Di poco era di me la carne nuda, ch’ella mi fece intrar dentr’a quel muro, per trarne un spirto del cerchio di Giuda. The naked flesh was of me a little, which she made me enter within that wall, to draw a spirit of the circle of Judah. Quell’e` 'l piu` basso loco e 'l piu` oscuro, e 'l piu` lontan dal ciel che tutto gira: ben so 'l cammin; pero` ti fa sicuro. That is the lowest place and the darkest, it is the farthest from heaven that everything turns: well I know the way; but it makes you sure. Questa palude che 'l gran puzzo spira cigne dintorno la citta` dolente, u' non potemo intrare omai sanz’ira». This swamp that the great stench breathes swirls around the sorrowful city, we cannot enter without sanz'ira ». E altro disse, ma non l’ho a mente; pero` che l’occhio m’avea tutto tratto ver' l’alta torre a la cima rovente, And more he said, but I don't have it in mind; but my eye had drawn me all the way from the tall tower to the hot top, dove in un punto furon dritte ratto tre furie infernal di sangue tinte, che membra feminine avieno e atto, where at one point three infernal furies of blood dyed upright were rat, which limbs feminine avian and act,

e con idre verdissime eran cinte; serpentelli e ceraste avien per crine, onde le fiere tempie erano avvinte. and with very green hydras they were surrounded; snakes and waxes avien for horsehair, whereby the proud temples were bound together.

E quei, che ben conobbe le meschine de la regina de l’etterno pianto, «Guarda», mi disse, «le feroci Erine. And those, who knew well the petty ones of the queen of eternal weeping, "Look," he said to me, "the ferocious Erines. Quest’e` Megera dal sinistro canto; quella che piange dal destro e` Aletto; Tesifon e` nel mezzo»; e tacque a tanto. This is Hag from the sinister song; the one crying from the right is Aletto; Tesifon is in the middle »; and was silent for a long time. Con l’unghie si fendea ciascuna il petto; battiensi a palme, e gridavan si` alto, ch’i' mi strinsi al poeta per sospetto. Each one slashed his chest with his fingernails; they clap with palms, and they shouted so high, that I clung to the poet for suspicion. «Vegna Medusa: si` 'l farem di smalto», dicevan tutte riguardando in giuso; «mal non vengiammo in Teseo l’assalto». «Volgiti 'n dietro e tien lo viso chiuso; chè se 'l Gorgon si mostra e tu 'l vedessi, nulla sarebbe di tornar mai suso». «Turn around and keep your face closed; for if the Gorgon shows himself and you saw him, there would be nothing to ever return to suso ». Cosi` disse 'l maestro; ed elli stessi mi volse, e non si tenne a le mie mani, che con le sue ancor non mi chiudessi. Thus said the master; and he themselves turned me, and did not hold on to my hands, that with his still I would not close me. O voi ch’avete li 'ntelletti sani, mirate la dottrina che s’asconde sotto 'l velame de li versi strani. O you who have sound intellects, look at the doctrine that hides under the veil of the strange verses. E gia` venia su per le torbide onde un fracasso d’un suon, pien di spavento, per cui tremavano amendue le sponde, And already came up through the murky waves a crash of a sound, full of fear, by which both banks trembled, non altrimenti fatto che d’un vento impetuoso per li avversi ardori, che fier la selva e sanz’alcun rattento nothing else made of an impetuous wind for the adverse ardors, which fier the forest and without any attention li rami schianta, abbatte e porta fori; dinanzi polveroso va superbo, e fa fuggir le fiere e li pastori. the branches smash, knocks down and carries holes; before dusty he goes proud, and makes the beasts and the shepherds flee.

Gli occhi mi sciolse e disse: «Or drizza il nerbo del viso su per quella schiuma antica per indi ove quel fummo e` piu` acerbo». My eyes melted and said: "Now straighten the backbone of your face up to that ancient foam to then where that smoke is more bitter."

Come le rane innanzi a la nimica biscia per l’acqua si dileguan tutte, fin ch’a la terra ciascuna s’abbica, Like the frogs before the enemy snake for the water they all disappear, until the earth each gets down, vid’io piu` di mille anime distrutte fuggir cosi` dinanzi ad un ch’al passo passava Stige con le piante asciutte. I saw more than a thousand destroyed souls flee thus in front of a pass that passed Styx with dry plants. Dal volto rimovea quell’aere grasso, menando la sinistra innanzi spesso; e sol di quell’angoscia parea lasso. He removed that fat air from his face, often leading his left hand; and only of that anguish seemed lax. Ben m’accorsi ch’elli era da ciel messo, e volsimi al maestro; e quei fè segno ch’i' stessi queto ed inchinassi ad esso. I well realized that he was from heaven, and I turned to the teacher; and he gave a sign that I would queto myself and bow to it. Ahi quanto mi parea pien di disdegno! Venne a la porta, e con una verghetta l’aperse, che non v’ebbe alcun ritegno. He came to the door, and with a stick he opened it, that there was no restraint. «O cacciati del ciel, gente dispetta», comincio` elli in su l’orribil soglia, «ond’esta oltracotanza in voi s’alletta? "O you cast out of heaven, you spiteful people," he began at the horrible threshold, "where does this excess of power in you allure? Perchè recalcitrate a quella voglia a cui non puote il fin mai esser mozzo, e che piu` volte v’ha cresciuta doglia? Why are you recalcitrant to that desire which can never be severed, and which has increased pain in you many times? Che giova ne le fata dar di cozzo? What is the use of the fairy dar of clash? Cerbero vostro, se ben vi ricorda, ne porta ancor pelato il mento e 'l gozzo». Your Cerberus, if you remember well, still has a bald chin and a goiter ». Poi si rivolse per la strada lorda, e non fè motto a noi, ma fè sembiante d’omo cui altra cura stringa e morda Then he turned to the filthy street, and he did not make a motto to us, but he made the semblance of a man whose other cure bites and bites che quella di colui che li e` davante; e noi movemmo i piedi inver' la terra, sicuri appresso le parole sante. Dentro li 'ntrammo sanz’alcuna guerra; e io, ch’avea di riguardar disio la condizion che tal fortezza serra, We entered there without any war; and I, who had the desire to look at the condition that this fortress holds, com’io fui dentro, l’occhio intorno invio; e veggio ad ogne man grande campagna piena di duolo e di tormento rio. Si` come ad Arli, ove Rodano stagna, si` com’a Pola, presso del Carnaro ch’Italia chiude e suoi termini bagna, Yes, as in Arli, where Rhone stagnates, yes as in Pola, near the Carnaro where Italy closes and wets its terms, fanno i sepulcri tutt’il loco varo, cosi` facevan quivi d’ogne parte, salvo che 'l modo v’era piu` amaro; they make the sepulchers all the loco varo, so they did here on every side, except that the way was more bitter; chè tra gli avelli fiamme erano sparte, per le quali eran si` del tutto accesi, che ferro piu` non chiede verun’arte. for flames were sparse among the tombs, for which they were so completely lit, that iron no longer asks for any art. Tutti li lor coperchi eran sospesi, e fuor n’uscivan si` duri lamenti, che ben parean di miseri e d’offesi. All their lids were suspended, and out of them came harsh complaints, which seemed very poor and offended. E io: «Maestro, quai son quelle genti che, seppellite dentro da quell’arche, si fan sentir coi sospiri dolenti?». And I: «Master, what are those peoples who, buried inside by that arch, make themselves heard with painful sighs?». Ed elli a me: «Qui son li eresiarche con lor seguaci, d’ogne setta, e molto piu` che non credi son le tombe carche. And he to me: «Here are the heresiarches with their followers, of each sect, and much more than you believe are the buried tombs. Simile qui con simile e` sepolto, e i monimenti son piu` e men caldi». Like is buried here with like, and the warnings are more and less hot ». E poi ch’a la man destra si fu volto, And then when his right hand was turned, passammo tra i martiri e li alti spaldi. we passed among the martyrs and the tall spalds.