image

ItalianLingQ, #68 Danilo & Rita - TV Series - Part 2

Tu sai che io invece preferisco altri tipi di telefilm, mi piace tantissimo, ad esempio delle nuove serie, mi piace Big Bang Theory perché mi immedesimo tantissimo nel modo in cui parlano queste persone e soprattutto nel modo in cui pensano perché in realtà anch’io mi accorgo di pensare le stesse identiche cose che dicono loro, solo che loro le dicono per ridere o per far ridere io invece penso sul serio.

Si, ci sono tanti bei telefilm, soprattutto gli americani, gli americani sono veramente abili in questi telefilm dinamici, no?

che succede sempre qualche cosa, tipo appunto questo qui che stavi raccontando e che ti fanno ridere anche sulle cose serie.

Si, noi apprezziamo il ritmo dei telefilm americani, in Italia invece ci sono molte fiction che sono viste da tantissimi italiani, che hanno metodi di recitazione e sceneggiature completamente diverse e che a noi non piacciono un po' perché siamo abituati a vedere questi altri americani, soprattutto tutti quelli europei hanno ritmi più lenti anche quelli tedeschi, inglesi, francesi.

A volte sono fatti bene molto spesso ci accorgiamo, non solo di ritmo ma di ingenuità nella sceneggiatura e che veramente sono deprimenti.

In effetti i telefilm europei, salvo proprio qualcuno, hanno sempre il difetto che sono lenti.

Cioè non rispecchiano veramente la realtà, a mio avviso. Tu vedi due attori che si guardano in faccia e non parlano per tre minuti, ma nella realtà questo non succede mai, cioè quando due persone si trovano una di fronte all’altra c’è un colloquio e invece questi campi lunghi e questi qui che si guardano e non dicono niente, dopo un po' io mi stufo. Mentre i telefilm americani hanno questa dinamica che, insomma, li vedi molto, molto volentieri e non ti addormenti soprattutto.

Si, dipende sicuramente dalla scuola ….

dalla scuola cinematografica italiana che è sicuramente molto diversa ed è stata nel tempo anche una scuola di qualità. Il problema è che questi sono sottoprodotti della scuola del cinema e sono spesso di cattiva qualità, anche a livello di recitazione. Quindi, già la sceneggiatura lascia desiderare, la regia idem poi questi attori sono reclutati in modo discutibile e fanno veramente cadere le braccia. Però ci sono tantissimi estimatori, tantissimi italiani che guardano  con passione le serie sui Carabinieri, e così via. D’altra parte c’è un grande …. adesso forse un po' meno si sta sostituendo anche questo mondo però per anni, anni e anni anche gli Stati Uniti hanno vissuto sulle Soap opera, che nella maggior parte dei casi sono di pessimo livello.

Mah, quelle non le ho mai guardate perché, a parte che le cose con troppe puntate non riesco a vederle, già due puntate per me sono troppe.

Figurati telefilm tipo Dallas, Sentieri che hanno diecimila puntate, ma come fai a seguirle tutte? Cioè dopo la terza incomincia un po' ad essere un po' noiosa perché poi andando avanti a queste cose qui vengono a mancare le idee agli autori, no? per cui incominciano le cose un po' trite e ritrite e girano sempre sullo stesso argomento, per cui le ho già scartate a priori, non le guardo. Quello che mi ace tantissimo, invece,  sono i film di fantascienza, però quella fantascienza dove ci sono di mezzo le astronavi  tipo Star Trek e simili. Quelli li mi piacciono tantissimo anche se so che, ovviamente, è tutta una finzione, da cima a fondo.

Beh, Star Trek è andato migliorando nel tempo.

Io mi ricordo i primi tempi in cui quando l’astronave prendeva un colpo tutto ballava e si vedeva benissimo che era di cartone, anche se stiamo parlando di quarant’anni fa a me faceva ridere anche quarant’anni fa. Poi adesso, insomma,  nelle ultime versioni si sono evoluti la tecnologia e gli effetti speciali hanno permesso di rendere più credibili l’ambiente circostante. Comunque tantissima gente andava matta anche allora perché i soggetti erano belli, c’era l’aspetto psicologico, l’avventura, i caratteri dei vari protagonisti e così via. Però oltre a StarTrek non c’è stato molto dal punto di vista dei telefilm di fantascienza. Prima ancora c’era stato Spazio 1999 ed era molto carino però stiamo parlando di molto, molto tempo fa. Adesso, almeno quelli che passano qui in Italia, sono più per ragazzini, non so Roswell piuttosto che XFiles, non so mi sembra che siano un po' troppo seriosi rispetto a Star Trek ma essendo poco credibili fanno parte della categoria tipo i film horror  che dicevo prima mi fanno ridere, non riesco a guardarli.

Bah, come telefilm di fantascienza, si hanno cercato di fare tipo XFiles che non riesci mai a capire se è fantascienza, se cercano di raccontarti la verità è un po' una cosa strana.

Ho provato a vederli qualche volta ma fa parte di quelli che mi fanno ridere perché cercano di far passare seri, per verosimili cose che a me non sembrano affatto per cui non riesco a prenderli sul serio.

Piuttosto Star Trek è talmente inverosimile da essere credibile come episodio di fantasia, allora si prende sotto un altro aspetto ma quei film che vorrebbero essere verosimili ma non lo sono  non mi piacciono per quanto abbiano tantissimi estimatori. Poi, invece, una serie che è piaciuta tantissimo e che pare sia molto bella è stata Lost che io però ho visto troppo in modo discontinuo, anche li bisogna seguirla un po' di volte per entrare nella storia ed apprezzarla. Vedendo in modo così  sporadico non si capisce niente e ci si scoraggia.

E, infatti è il difetto dei telefilm a puntate perché se perdi una puntata, se perdi due puntate dopo non capisci più niente, mentre il successo di Star Trek è dovuto al fatto che ogni puntata era un episodio, per cui anche se perdevi una puntata non perdevi niente.

Diciamo che gli attori erano sempre quelli, cioè gli attori nel senso del capitano, Spock e tutti gli altri erano sempre quelli che di volta in volta creavano una situazione diversa e molto interessante. Qui la fantasia non è mai calta, mentre questi telefilm, appunto, a puntate come ti dicevo prima dopo un po' cala la fantasia agli autori e diventano tremendamente noiosi.

Si, si, anch’io sono abbastanza d’accordo ma sai è perché non siamo dei grandi spettatori di televisione, ci sono quelli che guardano la televisione sistematicamente, quindi non perdono mai puntate e quindi non hanno questo problema.

Io quando ero ragazza e studiavo quindi avevo tempo libero e stavo parecchio a casa così, guardavo sempre Sentieri  e lo ho guardato per anni, anni e anni e quindi per me erano diventati degli amici questi protagonisti, erano come delle persone che conoscevo e mi faceva piacere avere questo momento di pausa nella giornata per vedere un pezzettino della storia che ovviamente era avvincente perché io conoscevo tutte le storie di ciascuna di questi personaggi e si trattava di una serie fatta molto, molto bene per cui anche le sceneggiature erano interessanti, pur nella loro semplicità, molto complesse per cui c’erano tanti fili che si annodavano, s’intrecciavano si dividevano e quindi c’èra una certa varietà perché un certo momento si andava a prendere un certo filo di una storia, poi c’era quell’altra poi s’incrociavano e così via. Era fatto veramente molto bene, non per nulla era sempre premiato non certamente tutte le Soap opera erano fatte così bene. Comunque capisco che ci siano persone che possono seguire queste serie così lunghe per molto tempo, pensa alle casalinghe, pensa alle vecchiette. Poi quando la mia vita è cambiata e sono diventata adulta quel tempo li non ce l’ho più avuto.


Want to learn a language?


Learn from this text and thousands like it on LingQ.

  • A vast library of audio lessons, all with matching text
  • Revolutionary learning tools
  • A global, interactive learning community.

Language learning online @ LingQ

Tu sai che io invece preferisco altri tipi di telefilm, mi piace tantissimo, ad esempio delle nuove serie, mi piace Big Bang Theory perché mi immedesimo tantissimo nel modo in cui parlano queste persone e soprattutto nel modo in cui pensano perché in realtà anch’io mi accorgo di pensare le stesse identiche cose che dicono loro, solo che loro le dicono per ridere o per far ridere io invece penso sul serio.

Si, ci sono tanti bei telefilm, soprattutto gli americani, gli americani sono veramente abili in questi telefilm dinamici, no?

che succede sempre qualche cosa, tipo appunto questo qui che stavi raccontando e che ti fanno ridere anche sulle cose serie.

Si, noi apprezziamo il ritmo dei telefilm americani, in Italia invece ci sono molte fiction che sono viste da tantissimi italiani, che hanno metodi di recitazione e sceneggiature completamente diverse e che a noi non piacciono un po' perché siamo abituati a vedere questi altri americani, soprattutto tutti quelli europei hanno ritmi più lenti anche quelli tedeschi, inglesi, francesi.

A volte sono fatti bene molto spesso ci accorgiamo, non solo di ritmo ma di ingenuità nella sceneggiatura e che veramente sono deprimenti.

In effetti i telefilm europei, salvo proprio qualcuno, hanno sempre il difetto che sono lenti.

Cioè non rispecchiano veramente la realtà, a mio avviso. Tu vedi due attori che si guardano in faccia e non parlano per tre minuti, ma nella realtà questo non succede mai, cioè quando due persone si trovano una di fronte all’altra c’è un colloquio e invece questi campi lunghi e questi qui che si guardano e non dicono niente, dopo un po' io mi stufo. Mentre i telefilm americani hanno questa dinamica che, insomma, li vedi molto, molto volentieri e non ti addormenti soprattutto.

Si, dipende sicuramente dalla scuola ….

dalla scuola cinematografica italiana che è sicuramente molto diversa ed è stata nel tempo anche una scuola di qualità. Il problema è che questi sono sottoprodotti della scuola del cinema e sono spesso di cattiva qualità, anche a livello di recitazione. Quindi, già la sceneggiatura lascia desiderare, la regia idem poi questi attori sono reclutati in modo discutibile e fanno veramente cadere le braccia. Però ci sono tantissimi estimatori, tantissimi italiani che guardano  con passione le serie sui Carabinieri, e così via. D’altra parte c’è un grande …. adesso forse un po' meno si sta sostituendo anche questo mondo però per anni, anni e anni anche gli Stati Uniti hanno vissuto sulle Soap opera, che nella maggior parte dei casi sono di pessimo livello.

Mah, quelle non le ho mai guardate perché, a parte che le cose con troppe puntate non riesco a vederle, già due puntate per me sono troppe.

Figurati telefilm tipo Dallas, Sentieri che hanno diecimila puntate, ma come fai a seguirle tutte? Cioè dopo la terza incomincia un po' ad essere un po' noiosa perché poi andando avanti a queste cose qui vengono a mancare le idee agli autori, no? per cui incominciano le cose un po' trite e ritrite e girano sempre sullo stesso argomento, per cui le ho già scartate a priori, non le guardo. Quello che mi ace tantissimo, invece,  sono i film di fantascienza, però quella fantascienza dove ci sono di mezzo le astronavi  tipo Star Trek e simili. Quelli li mi piacciono tantissimo anche se so che, ovviamente, è tutta una finzione, da cima a fondo.

Beh, Star Trek è andato migliorando nel tempo.

Io mi ricordo i primi tempi in cui quando l’astronave prendeva un colpo tutto ballava e si vedeva benissimo che era di cartone, anche se stiamo parlando di quarant’anni fa a me faceva ridere anche quarant’anni fa. Poi adesso, insomma,  nelle ultime versioni si sono evoluti la tecnologia e gli effetti speciali hanno permesso di rendere più credibili l’ambiente circostante. Comunque tantissima gente andava matta anche allora perché i soggetti erano belli, c’era l’aspetto psicologico, l’avventura, i caratteri dei vari protagonisti e così via. Però oltre a StarTrek non c’è stato molto dal punto di vista dei telefilm di fantascienza. Prima ancora c’era stato Spazio 1999 ed era molto carino però stiamo parlando di molto, molto tempo fa. Adesso, almeno quelli che passano qui in Italia, sono più per ragazzini, non so Roswell piuttosto che XFiles, non so mi sembra che siano un po' troppo seriosi rispetto a Star Trek ma essendo poco credibili fanno parte della categoria tipo i film horror  che dicevo prima mi fanno ridere, non riesco a guardarli.

Bah, come telefilm di fantascienza, si hanno cercato di fare tipo XFiles che non riesci mai a capire se è fantascienza, se cercano di raccontarti la verità è un po' una cosa strana.

Ho provato a vederli qualche volta ma fa parte di quelli che mi fanno ridere perché cercano di far passare seri, per verosimili cose che a me non sembrano affatto per cui non riesco a prenderli sul serio.

Piuttosto Star Trek è talmente inverosimile da essere credibile come episodio di fantasia, allora si prende sotto un altro aspetto ma quei film che vorrebbero essere verosimili ma non lo sono  non mi piacciono per quanto abbiano tantissimi estimatori. Poi, invece, una serie che è piaciuta tantissimo e che pare sia molto bella è stata Lost che io però ho visto troppo in modo discontinuo, anche li bisogna seguirla un po' di volte per entrare nella storia ed apprezzarla. Vedendo in modo così  sporadico non si capisce niente e ci si scoraggia.

E, infatti è il difetto dei telefilm a puntate perché se perdi una puntata, se perdi due puntate dopo non capisci più niente, mentre il successo di Star Trek è dovuto al fatto che ogni puntata era un episodio, per cui anche se perdevi una puntata non perdevi niente.

Diciamo che gli attori erano sempre quelli, cioè gli attori nel senso del capitano, Spock e tutti gli altri erano sempre quelli che di volta in volta creavano una situazione diversa e molto interessante. Qui la fantasia non è mai calta, mentre questi telefilm, appunto, a puntate come ti dicevo prima dopo un po' cala la fantasia agli autori e diventano tremendamente noiosi.

Si, si, anch’io sono abbastanza d’accordo ma sai è perché non siamo dei grandi spettatori di televisione, ci sono quelli che guardano la televisione sistematicamente, quindi non perdono mai puntate e quindi non hanno questo problema.

Io quando ero ragazza e studiavo quindi avevo tempo libero e stavo parecchio a casa così, guardavo sempre Sentieri  e lo ho guardato per anni, anni e anni e quindi per me erano diventati degli amici questi protagonisti, erano come delle persone che conoscevo e mi faceva piacere avere questo momento di pausa nella giornata per vedere un pezzettino della storia che ovviamente era avvincente perché io conoscevo tutte le storie di ciascuna di questi personaggi e si trattava di una serie fatta molto, molto bene per cui anche le sceneggiature erano interessanti, pur nella loro semplicità, molto complesse per cui c’erano tanti fili che si annodavano, s’intrecciavano si dividevano e quindi c’èra una certa varietà perché un certo momento si andava a prendere un certo filo di una storia, poi c’era quell’altra poi s’incrociavano e così via. Era fatto veramente molto bene, non per nulla era sempre premiato non certamente tutte le Soap opera erano fatte così bene. Comunque capisco che ci siano persone che possono seguire queste serie così lunghe per molto tempo, pensa alle casalinghe, pensa alle vecchiette. Poi quando la mia vita è cambiata e sono diventata adulta quel tempo li non ce l’ho più avuto.

×

We use cookies to help make LingQ better. By visiting the site, you agree to our cookie policy.