×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

Salvatore racconta, #58 – La breccia di Porta Pia. Verso Roma capitale

#58 – La breccia di Porta Pia. Verso Roma capitale

Trascrizione dal podcast Salvatore racconta, episodio pubblicato il 25 giugno 2022.

Distribuito con licenza Creative Commons CC-BY 4.0 non commerciale.

Roma è una città unica al mondo. Lo sappiamo.

Per i suoi monumenti, per la sua storia, per il carattere delle persone che ci abitano.

Ma anche per un elemento che deriva da tutto questo.

A Roma può capitare di passeggiare in centro, magari mangiando un gelato o chiacchierando con gli amici, e di sconfinare senza accorgersene nel territorio di un altro Stato.

Naturalmente, parlo della Città del Vaticano. Il piccolissimo regno dove il tempo si è fermato e il Papa della Chiesa cattolica è ancora formalmente il Capo dello Stato.

È uno Stato che si vede poco, dove si può entrare anche senza saperlo, e che molti turisti e curiosi attraversano e forse nemmeno immaginano che per un po' sono usciti dall'Italia.

Eppure, nonostante la sua apparente inconsistenza, la Città del Vaticano è uno Stato pesante, presente, con una storia complessa alle spalle.

Perché è nato dalle ceneri di un potere dominante e antichissimo, che era stato cancellato dalla storia per mezzo secolo, e che è tornato per volere politico di un uomo che oggi in Italia non è certo un eroe.

L'inizio della fine del potere politico del Papa su Roma era arrivato in un giorno di fine estate.

Per la precisione, proprio l'ultimo giorno d'estate, il 20 settembre. L'anno era il 1870.

Quel giorno, le truppe dell'esercito del regno d'Italia, comandate dal generale Raffaele Cadorna, entrano a Roma per conquistarla. Lo fanno da una delle porte della città che all'epoca era secondaria. Ma che oggi ha un significato simbolico sconfinato.

Quel giorno si compie la breccia di Porta Pia. Una grande storia finisce. Un'altra è pronta a cominciare.

Cala il sipario sulla Roma dei Papi, si accendono le luci su Roma capitale d'Italia.

Forse è necessario fare un po' di chiarezza sui motivi e il contesto di questa storia.

In che senso l'esercito italiano entra a Roma per conquistarla? Ma Roma non è Italia?

Certo, oggi lo è. Ed è una cosa così naturale da dire e da pensare, che ci sembra un fatto eterno e quasi scontato.

La storia però non è fatta di cose eterne e scontate, anzi. È piena di sorprese, capovolgimenti e cose che erano normali prima e oggi sembrano inimmaginabili.

Facciamo dunque qualche passo indietro, agli anni in cui ancora l'Italia era solo un bel concetto, un'idea nobile, ma non esisteva sulle carte geografiche come Stato unitario.

Nella metà del XIX secolo, intellettuali e politici parlavano spesso dell'idea di unire l'Italia. Erano consapevoli del fatto di essere un unico popolo diviso in tanti Stati e che questo costituiva una debolezza nei confronti delle altre potenze europee. Unire l'Italia, insomma, sembrava una necessità storica.

Anche se le idee per realizzarla erano varie, contraddittorie e spesso effimere.

Fino al 1848. Un anno di rivoluzioni e rivolte in tutta Europa che non risparmiano gli Stati e staterelli in cui è divisa l'Italia.

In quel contesto, dopo anni di teorie ed elucubrazioni, emerge l'azione. C'è uno Stato in Italia che ha l'energia, i mezzi e gli uomini giusti per portare avanti l'unificazione. È il Regno di Sardegna che, per una strana storia di dinastie e titoli, in realtà ha la sua capitale a Torino.

E sono piemontesi i tre uomini chiave del Risorgimento italiano. Il Re di Sardegna, Vittorio Emanuele II di Savoia. Il suo primo ministro Camillo Benso Conte di Cavour. E il suo grande condottiero, amato e odiato, ammirato e temuto, il generale Giuseppe Garibaldi.

I tre si dividono i ruoli. Da un lato il re Vittorio e Cavour tessono trame diplomatiche e combattono guerre ufficiali con cui liberano il nord Italia dal dominio dell'impero austriaco. Nel giro di quindici anni, prima Milano e poi Venezia si uniscono al Regno d'Italia.

E nel frattempo Garibaldi, forte del suo carisma e della sua esperienza da condottiero, trascina migliaia di volontari dalla Sicilia all'Emilia Romagna per portare i piccoli Stati dell'Italia centro-meridionale sotto il controllo di Vittorio Emanuele II.

Non tutti quei piccoli Stati. Ce n'è uno, al centro, particolarmente complicato da annettere. Anche se è un regno praticamente senza esercito, è il più difficile da conquistare.

È lo Stato della Chiesa, il regno del Papa re.

E non si tocca.

Nel 1861, Vittorio Emanuele II si presenta al mondo come Re d'Italia. Solo che per dieci anni circa, il Regno d'Italia vive con un grosso buco al centro.

Sulla città degli antichi cesari, resta saldo al potere Papa Pio IX. Non ha un esercito vero e proprio. Ma ha l'autorità morale che gli viene dall'essere Papa. E soprattutto ha un potente alleato. La Francia. Che non esita a mandare a Roma migliaia di soldati.

Fino a che Napoleone III, all'epoca imperatore francese, non commette un errore di valutazione. Non capisce che gli equilibri in Europa stanno cambiando e inizia una guerra contro la Prussia. Un passo falso, che la Francia pagherà caro. Con una sconfitta durissima e feroce.

Per l'Italia invece è un'occasione ghiottissima, da cogliere al volo. Perché Napoleone, occupato a resistere ai prussiani, lascia Roma sguarnita. A Vittorio Emanuele II e al governo italiano basta un passo per completare l'opera di unificazione.

Arriviamo al 1870.

Ma nel frattempo a Roma che succede? Come vive la caput mundi questo periodo di rivolte e rivoluzioni? Che ruolo ha la città antica per eccellenza nel mondo che corre verso la modernità?

Quando le rivolte hanno fatto tremare l'Europa, Roma non è rimasta a guardare. Anzi, rivoluzionari romani hanno provato più volte a ribaltare il potere del Papa e una volta ci sono anche riusciti. Ma poi il Papa è tornato al suo posto. Come se nulla fosse successo.

A consolidare, ancora una volta, un'idea che in Europa hanno in molti. E cioè che Roma è destinata a restare lì dov'è, orgogliosamente immobile mentre nel mondo scoppia la modernità.

I quadri dell'epoca in effetti ritraggono Roma come una città sonnacchiosa e contadina. Greggi di pecore pascolano sotto l'arco di Costantino e buoi brucano l'erba nei fori imperiali come se niente fosse.

La modernità appartiene agli altri, non a Roma. Che, per volere del Papa che la governa, deve restare così com'è. Questa moda rivoluzionaria passerà prima o poi, mentre Roma è eterna.

Papa Pio IX ne è sicuro ed è deciso a non arretrare nemmeno di un millimetro. Anche quando ormai le truppe del Regno d'Italia marciano verso Roma alla luce del sole.

Senza i francesi a difenderla, la capitale del Papa può contare solo sulle sue poche forze. Una guarnigione di pochi uomini del tutto inadeguata come numeri e come equipaggiamento. Se le truppe italiane dovessero affrontarli in campo aperto, li spazzerebbero via senza problemi.

Viittorio Emanuele II però non vuole fare guerra aperta al Papa e chiede al suo generale di andarci con i piedi di piombo. È il re d'Italia, consapevole del suo ruolo, ma è anche l'esponente di una dinastia profondamente cattolica, mettersi contro il Papa non è una cosa che si può fare alla leggera.

Così all'inizio cerca di arrivare ai suoi obiettivi per via diplomatica.

Dicevamo che Roma è una città conservatrice e che resiste alla modernità a tutti i costi. Ed è vero. Ma questo non significa che manchino forze rivoluzionarie anche lì. Uomini che parlano di cose aberranti tanto per il Papa quanto per Vittorio Emanuele. Libertà, democrazia, repubblica.

Così Vittorio prova a convincere il Papa che l'invasione sarebbe per il suo bene. Il Regno d'Italia sarebbe più solido militarmente e politicamente per spegnere subito gli entusiasmi rivoluzionari dei repubblicani. Conquistare Roma sarebbe un modo per salvarla.

Bel tentativo, Vittorio. Ma Papa Pio IX non è nato ieri. È un politico abile e un uomo molto consapevole del suo ruolo. Non potrebbe mai accettare questa messinscena. Gli italiani vogliono Roma? Se la prendano con la forza, se ne hanno il coraggio.

A quel punto a Vittorio non resta molto da fare. Dopo essersi assicurato che quel fumantino di Garibaldi è a casa sua in Sardegna dove non può causare problemi, dà l'ordine ai suoi generali di entrare a Roma. Sempre con la raccomandazione però di trattare il Papa con i guanti di velluto.

Per questo Badoglio decide di provare a fare breccia da una delle porte secondarie di Roma. Una abbastanza lontana dal colle vaticano e da San Pietro, i luoghi più simbolici del potere papale.

Si consuma così, in modo piuttosto veloce e quasi indolore, uno dei momenti simbolo della storia italiana. La breccia di Porta Pia. Ovvero, i soldati del Regno d'Italia che sfondano la porta ed entrano a Roma. La piccola guarnigione di volontari che difendono il Papa si arrende. Quasi non c'è battaglia.

Il Papa ha ordinato di non combattere. Non avrebbe senso, non ci sono speranze, non c'è motivo di spargere sangue inutile.

Paolo IX si chiude sul Colle vaticano, si dichiara prigioniero politico. Il 20 settembre del 1870 Roma è italiana.

La cosa è da ufficializzare, e si fa con il metodo preferito di quell'epoca.

Un plebiscito. Romani, volete unirvi al regno d'Italia? Secondo i risultati, non si sa quanto affidabili, a rispondere in no sono soltanto 46 persone. Ma è anche vero che molti cattolici fedeli al Papa decidono semplicemente di non partecipare al voto. Iniziando una resistenza passiva che durerà a lungo.

Perché Papa Pio IX si è arreso, ma questo non significa che abbia deciso di fare finta di niente. Lancia una scomunica contro gli invasori e impone ai cattolici italiani di non partecipare alla vita politica del Regno che lui considera illegittimo e invasore.

Un anno dopo, nel 1871, Roma diventa finalmente capitale italiana. Prende il posto di Torino, antica capitale della dinastia Savoia, e Firenze, scelta provvisoriamente dopo l'Unità. Diventa, lentamente, la città che conosciamo oggi.

La Roma dei palazzi della politica, della sede del governo, dei ministeri.

Il Palazzo del Quirinale, che sorge sull'omonimo colle, passa dall'essere residenza dei Papi a residenza del Re d'Italia. E oggi continua la sua tradizione, ospitando i Presidenti della Repubblica italiana.

Dopo Pio IX si alternano diversi Papi sul trono di San Pietro. Ben quattro in cinquant'anni.

Tutti, più o meno, hanno mantenuto la linea del loro predecessore. Quella di considerarsi prigionieri in uno Stato nemico, ma senza per questo rinunciare al loro ruolo di guide religiose e spirituali per tutto il mondo cattolico.

La durezza nel dividere nettamente i cattolici dalla vita pubblica lentamente si ammorbidisce. Fino al punto in cui arriva sulla scena un prete siciliano, che si chiama Don Luigi Sturzo, un uomo che capisce che i cattolici non possono stare fuori dalla politica mentre la politica diventa delle masse. Il rischio è che il popolo senza guida si affidi al crescente partito socialista.

Fino ad arrivare al 1929. In un'Italia già molto diversa da quella che si era presa Roma con la forza. È l'Italia del fascismo e di Benito Mussolini, uno che ha tutto l'interesse a prendersi la benevolenza del Papa e del mondo cattolico. È lui, assieme al re Vittorio Emanuele III, che si presenta a San Giovanni in Laterano per firmare con Papa Pio XI, i Patti Lateranensi.

Per offrire autonomia al Vescovo di Roma, disegnano su due piedi i confini di un micro-stato. Che sarà delineato dalle antiche mura leonine e comprenderà, naturalmente, anche la Basilica di San Pietro.

Nasce così la Città del Vaticano, quella che conosciamo ancora oggi. Che anche la repubblica italiana, nata come reazione al fascismo, ha deciso di mantenere.

Oggi Porta Pia non ricorda per nulla un confine. Roma è cresciuta così tanto che quella zona lì fa parte del centro a pieno titolo. Lì davanti, immobile di fronte a migliaia di automobilisti distratti, c'è un monumento in bronzo che raffigura un bersagliere, un tipico soldato dell'epoca, che con il fucile in una mano e una tromba nell'altra è pronto a fare breccia su Porta Pia.

Per portare nella giovane storia del Regno d'Italia, la storia millenaria di Roma.


#58 – La breccia di Porta Pia. Verso Roma capitale #Nr. 58 - Der Durchbruch der Porta Pia. In Richtung Hauptstadt Rom #58 - The breach of Porta Pia. Towards capital Rome #58 - La brecha de Porta Pia. Hacia Roma capital #58 - La brèche de Porta Pia. Vers la capitale Rome #58 – La breccia di Porta Pia. Verso Roma capitale #58 - Wyłom w Porta Pia. W kierunku stolicy Rzymu #58 - A brecha da Porta Pia. Em direcção à capital Roma

__Trascrizione dal podcast Salvatore racconta, episodio pubblicato il 25 giugno 2022.__

__Distribuito con licenza Creative Commons CC-BY 4.0 non commerciale.__ Verbreitet unter einer Creative Commons CC-BY 4.0 nicht-kommerziellen Lizenz.

Roma è una città unica al mondo. Rome is a unique city in the world. Lo sappiamo.

Per i suoi monumenti, per la sua storia, per il carattere delle persone che ci abitano. Für seine Denkmäler, für seine Geschichte, für den Charakter der Menschen, die dort leben. For its monuments, for its history, for the character of the people who live there.

Ma anche per un elemento che deriva da tutto questo. Aber auch wegen eines Elements, das sich aus all dem ergibt. But also because of an element that comes from all this.

A Roma può capitare di passeggiare in centro, magari mangiando un gelato o chiacchierando con gli amici, e di sconfinare senza accorgersene nel territorio di un altro Stato. In Rom kann es passieren, dass man durch das Stadtzentrum schlendert, vielleicht ein Eis isst oder mit Freunden plaudert, und ohne es zu merken, das Gebiet eines anderen Staates betritt. In Rome, it can happen that you are strolling downtown, perhaps eating an ice cream or chatting with friends, and trespass without realizing it into the territory of another state.

Naturalmente, parlo della Città del Vaticano. Of course, I am talking about Vatican City. Il piccolissimo regno dove il tempo si è fermato e il Papa della Chiesa cattolica è ancora formalmente il Capo dello Stato.

È uno Stato che si vede poco, dove si può entrare anche senza saperlo, e che molti turisti e curiosi attraversano e forse nemmeno immaginano che per un po' sono usciti dall'Italia. Es ist ein Zustand, den man selten sieht, in den man eintreten kann, ohne es zu wissen, und den viele Touristen und Neugierige durchqueren und sich vielleicht nicht einmal vorstellen können, dass sie Italien für eine Weile verlassen haben. It is a state that is rarely seen, where one can enter even without knowing it, and which many tourists and curious people pass through and perhaps do not even imagine that they have left Italy for a while.

Eppure, nonostante la sua apparente inconsistenza, la Città del Vaticano è uno Stato pesante, presente, con una storia complessa alle spalle. Doch trotz ihrer scheinbaren Substanzlosigkeit ist die Vatikanstadt ein schwerer, gegenwärtiger Staat mit einer komplexen Geschichte dahinter. Yet, despite its apparent insubstantiality, Vatican City is a heavy, present state with a complex history behind it.

Perché è nato dalle ceneri di un potere dominante e antichissimo, che era stato cancellato dalla storia per mezzo secolo, e che è tornato per volere politico di un uomo che oggi in Italia non è certo un eroe. Denn sie ist aus der Asche einer alten und dominanten Macht auferstanden, die ein halbes Jahrhundert lang aus der Geschichte verschwunden war und die auf politisches Geheiß eines Mannes zurückkehrte, der heute in Italien sicherlich kein Held ist. Because it was born from the ashes of a dominant and very ancient power that had been erased from history for half a century, and returned at the political behest of a man who is hardly a hero in Italy today.

L'inizio della fine del potere politico del Papa su Roma era arrivato in un giorno di fine estate. Der Anfang vom Ende der politischen Macht des Papstes über Rom war an einem Spätsommertag gekommen. The beginning of the end of the Pope's political power over Rome had come on a late summer day.

Per la precisione, proprio l'ultimo giorno d'estate, il 20 settembre. Um genau zu sein, am letzten Tag des Sommers, dem 20. September. To be precise, on the very last day of summer, September 20. L'anno era il 1870.

Quel giorno, le truppe dell'esercito del regno d'Italia, comandate dal generale Raffaele Cadorna, entrano a Roma per conquistarla. An diesem Tag drangen die Truppen der Armee des Königreichs Italien unter dem Kommando von General Raffaele Cadorna in Rom ein, um es zu erobern. On that day, troops of the army of the Kingdom of Italy, commanded by General Raffaele Cadorna, entered Rome to conquer it. Lo fanno da una delle porte della città che all'epoca era secondaria. Sie taten dies von einem der Stadttore aus, das zu dieser Zeit zweitrangig war. They do this from one of the city gates that was secondary at the time. Ma che oggi ha un significato simbolico **sconfinato**. Der aber heute eine grenzenlose symbolische Bedeutung hat. But which today has boundless symbolic significance.

Quel giorno si compie la breccia di Porta Pia. An diesem Tag fand der Durchbruch der Porta Pia statt. On that day, the breach of Porta Pia was accomplished. Una grande storia finisce. Eine große Geschichte endet. A great story ends. Un'altra è pronta a cominciare. Another one is ready to begin.

**Cala il sipario** sulla Roma dei Papi, si accendono le luci su Roma capitale d'Italia. Der Vorhang fällt über dem Rom der Päpste, die Lichter werden auf Rom, die Hauptstadt Italiens, gerichtet. Curtain falls on Rome of the Popes, lights go up on Rome as the capital of Italy.

Forse è necessario fare un po' di chiarezza sui motivi e il contesto di questa storia. Vielleicht ist etwas Klarheit über die Motive und den Kontext dieser Geschichte erforderlich. Perhaps some clarity is needed on the motives and context of this story.

In che senso l'esercito italiano entra a Roma per conquistarla? In what sense does the Italian army enter Rome to conquer it? Ma Roma non è Italia?

Certo, oggi lo è. Ed è una cosa così naturale da dire e da pensare, che ci sembra un fatto eterno e quasi scontato. Of course, today it is. And it is such a natural thing to say and to think, that it seems to us an eternal and almost taken for granted fact.

La storia però non è fatta di cose eterne e scontate, anzi. History, however, is not made up of things that are eternal and taken for granted; on the contrary. È piena di sorprese, **capovolgimenti** e cose che erano normali prima e oggi sembrano inimmaginabili. It is full of surprises, reversals, and things that were normal before and now seem unimaginable.

Facciamo dunque qualche passo indietro, agli anni in cui ancora l'Italia era solo un bel concetto, un'idea nobile, ma non esisteva sulle carte geografiche come Stato unitario. So let us take a few steps back, to the years when Italy was still just a nice concept, a noble idea, but did not exist on maps as a unitary state.

Nella metà del XIX secolo, intellettuali e politici parlavano spesso dell'idea di unire l'Italia. In the mid-19th century, intellectuals and politicians often talked about the idea of uniting Italy. Erano consapevoli del fatto di essere un unico popolo diviso in tanti Stati e che questo costituiva una debolezza nei confronti delle altre potenze europee. They were aware that they were one people divided into many states and that this constituted a weakness against the other European powers. Unire l'Italia, insomma, sembrava una necessità storica. Uniting Italy, in short, seemed a historical necessity.

Anche se le idee per realizzarla erano varie, **contraddittorie** e spesso **effimere**. Although the ideas for achieving it were varied, contradictory and often ephemeral.

Fino al 1848. Un anno di rivoluzioni e rivolte in tutta Europa che non risparmiano gli Stati e staterelli in cui è divisa l'Italia. A year of revolutions and uprisings throughout Europe that did not spare the states and statelets into which Italy is divided.

In quel contesto, dopo anni di teorie ed **elucubrazioni**, emerge l'azione. In that context, after years of theories and lucubrations, action emerges. C'è uno Stato in Italia che ha l'energia, i mezzi e gli uomini giusti per portare avanti l'unificazione. There is a state in Italy that has the energy, the means and the right men to carry out unification. È il Regno di Sardegna che, per una strana storia di dinastie e titoli, in realtà ha la sua capitale a Torino. It is the Kingdom of Sardinia, which, by a strange history of dynasties and titles, actually has its capital in Turin.

E sono piemontesi i tre uomini chiave del Risorgimento italiano. And the three key men of the Italian Risorgimento are Piedmontese. Il Re di Sardegna, Vittorio Emanuele II di Savoia. Il suo primo ministro Camillo Benso Conte di Cavour. E il suo grande condottiero, amato e odiato, ammirato e temuto, il generale Giuseppe Garibaldi. And its great leader, loved and hated, admired and feared, General Giuseppe Garibaldi.

I tre si dividono i ruoli. The three share roles. Da un lato il re Vittorio e Cavour tessono trame diplomatiche e combattono guerre ufficiali con cui liberano il nord Italia dal dominio dell'impero austriaco. On the one hand, King Victor and Cavour weaved diplomatic plots and fought official wars by which they liberated northern Italy from the rule of the Austrian Empire. Nel giro di quindici anni, prima Milano e poi Venezia si uniscono al Regno d'Italia. Within fifteen years, first Milan and then Venice joined the Kingdom of Italy.

E nel frattempo Garibaldi, forte del suo carisma e della sua esperienza da condottiero, trascina migliaia di volontari dalla Sicilia all'Emilia Romagna per portare i piccoli Stati dell'Italia centro-meridionale sotto il controllo di Vittorio Emanuele II. And in the meantime Garibaldi, on the strength of his charisma and experience as a condottiero, dragged thousands of volunteers from Sicily to Emilia Romagna to bring the small states of central and southern Italy under the control of Victor Emmanuel II.

Non tutti quei piccoli Stati. Ce n'è uno, al centro, particolarmente complicato da annettere. There is one, in the center, that is particularly complicated to annex. Anche se è un regno praticamente senza esercito, è il più difficile da conquistare. Although it is a kingdom with virtually no army, it is the most difficult to conquer.

È lo Stato della Chiesa, il regno del Papa re. It is the Church State, the kingdom of the Pope-King.

E non si tocca. Und Sie fassen es nicht an.

Nel 1861, Vittorio Emanuele II si presenta al mondo come Re d'Italia. In 1861, Victor Emmanuel II introduced himself to the world as King of Italy. Solo che per dieci anni circa, il Regno d'Italia vive con un grosso buco al centro. Only for ten years or so, the Kingdom of Italy lives with a big hole in the middle.

Sulla città degli antichi cesari, resta saldo al potere Papa Pio IX. Over the city of the ancient Caesars, Pope Pius IX remains firmly in power. Non ha un esercito vero e proprio. It has no real army. Ma ha l'autorità morale che gli viene dall'essere Papa. But he has the moral authority that comes with being pope. E soprattutto ha un potente alleato. Most importantly, he has a powerful ally. La Francia. Che non esita a mandare a Roma migliaia di soldati. Who did not hesitate to send thousands of soldiers to Rome.

Fino a che Napoleone III, all'epoca imperatore francese, non commette un errore di valutazione. Until Napoleon III, then French emperor, makes an error of judgment. Non capisce che gli equilibri in Europa stanno cambiando e inizia una guerra contro la Prussia. He does not understand that the balance in Europe is changing and starts a war against Prussia. **Un passo falso**, che la Francia pagherà caro. A misstep that France will pay dearly for. Con una sconfitta durissima e feroce. With a very hard and fierce defeat.

Per l'Italia invece è un'occasione ghiottissima, da **cogliere al volo**. Für Italien hingegen ist es eine einmalige Chance, die es zu nutzen gilt. Perché Napoleone, occupato a resistere ai prussiani,  lascia Roma **sguarnita**. Because Napoleon, busy resisting the Prussians, left Rome undefended. A Vittorio Emanuele II e al governo italiano basta un passo per completare l'opera di unificazione. Victor Emmanuel II and the Italian government need only one step to complete the work of unification.

Arriviamo al 1870.

Ma nel frattempo a Roma che succede? Come vive la caput mundi questo periodo di rivolte e rivoluzioni? How does the caput mundi experience this period of uprisings and revolutions? Che ruolo ha la città antica per eccellenza nel mondo che corre verso la modernità? What role does the quintessential ancient city play in the world racing toward modernity?

Quando le rivolte hanno fatto tremare l'Europa, Roma non è rimasta a guardare. When riots rocked Europe, Rome did not stand by and watch. Anzi, rivoluzionari romani hanno provato più volte a ribaltare il potere del Papa e una volta ci sono anche riusciti. Indeed, Roman revolutionaries have tried several times to overturn the power of the pope and once even succeeded. Ma poi il Papa è tornato al suo posto. Come se nulla fosse successo.

A consolidare, ancora una volta, un'idea che in Europa hanno in molti. Um noch einmal eine Idee zu bekräftigen, die viele in Europa haben. To consolidate, once again, an idea that many people in Europe have. E cioè che Roma è destinata a restare lì dov'è, orgogliosamente immobile mentre nel mondo scoppia la modernità. And that is that Rome is destined to remain where it is, proudly immobile while modernity erupts in the world.

I quadri dell'epoca in effetti ritraggono Roma come una città **sonnacchiosa** e contadina. The paintings of the time actually portray Rome as a sleepy, peasant city. Greggi di pecore pascolano sotto l'arco di Costantino e buoi brucano l'erba nei fori imperiali come se niente fosse. Flocks of sheep graze under Constantine's arch and oxen graze the grass in the imperial holes as if nothing happened.

La modernità appartiene agli altri, non a Roma. Modernity belongs to others, not to Rome. Che, per volere del Papa che la governa, deve restare così com'è. Which, by the will of the Pope who governs it, must remain as it is. Questa moda rivoluzionaria passerà prima o poi, mentre Roma è eterna. This revolutionary fashion will pass sooner or later, while Rome is eternal.

Papa Pio IX ne è sicuro ed è deciso a non arretrare nemmeno di un millimetro. Pope Pius IX is sure of this and is determined not to retreat even an inch. Anche quando ormai le truppe del Regno d'Italia marciano verso Roma **alla luce del sole**. Even when by then the troops of the Kingdom of Italy were marching toward Rome in daylight.

Senza i francesi a difenderla, la capitale del Papa può contare solo sulle sue poche forze. Without the French to defend it, the Pope's capital can only rely on its few forces. Una guarnigione di pochi uomini del tutto inadeguata come numeri e come equipaggiamento. A garrison of a few men totally inadequate in numbers and equipment. Se le truppe italiane dovessero affrontarli in campo aperto, li **spazzerebbero via** senza problemi. If Italian troops were to face them in the open field, they would wipe them out with no problem.

Viittorio Emanuele II però non vuole fare guerra aperta al Papa e chiede al suo generale di **andarci con i piedi di piombo**. Viktor Emanuel II. wollte jedoch keinen offenen Krieg gegen den Papst führen und forderte seinen General auf, sich zurückhaltend zu verhalten. However, Viittorio Emanuele II does not want to wage open war against the Pope and asks his general to tread lightly. È il re d'Italia, consapevole del suo ruolo, ma è anche l'esponente di una dinastia profondamente cattolica, mettersi contro il Papa non è una cosa che si può **fare alla leggera**. He is the king of Italy, aware of his role, but he is also the exponent of a deeply Catholic dynasty; going against the Pope is not something that can be done lightly.

Così all'inizio cerca di arrivare ai suoi obiettivi per via diplomatica. So at first he tries to get to his goals through diplomatic means.

Dicevamo che Roma è una città conservatrice e che resiste alla modernità a tutti i costi. We used to say that Rome is a conservative city that resists modernity at all costs. Ed è vero. And it is true. Ma questo non significa che manchino forze rivoluzionarie anche lì. But this does not mean that there is a lack of revolutionary forces there as well. Uomini che parlano di cose **aberranti** tanto per il Papa quanto per Vittorio Emanuele. Men talking about things as aberrant to the Pope as to Victor Emmanuel. Libertà, democrazia, repubblica.

Così Vittorio prova a convincere il Papa che l'invasione sarebbe per il suo bene. So Vittorio tries to convince the Pope that the invasion would be for his own good. Il Regno d'Italia sarebbe più solido militarmente e politicamente per spegnere subito gli entusiasmi rivoluzionari dei repubblicani. The Kingdom of Italy would be more solid militarily and politically to immediately quench the revolutionary enthusiasms of the Republicans. Conquistare Roma sarebbe un modo per salvarla. Conquering Rome would be one way to save it.

Bel tentativo, Vittorio. Nice try, Vittorio. Ma Papa Pio IX non è nato ieri. But Pope Pius IX was not born yesterday. È un politico abile e un uomo molto consapevole del suo ruolo. He is an able politician and a man very aware of his role. Non potrebbe mai accettare questa **messinscena**. He could never accept this sham. Gli italiani vogliono Roma? Se la prendano con la forza, se ne hanno il coraggio. Let them take it by force, if they dare.

A quel punto a Vittorio non resta molto da fare. At that point there is not much left for Vittorio to do. Dopo essersi assicurato che quel **fumantino** di Garibaldi è a casa sua in Sardegna dove non può causare problemi, dà l'ordine ai suoi generali di entrare a Roma. After assuring himself that that fuming Garibaldi is at home in Sardinia where he cannot cause trouble, he gives orders to his generals to enter Rome. Sempre con la raccomandazione però di trattare il Papa con **i guanti di velluto**. Always with the recommendation, however, to treat the Pope with kid gloves.

Per questo Badoglio decide di provare a fare breccia da una delle porte secondarie di Roma. Therefore, Badoglio decided to try to break through one of Rome's back doors. Una abbastanza lontana dal colle vaticano e da San Pietro, i luoghi più simbolici del potere papale. One quite far from the Vatican Hill and St. Peter's, the most symbolic places of papal power.

Si consuma così, in modo piuttosto veloce e quasi **indolore**, uno dei momenti simbolo della storia italiana. Thus, rather quickly and almost painlessly, one of the iconic moments in Italian history is consumed. La breccia di Porta Pia. Ovvero, i soldati del Regno d'Italia che sfondano la porta ed entrano a Roma. That is, the soldiers of the Kingdom of Italy breaking down the door and entering Rome. La piccola guarnigione di volontari che difendono il Papa si arrende. The small garrison of volunteers defending the Pope surrenders. Quasi non c'è battaglia. There is almost no battle.

Il Papa ha ordinato di non combattere. Non avrebbe senso, non ci sono speranze, non c'è motivo di spargere sangue inutile. There would be no point, no hope, no reason to shed unnecessary blood.

Paolo IX si chiude sul Colle vaticano, si dichiara prigioniero politico. Paul IX locks himself on Vatican Hill, declares himself a political prisoner. Il 20 settembre del 1870 Roma è italiana. On September 20, 1870, Rome was Italian.

La cosa è da ufficializzare, e si fa con il metodo preferito di quell'epoca. This is to be made official, and it is done by the preferred method of that era.

Un plebiscito. Ein Plebiszit. Romani, volete unirvi al regno d'Italia? Secondo i risultati, non si sa quanto affidabili, a rispondere in no sono soltanto 46 persone. According to the results, which are not known how reliable, only 46 people answered in no. Ma è anche vero che molti cattolici fedeli al Papa decidono semplicemente di non partecipare al voto. But it is also true that many Catholics loyal to the Pope simply decide not to participate in the vote. Iniziando una resistenza passiva che durerà a lungo. Starting a passive resistance that will last a long time.

Perché Papa Pio IX si è arreso, ma questo non significa che abbia deciso di fare finta di niente. Because Pope Pius IX surrendered, but that does not mean he decided to pretend that nothing happened. Lancia una scomunica contro gli invasori e impone ai cattolici italiani di non partecipare alla vita politica del Regno che lui considera illegittimo e invasore. He launches an excommunication against the invaders and requires Italian Catholics not to participate in the political life of the kingdom he considers illegitimate and invading.

Un anno dopo, nel 1871, Roma diventa finalmente capitale italiana. A year later, in 1871, Rome finally became the capital of Italy. Prende il posto di Torino, antica capitale della dinastia Savoia, e Firenze, scelta provvisoriamente dopo l'Unità. It takes the place of Turin, the former capital of the Savoy dynasty, and Florence, provisionally chosen after Unification. Diventa, lentamente, la città che conosciamo oggi. It becomes, slowly, the city we know today.

La Roma dei palazzi della politica, della sede del governo, dei ministeri. The Rome of the palaces of politics, the seat of government, the ministries.

Il Palazzo del Quirinale, che sorge sull'omonimo colle, passa dall'essere residenza dei Papi a residenza del Re d'Italia. The Quirinal Palace, which stands on the hill of the same name, went from being the residence of the Popes to the residence of the King of Italy. E oggi continua la sua tradizione, ospitando i Presidenti della Repubblica italiana. And today it continues its tradition by hosting the Presidents of the Italian Republic.

Dopo Pio IX si alternano diversi Papi sul trono di San Pietro. After Pius IX, several popes alternated on the throne of St. Peter. Ben quattro in cinquant'anni. As many as four in 50 years.

Tutti, più o meno, hanno mantenuto la linea del loro predecessore. Alle haben mehr oder weniger die Linie ihres Vorgängers beibehalten. All, more or less, maintained the line of their predecessor. Quella di considerarsi prigionieri in uno Stato nemico, ma senza per questo rinunciare al loro ruolo di guide religiose e spirituali per tutto il mondo cattolico. That of considering themselves prisoners in an enemy state, but without giving up their role as religious and spiritual leaders for the entire Catholic world.

La durezza nel dividere nettamente i cattolici dalla vita pubblica lentamente si ammorbidisce. The harshness in sharply dividing Catholics from public life slowly softened. Fino al punto in cui arriva sulla scena un prete siciliano, che si chiama Don Luigi Sturzo, un uomo che capisce che i cattolici non possono stare fuori dalla politica mentre la politica diventa delle masse. Until the point when a Sicilian priest arrives on the scene, named Don Luigi Sturzo, a man who understands that Catholics cannot stay out of politics while politics becomes of the masses. Il rischio è che il popolo senza guida si affidi al crescente partito socialista. The risk is that the leaderless people will rely on the growing socialist party.

Fino ad arrivare al 1929. All the way to 1929. In un'Italia già molto diversa da quella che si era presa Roma con la forza. In an Italy already very different from the one that had taken Rome by force. È l'Italia del fascismo e di Benito Mussolini, uno che ha tutto l'interesse a prendersi la **benevolenza** del Papa e del mondo cattolico. This is the Italy of fascism and Benito Mussolini, one who has every interest in taking the goodwill of the Pope and the Catholic world. È lui, assieme al re Vittorio Emanuele III, che si presenta a San Giovanni in Laterano per firmare con Papa Pio XI, i Patti Lateranensi. It was he, along with King Victor Emmanuel III, who came to St. John Lateran to sign with Pope Pius XI, the Lateran Pacts.

Per offrire autonomia al Vescovo di Roma, disegnano **su due piedi** i confini di un micro-stato. To offer autonomy to the Bishop of Rome, they draw the boundaries of a micro-state on the spur of the moment. Che sarà delineato dalle antiche mura leonine e comprenderà, naturalmente, anche la Basilica di San Pietro. That will be outlined by the ancient Leonine walls and will include, of course, St. Peter's Basilica.

Nasce così la Città del Vaticano, quella che conosciamo ancora oggi. Thus was born Vatican City, the one we still know today. Che anche la repubblica italiana, nata come reazione al fascismo, ha deciso di mantenere. Which the Italian republic, born as a reaction to fascism, also decided to maintain.

Oggi Porta Pia non ricorda per nulla un confine. Heute hat die Porta Pia überhaupt keine Ähnlichkeit mehr mit einer Grenze. Today Porta Pia does not resemble a border at all. Roma è cresciuta così tanto che quella zona lì fa parte del centro a pieno titolo. Rome has grown so much that that area there is part of the center in its own right. Lì davanti, immobile di fronte a migliaia di automobilisti distratti, c'è un monumento in bronzo che raffigura un bersagliere, un tipico soldato dell'epoca, che con il fucile in una mano e una tromba nell'altra è pronto a fare breccia su Porta Pia. There in front, motionless in front of thousands of distracted motorists, is a bronze monument depicting a bersagliere, a typical soldier of the time, with a rifle in one hand and a trumpet in the other ready to breach Porta Pia.

Per portare nella giovane storia del Regno d'Italia, la storia millenaria di Roma. To bring into the young history of the Kingdom of Italy, the millennial history of Rome.