il mio nuovo lavoro e il buon gusto di coca cola

Memberwriting

Il mio nuovo lavoro e il buon gusto della Coca-Cola

Qualche mese fa sono stato assunto da una società italiana. Questa società ha a che fare con l’automazione dei magazzini tramite i muletti robot. Cercavano ingegneri per adattare il loro sistema di gestione ad ogni nuovo impianto per poi installarlo nel magazzino. Ho dovuto sostenere una serie di colloqui, sia in inglese che in italiano. Mi sono stupito di doverne fare uno in italiano perché non è una competenza richiesta sulla descrizione del lavoro, ma mi hanno informato che preferiscono sempre quelli che parlano italiano e che si ritenevano fortunati di avermi trovato. Adesso viaggio spesso in Italia per varie settimane di fila. Ovviamente mi manca la mia famiglia, ma apprezzo questa opportunità di vivere in una cultura diversa e lavorare da professionista in un’altra lingua, anche se a volte mi sento davvero spaesato. Veronica mi ha accenato che farei meglio a ottenere un lavoro stabile qua in Italia, almeno per qualche anno, in modo da poter stare tutti insieme. Quest’i
dea mi preoccupa un po’ perché finora non ha mai provato a imparare niente d’italiano, ma mi dice che farà di necessità virtù. Insomma, sarebbe una bella opportunità per Tony, soprattutto perché è un mio sogno che lui cresca bilingue.
Questo desiderio è così forte che mi son dato da fare per assumere un’au pair. E’ davvero simpatica e brava con Tony, ma purtroppo (per lei, non per Tony) è un po’ negata in inglese. Fortunatamente lo sta imparando velocemente, soprattutto adesso che sono in casa per fare l’interprete per lei. Voglio raggiungere trecento parole in questo tema, quindi ho bisogno di pensare a qualcos’altro da scrivere… Ho notato che la Coca Cola qua in Europa è leggeremente (anzi fortemente) più gassata di quella che abbiamo negli Stati Uniti. Credo che sia perché qui si beve tanta acqua frizzante, che in America è quasi inesistente.

Follow LingQ members on their language learning journey.


We will not share your data with third parties and you will only receive newsletters from LingQ.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *