×

Utilizziamo i cookies per contribuire a migliorare LingQ. Visitando il sito, acconsenti alla nostra politica dei cookie.


image

One World Italiano (A2), One World Italiano Lezione 26 - Livello Pre-intermedio (A2)

One World Italiano Lezione 26 - Livello Pre-intermedio (A2)

Ciao a tutti!!

Scusate!

Come state? Io bene!

Ma come sempre, io sono a casa mia,

in camera mia,come vedete,

in chat coi miei amici,

per organizzare, vi ricordate?

Una festa a sorpresa!

La festa

per il compleanno

che organizziamo per il compleanno della mia amica Eleonora.

Bene!

Con i miei amici, adesso io sono ancora in chat,

Uff! Abbiamo fatto queste chat di gruppo tra

tra whatsapp,

sms,

facebook,

non capisco più niente!

Con i miei amici, adesso ci organizziamo,

perchè abbiamo deciso che ognuno di noi porta qualcosa.

Per esempio:

io porto la torta.

Giovanni porta il vino.

Roberta porta le bevande.

Ok.

Siete invitati anche voi!

E voi, che cosa portate?

E tu? Che cosa porti?

"Tu che cosa porti?" è il titolo della

ventiseiesima lezione del corso

oneworlditaliano video.

Bene!

Che cosa impariamo oggi?

Tante cose!

Allora, prima di tutto, prima di tutto

come organizzare una bella festa,

con tanto di cappellini!

Come organizzare una festa. Bene!

Poi tante nuove parole, tante cose,

come sempre.

Perfetto! Benissimo!

Allora, iniziamo ad organizzare questa festa.

Scusate, io sono ancora un pò in chat,

perchè devo capire

allora un pò chi porta che cosa.

Ricapitoliamo!

Allora, chi porta la torta?

Adesso mi segno tutto nel cellulare così non lo dimentico

Chi porta la torta?

Ah si, la porto io.

Poi, vediamo un pò,

così poi segno tutto.

Chi porta il vino?

lo porta Giovanni.

Chi porta le bevande?

Le porta Roberta.

Perfetto!

Poi che cosa manca ancora? Ah, Roberta non ha l'aranciata,

chi porta l'aranciata?

Si, la porta Augusto.

Perfetto!

Poi, chi scrive gli inviti?

Eh, li scrive Alessandra. Bene,bene!

Poi, vogliamo anche ascoltare un pò di musica,

Ah si, chi porta lo stereo?

Ah si, lo porta.. lo portano Isabella e il suo ragazzo.

Benissimo!

Poi che csa manca ancora?

Ah, i dolci!

I dolci li porta Alessio.

Per fortuna, perchè io li ho quasi finiti.

Benissimo!

Beh, mi sa che siamo al completo, abbiamo tutto.

Abbiamo: la torta,

i dolci, il vino,

le bevande,

Ehm..e va bene, abbiamo gli inviti,

abbiamo l'aranciata, si! Più o meno abbiamo tutto!

Poi magari vediamo.

Scusate, qui ho il cellulare che continua..uff! Mi arrivano continui messaggi,

per l'organizzazione di questa festa.

Allora lo so, non è tanto professionale,

pensare alla mia festa e ai miei messaggi privati durante la lezione,

ma, facciamo così, che io rispondo ai messaggi più urgenti,

ehm..così finiscono di farmi "stalking"

e poi continuaiamo la lezione, promesso!

Non incrocio le dita, promesso!

Bene!

Vediamo un pò, faccio velocemente,

ve lo prometto!

Allora, vediamo un pò

A lui scrivo "ti chiamo dopo".

bene!

A quest'altra invece scrivo,

"mi chiami tu più tardi?"

Perfetto!

Poi vediamo un pò

i più urgenti così finalmente finisco la lezione.

Ah! Questo si, questa è una chat di gruppo,

"Vi chiamo dopo."

E questi chi sono adesso?

Questi io non li conosco!

Devono essere, si ok, amici di amici,

e però io gli scrivo,

scusate, vi conosco? Boh!

Sono tutti sconosciuti, vabbè! Capita!

Poi vediamo.

Ah! Questo è un messaggio formale,

questo lo devo scrivere,

Ops!

Oddio cos'é?

Ok,scusate, qua c'è una pubblicità che si è attivata,

Va bene!

Perfetto!

Allora, questo è un messaggio formale,

si, prima che si ativasse la pubblicità,

è un messaggio formale, ehm...

ok, e quindi,

io scrivo "La ringrazio".

Mi raccomando "L" maiuscolo,

con la lettera maiuscola.

La ringrazio,

perchè questo è il proprietario del locale dove facciamo la festa

e, ovviamente, un messaggio formale va scritto in modo formale.

Perfetto!

Finiamo questa chat.

Questi mi scrivono:

"quando vedi Eleonora e Giovanni?"

Li vedo domani al cinema.

Vediamo un pò chi manca.

si, si si.

Quando vi chiamano i vostri amici?

Ci chiamano domani.

Ok! Perfetto!

Va bene, va bene, va bene.

A questo ho scritto mi chiami dopo,

ti chiamo più tardi,

vi chamo dopo,

perfetto! Bene,bene,bene.

Adesso lascio un attimo il cellulare,

qua ci sono anche pubblicità, che cos'é...

Ok! Finito col cellulare,

così finalmente posso iniziare a spiegare bene la mia lezione.

Scusate,grazie della comprensione.

Si lo so, Veronica, il cellulare si usa al di fuori della lezione,

ma, durante l'organizzazione della mia festa,

della festa di Eleonora,

abbiamo imparato tante cose.

Quali? Per esempio, i pronomi diretti.

Oddio Veronica, che parola è questa?

Non c'è niente di difficile. Anzi, i pronomi semplificano la comunicazione,

e la rendono più breve,

quindi vi aiutano!

Cosa sono i pronomi prima di tutto?

I pronomi si usano al posto del nome.

Per esempio, faccio subito un esempio.

Chi porta il vino?

Lo porta Giovanni.

se io devo ripetere Giovanni porta il vino,

questa comunicazione non finisce mai.

Quindi, il pronome mi aiuta.

Quale verbo ho usato?

Ho usato il verbo portare.

Portare, che è un verbo transitivo.

oddio veronica, da una parola difficile all'altra.

Non c'è niente di difficile,

anzi abbiamo già visto i verbi transiivi

rivedeteli, nella lezione 22,

ok?

io nella lezione 22 spiego le regole del passato prossimo,

in particolare come scegliere l'ausiliare essere o avere.

e io dico nella lezione 22

che con l'ausiliare avere molto spesso io uso dei verbi transitivi,

cioè che reggono il complemento oggetto.

Io nella lezione 22 dico:

"io ho mangiato una mela".

Posso dire anche"io mangio una mela"

però lì spiegavo il passato prossimo.

io oggi dico:"io mangio i dolci".

Quindi io soggetto,

mangio verbo,

i dolci, complemento oggetto.

molto semplice!

Questi pronomi diretti, sostituiscono il complemento oggetto,

per non ripetere sempre i dolci,

il vino,

i miei amici,

e vanno usati ovviamente con dei verbi transitivi.

Quindi, quelli che possono reggere il complemento oggetto.

Bene!

Vediamo adesso i pronomi diretti,

e faccio degli esempi.

Io prima ho scritto dei messaggi,

e ho scritto, "mi chiami dopo, per favore?"

Quindi ho usato il verbo chiamare, che è transitivo,

quindi chiamare qualcuno,

chiamare chi? Me!

Quindi mi chiami dopo.

Ti chiamo più tardi.

Io chiamo te.

va bene?

La terza persona si può usare sia con cose sia con persone,

Quindi, per esempio, chi porta il vino?

Lo porta Giovanni.

Che cosa? Il vino!

Può essere lui.

Oppure quando vedi il tuo amico?

Lo vedo domani.

Vedo chi? Lui!

Bene!

Poi, chi porta la torta?

La porto io!

La torta.

Per non ripetere porto io la torta,

la porto io.

Quando vedi la tua amica?

La vedo domani.

Quindi può sostituire una cosa o una persona.

Poi io, nel mio messaggio formale,

al proprietario del locale,

gli ho scritto La ringrazio, con lettera maiuscola

con la L maiuscola.

Chi ringrazio? Lei!

Ovviamente non posso dire ti ringrazio,

perchè non ho confidenza col proprietario del locale, ma La ringrazio.

Bene!

Mi hanno scritto qualcosa come tipo, quando vi chiamano i vostri amici?

Ci chiamano più tardi.

Chiamano me e le altre amiche più tardi.

Qiundi chiamano noi.

Poi, vi ricordate quella chat strana di persone che non conosco?

Io gli ho scritto,

ma io vi conosco?

io conosco voi?

Ok? Conoscere qualcuno.

Stessa cosa, terza persona, però plurale,

quindi, i pronomi diretti alla terza persna però plurale, possono sostituire delle cose o delle persone.

Mentre gli altri, di solito mi ti ci vi,

si riferiscono a persone,

ok?

quelli in terza persona, possono riferirsi a cose o a persone.

Per esempio, chi porta i dolci?

Li porta Alessio.

Chi porta le bevande?

Le porta Roberta.

Quindi, li loro,

li, maschile plurale,

le, femminile plurale.

Quando mi hanno scritto: "Quando vedi Eleonora e Giovanni?" Li vedo domani al cinema.

Quindi vedo loro,

sono un uomo e una donna,

quindi mi serve il maschile plurale.

Se mi chiedono:"Quando vedi le amiche?"

Le vedo stasera.

Quindi vedo loro, femminile plurale.

Molto semplice!

I pronomi diretti che reggono il complemento oggetto,

quindi che sostituiscono un nome al complemento oggetto,

una persona o una cosa, delle cose o delle persone,

e sono, come ho detto utili, per semplifiare la comunicazione.

Ho scritto qua una lista di verbi,

che possiamo usare con i pronomi diretti.

Per esempio chiamare: mi chiami dopo?

Portare: chi porta la torta?

La porto io.

Ringraziare qualcuno.

Quindi abiamo detto: chiamare qualcuno, una persona, una o più persone.

Portare qualcosa.

Ringraziare qualcuno.

Io ho scritto "La ringrazio."Con la lettera maiuscola.

Ringrazio Lei, formale.

Oppure posso dire "ti ringrazio".

Se non è formale, ovviamente.

Vedere qualcosa o qualcuno.

Quando Vedi Eleonora e Giovanni?

Li vedo domani.

Conoscere qualcuno.

Io ho scritto..Vi ricordate?

Ho scritto in chat "ma io vi conosco?" "chi siete?"

Mangiare. Io mangio i dolci.

Io li mangio.

Avete visto? Io vi ho fatto l'esempio l'altra volta col passato.

Io ho mangiato una mela.

Adesso io mangio i dolci, io li mangio.

Ascoltare, ascoltare la musica.

Quindi io la ascolto.

Quando ascolti la musica?

La ascolto molto spesso.

Guardare, simile a vedere, conosciamo già questi verbi,

ma vedere significa guardare è più simile a osservare,

qualcosa o qualcuno.

Questo è solo un esempio di verbi transitivi,

quindi che reggono un complemento oggetto-.

A proposito, chi porta il caffè?

Lo portate voi?

Infatti noi impariamo tante belle cose nel tempo di un caffè espresso.

Ciao a tutti!! E ci vediamo alla prossima,

mi raccomando continuate a seguirmi,

con oneworlditaliano video.

www.oneworlditaliano.com

Ciao a tutti!! A presto!!

Ciao!

Sottotitoli creati dalla comunità Amara.org


One World Italiano Lezione 26 - Livello Pre-intermedio (A2)

Ciao a tutti!!

Scusate!

Come state? Io bene!

Ma come sempre, io sono a casa mia,

in camera mia,come vedete,

in chat coi miei amici,

per organizzare, vi ricordate?

Una festa a sorpresa!

La festa

per il compleanno

che organizziamo per il compleanno della mia amica Eleonora.

Bene!

Con i miei amici, adesso io sono ancora in chat,

Uff! Abbiamo fatto queste chat di gruppo tra

tra whatsapp,

sms,

facebook,

non capisco più niente!

Con i miei amici, adesso ci organizziamo,

perchè abbiamo deciso che ognuno di noi porta qualcosa.

Per esempio:

io porto la torta.

Giovanni porta il vino.

Roberta porta le bevande.

Ok.

Siete invitati anche voi!

E voi, che cosa portate?

E tu? Che cosa porti?

"Tu che cosa porti?" è il titolo della

ventiseiesima lezione del corso

oneworlditaliano video.

Bene!

Che cosa impariamo oggi?

Tante cose!

Allora, prima di tutto, prima di tutto

come organizzare una bella festa,

con tanto di cappellini!

Come organizzare una festa. Bene!

Poi tante nuove parole, tante cose,

come sempre.

Perfetto! Benissimo!

Allora, iniziamo ad organizzare questa festa.

Scusate, io sono ancora un pò in chat,

perchè devo capire

allora un pò chi porta che cosa.

Ricapitoliamo!

Allora, chi porta la torta?

Adesso mi segno tutto nel cellulare così non lo dimentico

Chi porta la torta?

Ah si, la porto io.

Poi, vediamo un pò,

così poi segno tutto.

Chi porta il vino?

lo porta Giovanni.

Chi porta le bevande?

Le porta Roberta.

Perfetto!

Poi che cosa manca ancora? Ah, Roberta non ha l'aranciata,

chi porta l'aranciata?

Si, la porta Augusto.

Perfetto!

Poi, chi scrive gli inviti?

Eh, li scrive Alessandra. Bene,bene!

Poi, vogliamo anche ascoltare un pò di musica,

Ah si, chi porta lo stereo?

Ah si, lo porta.. lo portano Isabella e il suo ragazzo.

Benissimo!

Poi che csa manca ancora?

Ah, i dolci!

I dolci li porta Alessio.

Per fortuna, perchè io li ho quasi finiti.

Benissimo!

Beh, mi sa che siamo al completo, abbiamo tutto.

Abbiamo: la torta,

i dolci, il vino,

le bevande,

Ehm..e va bene, abbiamo gli inviti,

abbiamo l'aranciata, si! Più o meno abbiamo tutto!

Poi magari vediamo.

Scusate, qui ho il cellulare che continua..uff! Mi arrivano continui messaggi,

per l'organizzazione di questa festa.

Allora lo so, non è tanto professionale,

pensare alla mia festa e ai miei messaggi privati durante la lezione,

ma, facciamo così, che io rispondo ai messaggi più urgenti,

ehm..così finiscono di farmi "stalking"

e poi continuaiamo la lezione, promesso!

Non incrocio le dita, promesso!

Bene!

Vediamo un pò, faccio velocemente,

ve lo prometto!

Allora, vediamo un pò

A lui scrivo "ti chiamo dopo".

bene!

A quest'altra invece scrivo,

"mi chiami tu più tardi?"

Perfetto!

Poi vediamo un pò

i più urgenti così finalmente finisco la lezione.

Ah! Questo si, questa è una chat di gruppo,

"Vi chiamo dopo."

E questi chi sono adesso?

Questi io non li conosco!

Devono essere, si ok, amici di amici,

e però io gli scrivo,

scusate, vi conosco? Boh!

Sono tutti sconosciuti, vabbè! Capita!

Poi vediamo.

Ah! Questo è un messaggio formale,

questo lo devo scrivere,

Ops!

Oddio cos'é?

Ok,scusate, qua c'è una pubblicità che si è attivata,

Va bene!

Perfetto!

Allora, questo è un messaggio formale,

si, prima che si ativasse la pubblicità,

è un messaggio formale, ehm...

ok, e quindi,

io scrivo "La ringrazio".

Mi raccomando "L" maiuscolo,

con la lettera maiuscola.

La ringrazio,

perchè questo è il proprietario del locale dove facciamo la festa

e, ovviamente, un messaggio formale va scritto in modo formale.

Perfetto!

Finiamo questa chat.

Questi mi scrivono:

"quando vedi Eleonora e Giovanni?"

Li vedo domani al cinema.

Vediamo un pò chi manca.

si, si si.

Quando vi chiamano i vostri amici?

Ci chiamano domani.

Ok! Perfetto!

Va bene, va bene, va bene.

A questo ho scritto mi chiami dopo,

ti chiamo più tardi,

vi chamo dopo,

perfetto! Bene,bene,bene.

Adesso lascio un attimo il cellulare,

qua ci sono anche pubblicità, che cos'é...

Ok! Finito col cellulare,

così finalmente posso iniziare a spiegare bene la mia lezione.

Scusate,grazie della comprensione.

Si lo so, Veronica, il cellulare si usa al di fuori della lezione,

ma, durante l'organizzazione della mia festa,

della festa di Eleonora,

abbiamo imparato tante cose.

Quali? Per esempio, i pronomi diretti.

Oddio Veronica, che parola è questa?

Non c'è niente di difficile. Anzi, i pronomi semplificano la comunicazione,

e la rendono più breve,

quindi vi aiutano!

Cosa sono i pronomi prima di tutto?

I pronomi si usano al posto del nome.

Per esempio, faccio subito un esempio.

Chi porta il vino?

Lo porta Giovanni.

se io devo ripetere Giovanni porta il vino,

questa comunicazione non finisce mai.

Quindi, il pronome mi aiuta.

Quale verbo ho usato?

Ho usato il verbo portare.

Portare, che è un verbo transitivo.

oddio veronica, da una parola difficile all'altra.

Non c'è niente di difficile,

anzi abbiamo già visto i verbi transiivi

rivedeteli, nella lezione 22,

ok?

io nella lezione 22 spiego le regole del passato prossimo,

in particolare come scegliere l'ausiliare essere o avere.

e io dico nella lezione 22

che con l'ausiliare avere molto spesso io uso dei verbi transitivi,

cioè che reggono il complemento oggetto.

Io nella lezione 22 dico:

"io ho mangiato una mela".

Posso dire anche"io mangio una mela"

però lì spiegavo il passato prossimo.

io oggi dico:"io mangio i dolci".

Quindi io soggetto,

mangio verbo,

i dolci, complemento oggetto.

molto semplice!

Questi pronomi diretti, sostituiscono il complemento oggetto,

per non ripetere sempre i dolci,

il vino,

i miei amici,

e vanno usati ovviamente con dei verbi transitivi.

Quindi, quelli che possono reggere il complemento oggetto.

Bene!

Vediamo adesso i pronomi diretti,

e faccio degli esempi.

Io prima ho scritto dei messaggi,

e ho scritto, "mi chiami dopo, per favore?"

Quindi ho usato il verbo chiamare, che è transitivo,

quindi chiamare qualcuno,

chiamare chi? Me!

Quindi mi chiami dopo.

Ti chiamo più tardi.

Io chiamo te.

va bene?

La terza persona si può usare sia con cose sia con persone,

Quindi, per esempio, chi porta il vino?

Lo porta Giovanni.

Che cosa? Il vino!

Può essere lui.

Oppure quando vedi il tuo amico?

Lo vedo domani.

Vedo chi? Lui!

Bene!

Poi, chi porta la torta?

La porto io!

La torta.

Per non ripetere porto io la torta,

la porto io.

Quando vedi la tua amica?

La vedo domani.

Quindi può sostituire una cosa o una persona.

Poi io, nel mio messaggio formale,

al proprietario del locale,

gli ho scritto La ringrazio, con lettera maiuscola

con la L maiuscola.

Chi ringrazio? Lei!

Ovviamente non posso dire ti ringrazio,

perchè non ho confidenza col proprietario del locale, ma La ringrazio.

Bene!

Mi hanno scritto qualcosa come tipo, quando vi chiamano i vostri amici?

Ci chiamano più tardi.

Chiamano me e le altre amiche più tardi.

Qiundi chiamano noi.

Poi, vi ricordate quella chat strana di persone che non conosco?

Io gli ho scritto,

ma io vi conosco?

io conosco voi?

Ok? Conoscere qualcuno.

Stessa cosa, terza persona, però plurale,

quindi, i pronomi diretti alla terza persna però plurale, possono sostituire delle cose o delle persone.

Mentre gli altri, di solito mi ti ci vi,

si riferiscono a persone,

ok?

quelli in terza persona, possono riferirsi a cose o a persone.

Per esempio, chi porta i dolci?

Li porta Alessio.

Chi porta le bevande?

Le porta Roberta.

Quindi, li loro,

li, maschile plurale,

le, femminile plurale.

Quando mi hanno scritto: "Quando vedi Eleonora e Giovanni?" Li vedo domani al cinema.

Quindi vedo loro,

sono un uomo e una donna,

quindi mi serve il maschile plurale.

Se mi chiedono:"Quando vedi le amiche?"

Le vedo stasera.

Quindi vedo loro, femminile plurale.

Molto semplice!

I pronomi diretti che reggono il complemento oggetto,

quindi che sostituiscono un nome al complemento oggetto,

una persona o una cosa, delle cose o delle persone,

e sono, come ho detto utili, per semplifiare la comunicazione.

Ho scritto qua una lista di verbi,

che possiamo usare con i pronomi diretti.

Per esempio chiamare: mi chiami dopo?

Portare: chi porta la torta?

La porto io.

Ringraziare qualcuno.

Quindi abiamo detto: chiamare qualcuno, una persona, una o più persone.

Portare qualcosa.

Ringraziare qualcuno.

Io ho scritto "La ringrazio."Con la lettera maiuscola.

Ringrazio Lei, formale.

Oppure posso dire "ti ringrazio".

Se non è formale, ovviamente.

Vedere qualcosa o qualcuno.

Quando Vedi Eleonora e Giovanni?

Li vedo domani.

Conoscere qualcuno.

Io ho scritto..Vi ricordate?

Ho scritto in chat "ma io vi conosco?" "chi siete?"

Mangiare. Io mangio i dolci.

Io li mangio.

Avete visto? Io vi ho fatto l'esempio l'altra volta col passato.

Io ho mangiato una mela.

Adesso io mangio i dolci, io li mangio.

Ascoltare, ascoltare la musica.

Quindi io la ascolto.

Quando ascolti la musica?

La ascolto molto spesso.

Guardare, simile a vedere, conosciamo già questi verbi,

ma vedere significa guardare è più simile a osservare,

qualcosa o qualcuno.

Questo è solo un esempio di verbi transitivi,

quindi che reggono un complemento oggetto-.

A proposito, chi porta il caffè?

Lo portate voi?

Infatti noi impariamo tante belle cose nel tempo di un caffè espresso.

Ciao a tutti!! E ci vediamo alla prossima,

mi raccomando continuate a seguirmi,

con oneworlditaliano video.

www.oneworlditaliano.com

Ciao a tutti!! A presto!!

Ciao!

Sottotitoli creati dalla comunità Amara.org