image

ItalianLingQ, #40 Danilo & Rita – Vacanze pericolose

Dunque ieri sentivo  che è un aereo è caduto o quasi per colpa delle turbolenze, allora, ci abituano a dire che le turbolenze non sono pericolose, poi cade l’aereo della Air France e dicono che forse è stato per una turbolenza, poi questo qui di ieri dicono che è stata una turbolenza.

Allora sono pericolose o no?

Bah, dipende sempre da che tipo di turbolenza. Alcune turbolenze, ne abbiamo provate e non succede niente, perde un po' quota  l’aeroplano, viene un po' di spavento però non succede assolutamente niente. Altre turbolenze, appunto come queste qui ultime che sono avvenute purtroppo ci sono anche un sacco di feriti perché l’aereo incomincia su e giù a sballottare di conseguenza, insomma…  ci sono anche delle situazioni piuttosto gravi. Quando cadono giù gli aeroplani, insomma, si sa…. Purtroppo non è come l’automobile che si può fermare all’autogrill, quando sei in mezzo all’oceano non ha niente da fare devi per forza proseguire sulla rotta e pregare che tutto vada bene.

Si, c’è sempre o un pericolo nei viaggi aerei che però si minimizza o si spera che si minimizzi quando la compagnia fa dei controlli accurati  e mi chiedo sempre quanto siano sicuri quegli aerei che si prendono nei voli locali  in Africa o in altri luoghi strani e,li infatti succedono spesso gli incidenti perché  la manutenzione è quella che è, viene fatta in modo sommario da  personale che non è molto preparato, e anche i pezzi di ricambio probabilmente non vengono considerati in bene di facile uso.

Eh, vedi che anche il parlamento Europeo ultimamente ha rilasciato una nuova black list cioè una lista nera dove vengono bandite tutte quelle compagnie aeree dove non garantiscono un minimo di sicurezza, dove non stanno sotto certi standard, e queste compagnie aeree non possono atterrare nei paesi Europei. Ovviamente nei loro paesi vanno e vengono tanto è vero che poi sono aeroplani ancora antichissimi, non viene fatta manutenzione e questi prima o poi cadono giù!

Si, il problema è che tu sei garantito finché stai in Europa ma se fai un viaggio turistico  non puoi fare a meno di prendere queste compagnie, quindi è per quello che c’è il maggior rischio. Quando  viaggi ti esponi sempre a qualche rischio sta a te poi scegliere il grado di rischio, no? Io  avevo delle amiche che tutti gli anni partivano per i cosiddetti viaggi avventura quelli che sono gestiti da un gruppo di avventurieri che ti preparano  sommariamente un percorso, loro ti accompagnano ma durante quel percorso può succedere di tutto, in Africa, in Asia e in effetti quelli sono veramente pericolosi e vanno fatti in ottima salute da persone  che non hanno o paura del disagio fisico però  oltre a essere disagevole sono effettivamente pericolosi.

Certamente! Se tu vai a fare un safari fotografico in Africa, se vai da turista ovviamente ti mandano in quei centri dove sono abbastanza sicuri e li di grossi pericoli normalmente non ce ne sono, anche se in Africa di pericoli ce ne sono sempre. Certamente se vai in zone inesplorate dove li nessuno arriva, dove non c’è niente di niente li i pericoli sono all’ordine del giorno, dagli animali pericolosi, dai leoni, scorpioni, i serpenti sai che li c’è ne di ogni per cui sai benissimo che vai incontro ai dei rischi notevoli, però c’è a chi piace questa avventura, c’è a chi piace avere un po' di adrenalina nel sangue e va a fare questi viaggi. La gente tranquilla, invece, va al mare tranquillamente a Rimini o Riccione sotto l’ombrellone li i rischi sono abbastanza limitati anche se ultimamente vedo che ne stanno succedendo anche li!

Si, nel senso che essendo aumentata la delinquenza ti puoi trovare in qualche vicolo di notte tornando da una serata, se fai tardi e non c’è più in giro nessuno puoi incontrare dei  malintenzionati. Salvo quello che abbiamo letto ieri, di quel gruppo dei coreani che era stato assalito ma dov’era? In che città era?

Erano a Roma sono stati assaliti…. due delinquenti che volevano assalire dei coreani e, ovviamente, questi erano campioni di Judo, o giù di li, insomma li hanno ridotti a brandelli e se non è arrivata la polizia a tirarli fuori, poverini, li mandavano all’ospedale! Peggio per loro, dovevano scegliere bene le loro vittime, non certo campioni di Judo!

Queste cose sono  molto sentite quando si va all’estero, bisogna stare molto attenti a dove si fa allontanandosi delle vie centrali. Recentemente  la bambina è andata in Egitto e ha detto che una sera sono andati a vedere il mercato, mercato che pareva un luogo turistico ma ha detto che si sono sentiti veramente in pericolo perché si capiva che la presenza di uno straniero era guardata a vista con cattive intenzioni per cui bisogna sempre stare attenti poi dicono che in quei viaggi li di non portarsi mai il portafogli se non nascosto sotto i vestiti, insomma, di stare molto all’occhio perché è molto probabile essere oggetto di furti e così via.

Questo succede anche in Italia però, ovviamente, più vai in questi paesi… specialmente quelli arabi o comunque questi paesi poveri bisogna certamente stare attenti. Anch’io ho attraversato un mercato arabo, ero insieme ad una persona del luogo e prima ovviamente di attraversarlo mi ha fatto una lista di cose da non fare lunga un chilometro. Innanzitutto pochi soldi e ben nascosti, addirittura me li ha fatti nascondere nelle mutande e poi non guardare le donne, non fare cenni non fare niente. Praticamente bisognava essere trasparenti, e nonostante tutto, insomma, un po' di paura c’è perché in effetti fa un po' di paura viaggiare in questi mercati. Devo dire che sono bellissimi perché i profumi e gli odori che ci sono in questi posti da noi non li trovi più. Però, ovviamente, fare il turista ha i suoi rischi.

Si poi ci sono i rischi  di carattere naturale  come quello che è successo alla bambina la settimana scorsa di fare un po' sub  e incontrarsi è faccia a faccia con uno squalo eppure è era vicino alla riva, intorno alla barriera corallina, e si sentiva tranquilla, ma non puoi non fare niente perché ti può capitare una cosa del genere.

Beh, lo squalo è già una cosa pericolosa, fortunatamente nei nostri mari non ci sono squali, qualcuno è stato avvistato ma sono rarissimi. Però nel mare ci sono sempre altri pericoli ad esempio adesso c’è l’invasione di queste meduse pericolosissime, per cui non puoi neanche fare il bagno perché c’è il pericolo che se vieni a contatto con questi animali rischi oltretutto anche la morte. Eppure tu dici non sono squali sono delle meduse stupide e però vedi che anche li è un pericolo. ovunque vai devi sempre stare attento e fare le cose con la testa chiedere sempre. Normalmente tu dici:  “ma come vado li a Rimini metto il mio ombrellone un mare bellissimo” eppure anche in questo mare bellissimo pieno di gente ci possono essere un sacco di pericoli. Per non parlare poi di quei pazzi che vanno in giro, adesso, con le moto d’acqua o con i motoscafi a piena velocità! Fortunatamente le leggi adesso impediscono di avvicinarsi alla riva entro una certa distanza perché dopo avere falciato un sacco di bagnanti alla fine, insomma, si arriva ad emettere delle leggi. Cose che invece non dovrebbero neanche sussistere e essere nel buonsenso di chi utilizza questi mezzi.

Si, infatti gli incidenti succedono lo stesso perché c’è tanta gente che queste leggi non le rispetta, è successo l’altro giorno, pochi giorni fa di quello yacht che andava come un pazzo ha falciato una barca ammazzando due persone. Cosa stavano facendo questi qua? Boh, stavano dormendo? Avevano messo il pilota automatico pur essendo sotto riva. È  chiaro che c’era  qualche cosa di irregolare, lo stesso vale sulle strade se tutti rispettassero le normative gli incidenti sarebbero quasi scomparsi. Il problema è che la gente se ne frega.

Qui sta sempre nel buonsenso della gente, non c’è niente da fare.



Want to learn a language?


Learn from this text and thousands like it on LingQ.

  • A vast library of audio lessons, all with matching text
  • Revolutionary learning tools
  • A global, interactive learning community.

Language learning online @ LingQ

Dunque ieri sentivo  che è un aereo è caduto o quasi per colpa delle turbolenze, allora, ci abituano a dire che le turbolenze non sono pericolose, poi cade l’aereo della Air France e dicono che forse è stato per una turbolenza, poi questo qui di ieri dicono che è stata una turbolenza.

Allora sono pericolose o no?

Bah, dipende sempre da che tipo di turbolenza. Alcune turbolenze, ne abbiamo provate e non succede niente, perde un po' quota  l’aeroplano, viene un po' di spavento però non succede assolutamente niente. Altre turbolenze, appunto come queste qui ultime che sono avvenute purtroppo ci sono anche un sacco di feriti perché l’aereo incomincia su e giù a sballottare di conseguenza, insomma…  ci sono anche delle situazioni piuttosto gravi. Quando cadono giù gli aeroplani, insomma, si sa…. Purtroppo non è come l’automobile che si può fermare all’autogrill, quando sei in mezzo all’oceano non ha niente da fare devi per forza proseguire sulla rotta e pregare che tutto vada bene.

Si, c’è sempre o un pericolo nei viaggi aerei che però si minimizza o si spera che si minimizzi quando la compagnia fa dei controlli accurati  e mi chiedo sempre quanto siano sicuri quegli aerei che si prendono nei voli locali  in Africa o in altri luoghi strani e,li infatti succedono spesso gli incidenti perché  la manutenzione è quella che è, viene fatta in modo sommario da  personale che non è molto preparato, e anche i pezzi di ricambio probabilmente non vengono considerati in bene di facile uso.

Eh, vedi che anche il parlamento Europeo ultimamente ha rilasciato una nuova black list cioè una lista nera dove vengono bandite tutte quelle compagnie aeree dove non garantiscono un minimo di sicurezza, dove non stanno sotto certi standard, e queste compagnie aeree non possono atterrare nei paesi Europei. Ovviamente nei loro paesi vanno e vengono tanto è vero che poi sono aeroplani ancora antichissimi, non viene fatta manutenzione e questi prima o poi cadono giù!

Si, il problema è che tu sei garantito finché stai in Europa ma se fai un viaggio turistico  non puoi fare a meno di prendere queste compagnie, quindi è per quello che c’è il maggior rischio. Quando  viaggi ti esponi sempre a qualche rischio sta a te poi scegliere il grado di rischio, no? Io  avevo delle amiche che tutti gli anni partivano per i cosiddetti viaggi avventura quelli che sono gestiti da un gruppo di avventurieri che ti preparano  sommariamente un percorso, loro ti accompagnano ma durante quel percorso può succedere di tutto, in Africa, in Asia e in effetti quelli sono veramente pericolosi e vanno fatti in ottima salute da persone  che non hanno o paura del disagio fisico però  oltre a essere disagevole sono effettivamente pericolosi.

Certamente! Se tu vai a fare un safari fotografico in Africa, se vai da turista ovviamente ti mandano in quei centri dove sono abbastanza sicuri e li di grossi pericoli normalmente non ce ne sono, anche se in Africa di pericoli ce ne sono sempre. Certamente se vai in zone inesplorate dove li nessuno arriva, dove non c’è niente di niente li i pericoli sono all’ordine del giorno, dagli animali pericolosi, dai leoni, scorpioni, i serpenti sai che li c’è ne di ogni per cui sai benissimo che vai incontro ai dei rischi notevoli, però c’è a chi piace questa avventura, c’è a chi piace avere un po' di adrenalina nel sangue e va a fare questi viaggi. La gente tranquilla, invece, va al mare tranquillamente a Rimini o Riccione sotto l’ombrellone li i rischi sono abbastanza limitati anche se ultimamente vedo che ne stanno succedendo anche li!

Si, nel senso che essendo aumentata la delinquenza ti puoi trovare in qualche vicolo di notte tornando da una serata, se fai tardi e non c’è più in giro nessuno puoi incontrare dei  malintenzionati. Salvo quello che abbiamo letto ieri, di quel gruppo dei coreani che era stato assalito ma dov’era? In che città era?

Erano a Roma sono stati assaliti…. due delinquenti che volevano assalire dei coreani e, ovviamente, questi erano campioni di Judo, o giù di li, insomma li hanno ridotti a brandelli e se non è arrivata la polizia a tirarli fuori, poverini, li mandavano all’ospedale! Peggio per loro, dovevano scegliere bene le loro vittime, non certo campioni di Judo!

Queste cose sono  molto sentite quando si va all’estero, bisogna stare molto attenti a dove si fa allontanandosi delle vie centrali. Recentemente  la bambina è andata in Egitto e ha detto che una sera sono andati a vedere il mercato, mercato che pareva un luogo turistico ma ha detto che si sono sentiti veramente in pericolo perché si capiva che la presenza di uno straniero era guardata a vista con cattive intenzioni per cui bisogna sempre stare attenti poi dicono che in quei viaggi li di non portarsi mai il portafogli se non nascosto sotto i vestiti, insomma, di stare molto all’occhio perché è molto probabile essere oggetto di furti e così via.

Questo succede anche in Italia però, ovviamente, più vai in questi paesi… specialmente quelli arabi o comunque questi paesi poveri bisogna certamente stare attenti. Anch’io ho attraversato un mercato arabo, ero insieme ad una persona del luogo e prima ovviamente di attraversarlo mi ha fatto una lista di cose da non fare lunga un chilometro. Innanzitutto pochi soldi e ben nascosti, addirittura me li ha fatti nascondere nelle mutande e poi non guardare le donne, non fare cenni non fare niente. Praticamente bisognava essere trasparenti, e nonostante tutto, insomma, un po' di paura c’è perché in effetti fa un po' di paura viaggiare in questi mercati. Devo dire che sono bellissimi perché i profumi e gli odori che ci sono in questi posti da noi non li trovi più. Però, ovviamente, fare il turista ha i suoi rischi.

Si poi ci sono i rischi  di carattere naturale  come quello che è successo alla bambina la settimana scorsa di fare un po' sub  e incontrarsi è faccia a faccia con uno squalo eppure è era vicino alla riva, intorno alla barriera corallina, e si sentiva tranquilla, ma non puoi non fare niente perché ti può capitare una cosa del genere.

Beh, lo squalo è già una cosa pericolosa, fortunatamente nei nostri mari non ci sono squali, qualcuno è stato avvistato ma sono rarissimi. Però nel mare ci sono sempre altri pericoli ad esempio adesso c’è l’invasione di queste meduse pericolosissime, per cui non puoi neanche fare il bagno perché c’è il pericolo che se vieni a contatto con questi animali rischi oltretutto anche la morte. Eppure tu dici non sono squali sono delle meduse stupide e però vedi che anche li è un pericolo. ovunque vai devi sempre stare attento e fare le cose con la testa chiedere sempre. Normalmente tu dici:  “ma come vado li a Rimini metto il mio ombrellone un mare bellissimo” eppure anche in questo mare bellissimo pieno di gente ci possono essere un sacco di pericoli. Per non parlare poi di quei pazzi che vanno in giro, adesso, con le moto d’acqua o con i motoscafi a piena velocità! Fortunatamente le leggi adesso impediscono di avvicinarsi alla riva entro una certa distanza perché dopo avere falciato un sacco di bagnanti alla fine, insomma, si arriva ad emettere delle leggi. Cose che invece non dovrebbero neanche sussistere e essere nel buonsenso di chi utilizza questi mezzi.

Si, infatti gli incidenti succedono lo stesso perché c’è tanta gente che queste leggi non le rispetta, è successo l’altro giorno, pochi giorni fa di quello yacht che andava come un pazzo ha falciato una barca ammazzando due persone. Cosa stavano facendo questi qua? Boh, stavano dormendo? Avevano messo il pilota automatico pur essendo sotto riva. È  chiaro che c’era  qualche cosa di irregolare, lo stesso vale sulle strade se tutti rispettassero le normative gli incidenti sarebbero quasi scomparsi. Il problema è che la gente se ne frega.

Qui sta sempre nel buonsenso della gente, non c’è niente da fare.


×

We use cookies to help make LingQ better. By visiting the site, you agree to our cookie policy.