It looks like you are using an old version of Internet Explorer. Sorry, we only support IE 10 and above. To use the site you will need to use a more up to date browser. We strongly recommend you upgrade to:

Edit: Versione corretta (grazie a joepie1976!):

Ciao a tutti,

Ho deciso di cominciare un progetto con un ciclo del programma Radio 2 ‘Alle Otto Della Sera’, quello che tratta di Scipione l’Africano, il comandante militare romano. Scipione è già uno dei miei personaggi preferiti dell’antichità.

Ho ascoltato parecchi cicli di ‘Alle Otto Della Sera’ e mi piace moltissimo questo programma, come un amante della storia. Ma è ancora difficile per me ascoltare 18 minuti un monologo in italiano senza una trascrizione, anche se sono molto interessato al tema.

Dunque, per il ciclo di Scipione, vorrei ascoltare almeno due volte l'episodio e poi scrivere un sommario corto di ogni episodio qui. Spero che i nostri tutori italiani possano aiutarmi con la scrittura; di sicuro farò moltissimi errori, ma spero che valga la pena alla fine. Forse gli altri studenti d’italiano possono contribuire in altre maniere, se vogliano ascoltare anche loro.

Ecco il collegamento per il ciclo di Scipione:

http://www.alleottodellasera.rai.it/dl/portali/...

Comincerò presto con la prima puntata!



Versione originale:

Ciao a tutti,

Ho deciso di cominciare un progetto con un ciclo del programma Radio 2 ‘Alle Otto Della Sera’, quello che tratta di Scipione l’Africano, il comandante militare romano. Scipione è già uno dei miei personaggi preferiti dell’antichità.

Ho ascoltato a parecchie cicli di ‘Alle Otto Della Sera’ e mi piace moltissimo questo programma, come un amante della storia. Ma è ancora difficile per me di ascoltare a 18 minuti di un monologo in italiano senza una trascrizione, anche se sono molto interessato nel tema.

Dunque, per il ciclo di Scipione, vorrei ascoltare al meno due volte al episodio e poi scrivere un sommario corto di ogni episodio qui. Spero che nostri tutori italiani possano m’aiutare con la scrittura; sicuro che farò moltissimi errori, ma spero che valga la pena alla fine. Forse gli altri studenti d’italiano possano contribuire in alcuna maniera, se vogliano ascoltare anche loro.

Ecco il collegamento per il ciclo di Scipione:

http://www.alleottodellasera.rai.it/dl/portali/...

Comincerò presto con la prima puntata!

Edit: Versione correta (grazie a feier e joepie1976!):

Puntata 1

Per introdurre la storia, cominciamo nell'anno 202 a.C., l'anno della più grande vittoria nella carriera di Scipione, contro Annibale a Zama, vicino a Cartagine. Questa vittoria era destinata ad essere l'ultima battaglia della Seconda Guerra Punica, chiunque avesse vinto. Cosa pensavano i due grandi generali prima della battaglia? Erano tranquilli? Riuscirono a dormire?

Da Zama, torniamo all'inizio della storia. La Prima Guerra Punica, oppure la Battaglia di Sicilia, dette a Roma il controllo dell'isola mentre Cartagine perse la maggior parte del suo impero mercantile. Dopo la guerra, Amilcare Barca, il padre di Annibale, conquistò la parte meridionale della Spagna, cominciando quando Annibale aveva 9 anni.

Qual è l'origine di Scipione? Lui veniva da una della più famose famiglie romane. Secondo la leggenda, il suo terzo nome, Scipio, apparentemente ricorda un antenato, il grande Marco Furio Camillo, vincitore contro Veio nei primi giorni della repubblica, 300 anni prima. Per dati concreti, ci possiamo riferire alla tomba degli Scipioni a Roma, dove c’è la prima menzione del nome Scipio in 298 a.C.



Versione originale:

Puntata 1

Per introdurre la storia, cominciamo nel anno 202 a.C., il anno della più grande vittoria della carierà di Scipione, contra Annibale a Zama, vicino a Cartagine. Questa vittoria era destinato di essere la ultima battaglia della Seconda Guerra Punica, chiunque ha vinto. Cosa pensavano i due grandi generali prima della battaglia? Furano tranquilli? Dormirono la notte prima?

Da Zama, torniamo alla inizia della storia. La Prima Guerra Punica, oppure la Battaglia di Sicilia, dette Roma controllo della isola mentre Cartagine perse la maggior parte del suo impero mercantile. Dopo la guerra, Amilcare Barca, il padre di Annibale, conquistò la parte meridionale della Spagna, cominciando quando Annibale aveva 9 anni.

Qual è la origine de Scipione? Lui venne da una della più famose famiglie romane. Secondo leggenda, il suo terzo nome, Scipio, apparentemente ricorda un antenato, il grande Marco Furio Camillo, vincitore contra Veio nelle primi giorni della repubblica, 300 anni prima. Per dati concreti, possiamo riferire alla tomba delle Scipione a Roma, dove c’è la prima menzione del nome Scipio in 298 a.C.

Aspetto la seconda puntata!

Ciao Nick!!!!!
Noi tutor ci siamo sempre, tu chiama e noi siamo pronti a rispondere.
Buon lavoro, aspetto presto di vedere i riassunti delle puntate del ciclo......
A presto Sabina

Mi piacerebbe vedere questo e altri contenuti di Alle Otto della Sera nella nostra biblioteca, se possiamo ottenere il permesso di RAI. Sarei disposto a pagare per le trascrizioni, se possiamo fare i trascrizioni a un costo ragionevole.

Steve, se ne può parlare..........

wow, that's fantastic. Thank you so much for inspiration :)

Edit: Versione correta (grazie a joepie1976!):

Puntata 2
Disponibile qui: http://www.alleottodellasera.rai.it/dl/portali/...

Il secondo episodio del ciclo tratta maggiormente della gioventù di Scipione. Innanzitutto, impariamo che la famiglia di Scipione aveva connessioni con le famiglie nobili etrusche, che erano importanti più tarde quando Scipione partiva dell’Africa. Ma la maggior parte dell’episodio è dedicata al racconto di tre aneddoti riguardo al giovane Scipione.

Il primo era che, secondo Plinio il Vecchio, Scipione nasceva apparentemente di una forma Cesaria, magari dopo la morte della mamma. Però sappiamo con certezza che Scipione aveva un fratello minore, quindi è possibile che il fratello aveva un’altra madre oppure l’aneddoto sia falso.

Non ho capito molto bene il secondo aneddoto, che viene da Polibio. Si tratta forse di un competizione/gara fra Scipione e suo fratello. Comunque, l'aneddoto sembra falso secondo il nostro narratore.

Finalmente, il narratore raccontava l’intervento di Scipione, quando aveva 17 anni, di salvare suo padre della morte oppure la prigioniera dalla Battaglia della Trebbia, racconto di Polibio. In un'altra versione, raccontato da Livio, il padre è stato salvato da un servo, e non dal giovane eroe. La versione di Polibio è la più creduta e ci ha fornito un contrasto con una storia della vita del futuro rivale di Scipione, il giovane Annibale, in cui suo padre Amilcare è morto durante un tentativo di salvare la vita di Annibale stesso.

L’ultima parte dell’episodio tratta dell’amore di Scipione per le donne. Ancora una volta, vediamo un contrasto con Annibale, che aveva dimostrato l'opposto per quanto riguardo le donne.


Versione originale:

Puntata 2
Disponibile qui: http://www.alleottodellasera.rai.it/dl/portali/...

Il secondo episodio nel ciclo tratta maggiorente della gioventù di Scipione. Innanzitutto, impariamo che la famiglia di Scipione aveva connessioni cogli famiglie nobili etruschi, che erano importanti più tarde quando Scipione partiva dell’Africa. Ma la maggior parte dell’episodio è dedicata al racconto di tre aneddoti riguardo al giovane Scipione.

Il primo era che, secondo Plinio il Vecchio, Scipione nasceva apparentemente di una forma Cesaria, magari dopo la morte della mama. Però sappiamo con certezza che Scipione aveva un fratello minore, quindi è possibile che il fratello aveva un’altre madre oppure l’aneddoto sia falso.

Non ho capito molto bene il secondo aneddoto, che viene da Polibio. Se tratta forse di un concorso fra Scipione e suo fratello. Comunque, il aneddoto sembra falso secondo il nostro narratore.

Finalmente, il narratore raccontava l’intervento di Scipione, quando aveva 17 anni, di salvare suo padre della morte oppure la prigioniera nella Battaglia della Trebbia, racconto di Polibio. In una altre versione, racconto di Livio, il padre era salvato di un servo, e non il giovane eroe. La versione di Polibio è la più creduta e ci forni un contrasto con una storia della vita del futuro rivale di Scipione, il giovane Annibale, in cui suo padre Amilcare è morto durante un tentato di salvare la vita di Annibale stesso.

L’ultima parte dell’episodio tratta dell’amore di Scipione per le donne. Ancora una volta, vediamo un contrasto con Annibale, chi aveva dimostrato continenza per quanto riguardo le donne.

Penso che difficilmente la RAI concederà il permesso di pubblicare le trascrizioni integrali di questi podcast, ma forse non sarebbe un problema pubblicare su LingQ lezioni sotto forma di riassunti come questi scritti da Nick.

Puntata 3!

In questa puntata, il narratore parlava principalmente della famiglia di Scipione e dell’origine della guerra Annibalica.

La moglie di Scipione era Emilia Terza, la figlia di Paulo (che era uno dei due consoli romani alla Battaglia di Cannae), quindi era una unione fra due grandi famiglie romane.

Scipione e Emilia avevano quattro figli, due maschi e due femmine. Il più famoso dei figli di Scipione era probabilmente sua seconda figlia Cornelia, che sarà la madre dei Gracchi e che sarà considerata una modella della moglie ideale dai romani.

Dei due maschi, il primo era un narratore di storia mentre il secondo era più notabile per il suo adozione di un ragazzo che diventerà uno dei uomini romani più importante del secondo secolo a.C, Scipione l’Emiliano, che conquistava Cartagine nell’anno 146.

Ritornando alla guerra, Annibale era il più grande generale della strategia nell’antichità, secondo il narratore. Cercava un ‘casus belli’ per una guerra contro Roma e lo trovava quando assediava Segunto, una città spagnola alleata con Roma. Dopo la distruzione di Segunto, una guerra fra i due grandi poteri era inevitabile.

Sto un po confuso per quanto riguarda il passato remoto. Col sommario della prima puntata, l’ho utilizzato. Ma qualcuno mi ha detto che si deve utilizzare l'imperfetto per storie e narrazioni. Poi ho cambiato il tempo ed adesso i tutori mi dicono che invece devo utilizzare il passato remoto :(

Dunque, per i sommari che metto qui, possiamo dire che devo utilizzare tutti i tre tempi passati maggiori (prossimo, remoto, imperfetto)? Como posso sapere se qualcosa e sufficiente ‘lontano’ per l’utilizzazione del passato remoto?

Grazie, so che non è una domanda semplice a rispondere :)

Puntata 4

(Ho continuato d’utilizzare principalmente il passato imperfetto perché non conosco affatto il passato remoto! So che in ogni caso saranno probabilmente moltissimi errori per quanto riguardo i tempi. Spero che è ancora comprensibile).

In questa quarta puntata, il narratore parlava dei primi anni della Guerra Annibalica (soprattutto il primo anno) e il poco che sappiamo delle azioni del giovane Scipione in questo periodo.

Nell’anno 218 a.C., il primo anno della guerra, uno dei due consoli romani fu (era? è stato?) il padre di nostro protagonista, anche lui chiamato Publio Cornelio Scipione. La strategia romana consisteva di combattere Cartagine su due fronti: uno in Spagna con Scipione il padre, e l’altro in Africa stessa col suo collega consolare Tiberio Sempranio Longo. Ma quando il consolo Scipione arrideva al fiume Rodano in viaggi verso Spagna, scoppiava che Annibale aveva già raggiunto il Rodano anche lui ed intendeva fare una invasione d’Italia attraverso le Alpi. Scipione il padre decideva ritornare all’Italia per affrontare Annibale invece di continuare alla Spagna.

C’erano due battaglie fra i romani ed Annibale in questo primo anno di guerra. La prima era quella in cui il nostro Scipione aveva possibilmente salvato la vita di suo padre, di cui parlavo due puntate fa. La seconda, a metà Dicembre, era condotto nel lato romano dal altro consolo Longo. Lui preferiva lasciare il nostro Scipione, che aveva soltanto 17 anni, sotto la tenda a curare suo padre ferito.

Non sappiamo cosa è successo col nostro Scipione dopo questa battaglia fino a 18 mesi più tardi quando lui riappariva alla disastrosa Battaglia di Cannae. Nel frattempo, suo padre e zio andavano in Spagna con l’obiettivo di continuarci il lutto contro Cartagine, mentre Annibale avanzava nel centro della penisola italiana e batteva i romani ancora una volta al Lago di Trasimeno in 217 a.C.

Ciao Jungleboy!

L'imperfetto nel raccontare la storia si usa per indicare un' azione che ha una durata o che si ripete all'interno del passato.

"Al ritorno dalla guerra Annibale era il più grande generale" è corretto perché Annibale è il più grande generale per quel periodo di tempo.
In " cercò un casus belli etc", si usa il passato remoto perchè è un'azione momentanea, non abituale che è successa una volta sola e si è conclusa.

Parlando della storia nello scritto eviterei di usare il passato prossimo anche se, nel parlato, anche solo per comodità, si potrebbe usare .

E' un po' più complicata di così ma per sommi capi è questo.

Un altro motivo per usare l' imperfetto sarebbe come espediente narrativo. "Jungleboy raccontava oggi che Annibale.. " the act of you narrating would go to the imperfect tense as it has continuity.

Spero che ti sia un po' più chiaro e che i tutors italiani vorranno dire la loro a riguardo!

Scusa nn ho avuto il tempo per fare correzioni ai tuoi testi!

Ciao a tutti,

Sono all'estero per le prossime tre settimane, quindi farò una pausa mentre rifletterò sul passato remoto :)

To comment login or sign up for a free account