image

ITALIANO AUTOMATICO, MI RACCOMANDO!!

Buongiorno a tutti, allora, oggi vi spiegherò un’espressione di quelle che mi avete consigliato.

Come vedete sono un po' sudato, sono appena andato a correre, ma spero, sono appena andato a fare un po' di jogging, ma spero che non sia un problema per voi.

Quindi, allora oggi vi spiego un’espressione perché ho visto che me ne avete consigliate tantissime e quindi se non voglio finire di spiegarvele a dicembre dell’anno prossimo, è meglio che cominci a spiegarvene qualcuna siete veramente gentilissimi me ne avete consigliate moltissime.

Allora, oggi vi spiego “mi raccomando”.

Allora “mi raccomando” è un’espressione molto usata nella lingua italiana.

“Raccomandare” è un verbo, non so se lo conoscete, ma non c’entra molto con ciò che vuole dire l’espressione.

Comunque, vi scriverò qua “raccomandare” e quindi potete cercarlo nei vostri dizionari o nella vostra lingua per vedere qual’è il significato nella vostra lingua.

Allora però torniamo all’espressione “mi raccomando”.

Allora, “mi raccomando” viene utilizzato soprattutto può essere utilizzato dai genitori, soprattutto dai genitori in alcuni casi, dopo vi spiegherò perché, dagli amici, gli insegnanti, qualsiasi persona può utilizzarlo, anch’io volendo, volendo. Allora, facciamo, cominciamo con un esempio.

Allora, domani ho un esame, facciamo, ho un esame a scuola e quindi, non so, studio un po' il pomeriggio, e poi parlo con mia mamma e le dico: “eh ma guarda che non sono molto preparato, non sono molto sicuro su quello che ho studiato”.

E mia mamma mi dice: “beh, mi raccomando, mi raccomando studia, stai sveglio tutta la notte perché è importante l’esame di domani, mi raccomando, mi raccomando, studia”.

Capito?

Quindi, mi sta dicendo “mi raccomando”, studia perché vuol dire “guarda, studia perché è importante domani, mi raccomando, mi raccomando, studia”. Quindi, ecco questo è un esempio.

Spero che cominciate a capire un po' com’è “mi raccomando”.

Però passiamo a un altro esempio. Allora, io so che, per esempio, un mio amico domani ha l’esame per la patente, deve guidare, no, domani e quindi è molto agitato. Mi dice: “Senti, Albi” (Albi, Albi sarebbe il nome che, con cui mi chiamano in Italia gli amici - è l’abbreviazione “Albi”) Comunque, “mi raccomando, senti, senti,

Albi sono un po' agitato, un po' agitato perché domani ho questo esame della patente e mi agito sempre quando guido e quindi aia!

la vedo male, la vedo brutta, no?”

E io gli dico: “ma senti, Franci nessun problema, mi raccomando, stai tranquillo, stai tranquillo perché, stai tranquillo perché sei bravo a guidare cioè, non hai problemi a guidare, cavolo, stai tranquillo, mi raccomando, stai tranquillo, non andare in panico, nel panico, mi raccomando, Franci, tranquillo”.

E lui, “sì, sì, sì va bene, però sai che sono un po' agitato”. E io, “su via, Franci ma lo sai che guidi bene, mi raccomando stai tranquillo. Ci sentiamo allora, ciao Franci, mi raccomando.”

Okay?

E questo era il secondo esempio. E spero che adesso sia ancora più, ancora più chiaro, ancora più chiaro. Sto parlando un po' più velocemente, un po' più velocemente, rispetto agli altri podcast, o video, poiché con tutto il materiale che avete a disposizione fino adesso, di pdf, e di video d’ascoltare, se non capite ancora bene adesso, vuol dire che dovete ascoltare ancora tantissime volte gli altri audio. Vi dico questo poiché ho fatto così con il francese, e ho ascoltato tantissime volte gli audio facili e dove potevo leggere tutto prima di passare a capire veramente molto, molto di più.

Quindi, come vi ho detto, dunque ritorniamo all’espressione “mi raccomando”.

Potrei farvi ancora un esempio con mia nonna, mia nonna, quindi allora facciamo che io stasera esco in città, vado in centro, vado in giro con gli amici, no?

E voi sapete che le nonne italiane sono un po', un po' diciamo premurose, no?

Un po' premurose e quindi per qualsiasi cosa fai ti diranno, per esempio io, “nonna, esco in centro stasera.” E lei, “mi raccomando, stai attento non mangiare le caramelle degli sconosciuti, non mangiare le caramelle degli sconosciuti, mi raccomando, stai attento quando attraversi la strada, mi raccomando se no ti investono, euh mi raccomando, stai attento, stai attento nipotino, mi raccomando! !” “Mi raccomando perché io ti voglio tanto bene, mi raccomando. Quindi, presta attenzione a tutto quello che fai, gli amici con cui esci, la strada che attraversi, le caramelle degli sconosciuti, con chi guidi, attento, mi raccomando! ! ! Quindi, mi raccomando, nipotino mio! ! !”

Quindi, questo era il terzo esempio.

Penso di essere stato abbastanza chiaro e che abbiate tutti gli esempi necessari per capire come usare “mi raccomando”.

Quindi, “mi raccomando” ascoltate questo video più volte e quindi davvero mi raccomando fatelo e se ancora non capite bene, mi raccomando tornate ai video precedenti, ascoltateli più volte perché davvero mi raccomando dovete farlo, se no, fate un casino, vi ricordate l’espressione “fare un casino”.

Se non volete fare un casino o fare un buco nell’acqua, mi raccomando, ascoltate questo video più volte. Non so quando metterò il file PDF, comunque tranquilli, ascoltate più volte e mi raccomando ci vediamo nei prossimi video. Ciao, ciao! ! !

Creato da DAVIDE MAZZETTI e corretto da Alberto Italianoautomatico.com =)



Want to learn a language?


Learn from this text and thousands like it on LingQ.

  • A vast library of audio lessons, all with matching text
  • Revolutionary learning tools
  • A global, interactive learning community.

Language learning online @ LingQ

Buongiorno a tutti, allora, oggi vi spiegherò un’espressione di quelle che mi avete consigliato.

Come vedete sono un po' sudato, sono appena andato a correre, ma spero, sono appena andato a fare un po' di jogging, ma spero che non sia un problema per voi.

Quindi, allora oggi vi spiego un’espressione perché ho visto che me ne avete consigliate tantissime e quindi se non voglio finire di spiegarvele a dicembre dell’anno prossimo, è meglio che cominci a spiegarvene qualcuna siete veramente gentilissimi me ne avete consigliate moltissime.

Allora, oggi vi spiego “mi raccomando”.

Allora “mi raccomando” è un’espressione molto usata nella lingua italiana.

“Raccomandare” è un verbo, non so se lo conoscete, ma non c’entra molto con ciò che vuole dire l’espressione.

Comunque, vi scriverò qua “raccomandare” e quindi potete cercarlo nei vostri dizionari o nella vostra lingua per vedere qual’è il significato nella vostra lingua.

Allora però torniamo all’espressione “mi raccomando”.

Allora, “mi raccomando” viene utilizzato soprattutto può essere utilizzato dai genitori, soprattutto dai genitori in alcuni casi, dopo vi spiegherò perché, dagli amici, gli insegnanti, qualsiasi persona può utilizzarlo, anch’io volendo, volendo. Allora, facciamo, cominciamo con un esempio.

Allora, domani ho un esame, facciamo, ho un esame a scuola e quindi, non so, studio un po' il pomeriggio, e poi parlo con mia mamma e le dico: “eh ma guarda che non sono molto preparato, non sono molto sicuro su quello che ho studiato”.

E mia mamma mi dice: “beh, mi raccomando, mi raccomando studia, stai sveglio tutta la notte perché è importante l’esame di domani, mi raccomando, mi raccomando, studia”.

Capito?

Quindi, mi sta dicendo “mi raccomando”, studia perché vuol dire “guarda, studia perché è importante domani, mi raccomando, mi raccomando, studia”. Quindi, ecco questo è un esempio.

Spero che cominciate a capire un po' com’è “mi raccomando”.

Però passiamo a un altro esempio. Allora, io so che, per esempio, un mio amico domani ha l’esame per la patente, deve guidare, no, domani e quindi è molto agitato. Mi dice: “Senti, Albi” (Albi, Albi sarebbe il nome che, con cui mi chiamano in Italia gli amici - è l’abbreviazione “Albi”) Comunque, “mi raccomando, senti, senti,

Albi sono un po' agitato, un po' agitato perché domani ho questo esame della patente e mi agito sempre quando guido e quindi aia!

la vedo male, la vedo brutta, no?”

E io gli dico: “ma senti, Franci nessun problema, mi raccomando, stai tranquillo, stai tranquillo perché, stai tranquillo perché sei bravo a guidare cioè, non hai problemi a guidare, cavolo, stai tranquillo, mi raccomando, stai tranquillo, non andare in panico, nel panico, mi raccomando, Franci, tranquillo”.

E lui, “sì, sì, sì va bene, però sai che sono un po' agitato”. E io, “su via, Franci ma lo sai che guidi bene, mi raccomando stai tranquillo. Ci sentiamo allora, ciao Franci, mi raccomando.”

Okay?

E questo era il secondo esempio. E spero che adesso sia ancora più, ancora più chiaro, ancora più chiaro. Sto parlando un po' più velocemente, un po' più velocemente, rispetto agli altri podcast, o video, poiché con tutto il materiale che avete a disposizione fino adesso, di pdf, e di video d’ascoltare, se non capite ancora bene adesso, vuol dire che dovete ascoltare ancora tantissime volte gli altri audio. Vi dico questo poiché ho fatto così con il francese, e ho ascoltato tantissime volte gli audio facili e dove potevo leggere tutto prima di passare a capire veramente molto, molto di più.

Quindi, come vi ho detto, dunque ritorniamo all’espressione “mi raccomando”.

Potrei farvi ancora un esempio con mia nonna, mia nonna, quindi allora facciamo che io stasera esco in città, vado in centro, vado in giro con gli amici, no?

E voi sapete che le nonne italiane sono un po', un po' diciamo premurose, no?

Un po' premurose e quindi per qualsiasi cosa fai ti diranno, per esempio io, “nonna, esco in centro stasera.” E lei, “mi raccomando, stai attento non mangiare le caramelle degli sconosciuti, non mangiare le caramelle degli sconosciuti, mi raccomando, stai attento quando attraversi la strada, mi raccomando se no ti investono, euh mi raccomando, stai attento, stai attento nipotino, mi raccomando! !” “Mi raccomando perché io ti voglio tanto bene, mi raccomando. Quindi, presta attenzione a tutto quello che fai, gli amici con cui esci, la strada che attraversi, le caramelle degli sconosciuti, con chi guidi, attento, mi raccomando! ! ! Quindi, mi raccomando, nipotino mio! ! !”

Quindi, questo era il terzo esempio.

Penso di essere stato abbastanza chiaro e che abbiate tutti gli esempi necessari per capire come usare “mi raccomando”.

Quindi, “mi raccomando” ascoltate questo video più volte e quindi davvero mi raccomando fatelo e se ancora non capite bene, mi raccomando tornate ai video precedenti, ascoltateli più volte perché davvero mi raccomando dovete farlo, se no, fate un casino, vi ricordate l’espressione “fare un casino”.

Se non volete fare un casino o fare un buco nell’acqua, mi raccomando, ascoltate questo video più volte. Non so quando metterò il file PDF, comunque tranquilli, ascoltate più volte e mi raccomando ci vediamo nei prossimi video. Ciao, ciao! ! !

Creato da DAVIDE MAZZETTI e corretto da Alberto Italianoautomatico.com =)


×

We use cookies to help make LingQ better. By visiting the site, you agree to our cookie policy.